Islamico chiede abbracci in centro a Genova per la pace

(ANSA) – GENOVA, 16 NOV – Si è bendato davanti alla cattedrale di San Lorenzo chiedendo un abbraccio per ricordare le vittime di Parigi. Asrhafia, chef egiziano, 43 anni, così ha mandato un messaggio di pace dopo gli attentati. Ai suoi piedi un cartello con la scritta “Sono musulmano orgoglioso, ma non sono un terrorista, ho solo bisogno di un abbraccio. Ricordate che siamo tutti umani”, in molti lo hanno letto, tanti hanno abbracciato lo chef. “Non voglio razzismo, non voglio terrorismo – dice – Islam vuol dire pace”.

Condividi: