Musy: difesa Furchì, ‘non fu un agguato’

(ANSA) – TORINO, 19 NOV – “Non fu un agguato”. Questa la tesi sviluppata dall’avvocato difensore Gaetano Pecorella oggi a Torino al processo d’appello per l’omicidio del consigliere comunale Alberto Musy. L’imputato, Francesco Furchì, secondo l’accusa agì con premeditazione perché spinto dalla vendetta. Pecorella, che si è rivolto ai giudici dicendo di “voler parlare alla vostra ragione”, nel ricostruire i fatti del 21 marzo 2012 ha detto che non è possibile. Il processo continuerà il 24 novembre.(ANSA).

Condividi: