Caso Snowden, nota di protesta del Venezuela. Almagro (Osa) conferma le sue critiche al Cne

Casa amarilla. Cancilleria en Caracas
Casa amarilla. Cancilleria en Caracas
Casa amarilla. Cancilleria en Caracas

CARACAS – Stati Uniti, Cile e Osa. Il viceministro degli Esteri per l’America del Nord, Alejandro Fleming, ha consegnato all’incaricato d’Affari dell’Ambasciata degli Stati Uniti in Venezuela, Lee Mclenny, una nota ufficiale di protesta per le presunte attività nordamericane di spionaggio rese note dalla “talpa”, Edward Snowden – nota di protesta in cui il Paese esige rispetto.

Dal canto suo, il presidente della Corte Suprema di Giustizia, Gladys Gutierrez, ha criticato aspramente il documento reso noto dalla Corte Suprema del Cile, con il quale si esorta la Osa a inviare una missione in Venezuela per assicurarsi dello stato di salute dei prigionieri politici, in particolare di Leopoldo López.

Gutierrez considera che il documento della Corte Suprema di Giustizia del Cile è un intervento a gamba tesa negli affari interni del paese.

E intanto nessun dietrofront del Segretario dell’Osa, Luis Almagro. Anzi… Almagro, al centro di una aspra polemica in seguito a una lettera in cui critica il sistema elettorale venezuelano – polemica in cui è intervenuto anche l’ex presidente dell’Uruguay “Pepe” Mujica – ha confermato tutti i concetti espressi nella lunga missiva di 18 pagine inviata al Governo del presidente Maduro.