Terrorismo, infiamma la polemica. Rafforzata la vigilanza a New York

Pubblicato il 19 novembre 2015 da redazione

polizia ny

Hanno alimentato la polemica. E sparigliato le carte in tavola. I tragici avvenimenti che hanno sconvolto la Francia e commosso il mondo hanno riproposto con forza negli Stati Uniti il tema del terrorismo. E trovato specialmente a New York, un terreno assai fertile. E’ ancora fresco l’orrore provocato dall’attentato alle “Torri Gemelle”.

Com’è ovvio, gli apparati di polizia, in tutte le metropoli degli “States”, hanno rafforzato la vigilanza in quelli considerati oggi i probabili obiettivi dei terroristi islamici. A New York, sono particolarmente controllati Times Square, la “Statua della Libertà”, la “Torre Rockfeller”, i musei, la metropolitana ed altri luoghi assai frequentati dai turisti. Ma non solo.

Anche Wall Street, la sede del Governo, la Biblioteca Pubblica, la Stazione Centrale… Insomma, non solo i luoghi affollati in cui un attentato provocherebbe una carneficina, ma anche i palazzi e le istituzioni emblematiche che rappresentano il cuore politico ed economico della città; spazi in cui un atto terroristico avrebbe un significato psicologico di grosso spessore.

Gli attentati a Parigi, eseguiti con cronometrica freddezza, hanno provocato una svolta nel dibattito politico in corso nel Paese. Terrorismo e migrazione, nell’architettura del pensiero politico dell’americano qualunque oggi si confondono e s’intrecciano. E di questo cercano di trarre vantaggio le correnti conservatrici del Paese.

E’ sempre più consistente il pericolo di un’ondata xenofoba in una nazione che è cresciuta e si è sviluppata grazie proprio all’impulso dato da migranti provenienti da ogni angolo del mondo.

L’amministrazione del presidente Obama, oggi, lavora sul programma di assistenza e accoglienza di oltre 10 mila rifugiati siriani. L’iniziativa del governo è stata osteggiata fin dal principio dai repubblicani. E, fin qui, nulla di cui sorprendersi.

A Capitol Hill, il neo-speaker della Camera, Paul Ryan, ha già reso noto che sta portando avanti iniziative orientate a sospendere il programma di accoglienza proposto dal capo dello Stato. Se la reazione dei repubblicani era prevista; quella degli Stati Federati ha spiazzato il governo centrale. E irritato il capo dello Stato. Oltre 30 Stati, dai più grandi ai più piccoli, si sono detti contrari ad ospitare rifugiati siriani. E, di fatto, hanno chiuso le loro frontiere.

L’amministrazione Obama ha respinto con forza l’equazione rifugiato=terrorista, che potrebbe condurre alla crescita di movimenti xenofobi latenti che non avevano mai avuto terreno fertile in una società aperta, accogliente e progressista. E si è fatta portavoce della posizione del G20: non si può negare soccorso e rifugio a chi fugge dalla guerra e, forse, da una morte certa senza sostenere un’altra forma di barbarie.

La polemica, come era prevedibile, ha avuto i suoi effetti sulle primarie democratiche e repubblicane. L’argomento infiamma la diatriba.

Hillary Clinton, che corregge le parole di Obama al sostenere che “l’Isis non va contenuta ma distrutta”, è stata attaccata duramente dal progressista Bernie Sanders che accusa la ex First Lady di aver votato, a suo tempo, a favore di un intervento militare in Irak. Questo, secondo il parere del senatore socialista, sarebbe stato la scintilla che ha infuocato la prateria e permesso la nascita di al qaeda e Isis.

Clinton si è difesa con autorità. A differenza di Sanders, che insiste nel suo “non intervenzionismo” ad oltranza, non ha scartato la possibilità di un intervento americano di terra, anche se solo come ultima risorsa e unicamente se assieme ai suoi alleati.

A differenza dei repubblicani, l’ex First Lady evita accuratamente di impiegare il termine “terrorismo islamico” e sottolinea con enfasi che non si è “in guerra col mondo musulmano e islamico”.

Se i candidati repubblicani Jed Bush e Marco Rubio esigono una svolta per contrastare quello che considerano “uno sforzo organizzato per distruggere la civiltà occidentale”, Trump si dice disposto ad acquistare un pezzo della Siria per ospitare i profughi, “cavallo di Troia dell’Isis per entrare negli Usa”. Un altro magnate, Rupert Murdoch, dal canto suo, propone l’accesso agli States unicamente a “cristiani doc”.

Una proposta choc, subito bollata come vergognosa e infame.

Ultima ora

00:38Calcio: Mondiali 2018, Argentina sconfitta in Bolivia

(ANSA) - LA PAZ, 29 MAR - La Bolivia ha battuto 2-0 l'Argentina in una partita valida per le eliminatorie mondiali del Sudamerica. L'Albiceleste ha giocato senza Lio Messi, squalificato qualche ora prima dell'incontro per quattro gare dalla Fifa. Le due reti sono state segnate ai 31' da Juan Carlos Arce e al 52' da Marcelo Moreno Martins.

00:16Calcio: Ventura, “campionato dal 13/8? Bisogna fare scelta”

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - "Siamo di fronte ad una scelta: o prendiamo la strada della costruzione, per rendere la nazionale più competitiva, o ci affidiamo solo alla buona sorte e alla casualità". Lo ha detto il ct azzurro, Gian Piero Ventura, in merito alla possibilità di cominciare il campionato a metà agosto in vista dell'importantissima sfida a settembre con la Spagna. "Non conta una data, il discorso è più ampio - ha aggiunto -. Tanto per fare un esempio, nell'anno dopo il Mondiale la Germania comincia il campionato a fine agosto, mentre l'anno prima inizia il 10 agosto e l'anno dell'Europeo il 12. Perché? Perché vogliono vincere. E' un segnale di quanto la federazione sia forte".

00:10Calcio: Spagna batte 2-0 la Francia, anche grazie alla Var

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - La Spagna batte 2-0 la Francia in un'amichevole disputata allo Stade de France, un monito per gli Azzurri che a settembre dovranno affrontare la Roja per le qualificazioni Mondiali. Risultato di rilievo, soprattutto perché ha inciso l'utilizzo della Var (Video assistance referee). Il sistema ha consentito di annullare, per fuorigioco, una rete di Griezmann all'inizio della ripresa. Scampato il pericolo, la Spagna è andato in vantaggio al 23' su rigore per un fallo su Deulofeu trasformato da David Silva. Al 32', il raddoppio delle Furie Rosse è stato messo a segno dal milanista e ancora la Var è stata decisiva, annullando la segnalazione di fuorigioco fatta dal guardalinee.

23:51Calcio: Pjaca si infortuna con la nazionale croata

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - Infortunio per Marko Pjaca durante il secondo tempo dell'amichevole tra Estonia e Croazia. Il giocatore della Juventus è uscito in barella, in lacrime, a causa di un problema ad un ginocchio che, al 20', ha subito una brutta torsione. Pjaca è rimasto a terra portandosi le mani al volto, visibilmente sofferente. Ora si attende l'esito degli esami, ma sono state pessimiste le prime parole del Ct della Croazia, Ante Cacic, nel dopo partita: "L'infortunio sembra qualcosa di serio". La partita è terminata con la vittoria per 3-0 dell'Estonia.

23:35Calcio: Bonucci, in Spagna difficile ma non battuti

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - "Sono contento perché sta nascendo un bel gruppo con i giovani che stanno portando entusiasmo e spensieratezza, alle quali si aggiunge l'esperienza dei 'vecchi'". Leonardo Bonucci, autore del gol vittoria contro l'Olanda, vede una crescita dell'Italia ed - ai microfoni di Raiuno - afferma "tutto è utile per la crescita della squadra. Ci credevamo ed ora bisogna acquisire personalità". Il 2 settembre in Spagna l'Italia si giocherà la qualificazione al Mondiale in Russia: "Sarà difficile - afferma il difensore bianconero - ma non partiamo certo battuti". Ultima battuta sul caso Barzagli: "Ha già risposto il mister, lui si è sempre comportato da grande professionista".

23:32Calcio: Ventura “se andremo in Russia saremo sorpresa”

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - "Stiamo cercando di esportare un'immagine e di costruirci una certa mentalità. Contava il risultato, ma la duplice posta in palio era quella e credo che l'abbiamo centrata". Così il ct dell'Italia, Gian Piero Ventura, dopo la vittoria sull'Olanda ad Amsterdam. "Sarebbe bello andare in Russia, ma ci si va solo attraverso il lavoro e un gruppo che sta nascendo. Sono convinto che lì saremo la sorpresa del Mondiale", ha aggiunto il tecnico ai microfoni Rai. "Verratti? ha fatto una partita di spessore".

23:31Calcio: l’Italia vince 2-1 in Olanda

(ANSA) - ROMA, 28 MAR - Successo per 2-1 dell'Italia nell'amichevole contro l'Olanda giocata ad Amsterdam. La formazione schierata dal Ct Ventura, con ben quattro esordienti (compreso il 18enne Donnarumma tra i pali), si è ben comportata, soprattutto nel primo tempo, nel quale si sono concentrate tutte le reti. L'inizio è sfortunato con l'autorete di Romagnoli al 10'. Ma appena un minuto dopo arriva il pareggio grazie al diagonale di Eder, bravo a sfruttare un errore di rinvio degli avversari. Ed al 32' Bonucci realizza il gol vittoria, ribadendo in rete una deviazione del portiere olandese su un colpo di testa di Parolo. Nella ripresa tante sostituzioni ed un paio di interventi importanti del giovane portiere del Milan che ha 'blindato' il risultato fino al fischio finale.

Archivio Ultima ora