Obama, distruggeremo l’Isis. Assad via, ma senza caos

Pubblicato il 22 novembre 2015 da redazione

obama

NEW YORK. – Barack Obama dichiara guerra all’Isis e ammorbidisce i toni su Bashar al Assad, lasciando intravedere gli sforzi diplomatici in corso per rafforzare la coalizione contro lo Stato Islamico contando anche sul possibile appoggio della Russia. Scalda i muscoli intanto il premier britannico, David Cameron, al lavoro per spuntare il via libera delle camere ai raid in Siria che potrebbero iniziare già fra due settimane.

”Distruggeremo l’Isis. E’ un obiettivo realistico. E lo faremo senza tradire i nostri valori” afferma il presidente americano, riferendosi al nodo dei rifugiati ma anche al ”voltarsi le spalle l’uno contro l’altro per motivi religiosi o di razza. L’America non sarà mai in guerra con nessuna religione perché è fatta da più religioni”.

Dalla Malesia il suo messaggio è chiaro: ”Non accetteremo l’idea che gli assalti terroristici siano il nuovo normale. Non cederemo alla paura” perché la ”paura è la prima forza che i terroristi hanno su di noi. Non ho paura che l’Isis ci batta con le sue operazioni”. Nella lotta allo Stato Islamico ”andremo avanti senza sosta” e – assicura Obama – non peseranno le indagini sul Centcom che avrebbe ritoccato le informazioni sull’Isis per renderle più ottimiste rispetto alla realtà.

Obama nelle prossime ore incontrerà a Washington il presidente francese, Francois Hollande, che farà successivamente tappa in Russia per un incontro con Vladimir Putin. La diplomazia è al lavoro e punta a rafforzare la coalizione contro l’Isis, anche con l’appoggio di Mosca. Gli Stati Uniti restano guardinghi e, pur apprezzando le ultime iniziative russe, mostrano cautela.

Ammettendo che da quando l’aereo russo è stato abbattuto dall’Isis la Russia sembra aver rivisto la propria strategia, finora rivolta solo a proteggere Assad, ”il punto è ora vedere” se Mosca ”può effettuare l’aggiustamento strategico che le consenta di essere partner efficace della coalizione contro l’Isis.

Ancora non lo sappiamo” mette in evidenza Obama, aprendo alla possibilità che l’uscita di scena di Assad in Siria possa anche non essere immediata. E’ inevitabile allontanarlo ma ”abbiamo tutti interesse a mantenere uno stato siriano perche’ non vogliamo un caos completo”, ragiona.

Toni più morbidi quelli di Obama, che quattro anni fa aveva dichiarato apertamente che Assad avrebbe dovuto lasciare dal primo giorno di transizione politica. Con l’attenzione puntata sull’Isis, Assad è passato in secondo piano di fronte agli sforzi diplomatici in corso che puntano come primo obiettivo al cessate il fuoco nel paese.

E il governo Assad potrebbe restare al potere più di quello di Obama. Un nuovo piano di pace appoggiato dagli Stati Uniti non fa riferimento al futuro del rais, limitandosi a dire che ”libere e giuste elezioni dovrebbero tenersi in seguito alla nuova costituzione in 18 mesi”.

L’orologio insomma comincerà il conto alla rovescia per Assad quando i suoi funzionari e l’opposizione inizieranno a trattare sulla nuova costituzione”.

Ultima ora

12:02Tennis: Australia, Halep e Kerber volano in semifinale

(ANSA) - ROMA, 24 GEN - Tutto facile per la romena Simona Halep e la tedesca Angelique Kerber che hanno raggiunto la semifinale degli Australian Open, battendo rispettivamente la ceca Carolina Pliskova (6-3 6-2) e l'americana Madison Keys (6-1 6-2). Per la Halep, attualmente numero uno del mondo, sarà la quinta semifinale Slam della carriera, ma la prima in Australia. Vittoria senza problemi anche per la tedesca Kerber, ex numero uno del mondo, che praticamente non ha lasciato spazio alla rivale. per la Kerber è la seconda semifinale a Melbourne, dove vinse nel 2016, ma soprattutto segna il ritorno della tennista nella top ten dopo un periodo con risultati altalenanti. In semifinale si affronteranno Kerber e Halep da una parte, e la danese Caroline Wozniacki contro la belga Elise Mertens dall'altra. (ANSA).

11:52Droga: spaccio a scuola, tre arresti nel Ragusano

(ANSA) - RAGUSA, 24 GEN - Una banda di spacciatori che vendeva droga in una scuola di Ragusa durante l'intervallo e nelle piazze della città frequentate dai giovani è stata sgominata dalla Polizia di Stato, che ha arrestato tre persone, una delle quali all'epoca dei fatti minorenne, e ne ha denunciate in totale 11. Fondamentale la collaborazione dei dirigenti scolastici. L'operazione, denominata 'Ricreazione', è stata eseguita dalla squadra mobile, che ha eseguito provvedimenti restrittivi emessi dal Gip della Procura iblea. Gli spacciatori si rifornivano a Catania, contattavano i giovani clienti telefonicamente o su Facebook. Gli scambi di droga avvenivano sempre a scuola o nelle piazze di Ragusa luogo di ritrovo dei più giovani. Dalle intercettazioni dei colloqui tra spacciatori ed i loro genitori è emerso che quest'ultimi anziché punire severamente i figli, si occupavano di nascondere la droga o di disfarsene per evitare altri problemi in famiglia.

11:30Tennis: Australia, sorpresa Chung, vola in semifinale

(ANSA) - ROMA, 24 GEN - Il 21enne sudcoreano Hyeon Chung è il terzo semifinalista degli Australian Open, dopo Kyle Edmund e Marin Cilic. Chung, numero 58 del mondo, ha infatti battuto ai quarti l'americano Tennys Sandgren rivelazione del torneo (n. 97 del ranking) con il punteggio di 6-4 7-6 (5) 6-3. Il giovanissimo Chung quindi continua la sua marcia senza perdere terreno e anzi mostrando i denti ai prossimi avversari. Il coreano arriva infatti alle semifinali dopo aver eliminato Sascha Zverev, numero 4 del mondo e Novak Djokovic, attualmente numero 14 del ranking dopo un lungo stop per l'infortunio al gomito e sei volte vincitore a Melbourne. Con l'approdo in semifinale Chung, che ha vinto le Next Gen Finals, arriva dove mai era giunto un giocatore della Corea del Sud. Erano 14 anni che un giocatore così lontano dai vertici mondiali (Chung è il numero 58) non conquistava la semifinale. (ANSA).

11:29Quattro rapine a mano armata, arrestato dalla Polizia

(ANSA) - BOLOGNA, 24 GEN - Quattro rapine a mano armata in altrettanti negozi di Bologna: di questo è accusato Vincenzo De Leonardis, originario di Brindisi e da tempo residente in Emilia, nei confronti del quale il Gip di Bologna Franco Raffa, su richiesta del Pm Gabriella Tavano, ha emesso un'ordinanza di custodia cautelare in carcere eseguita dalla squadra mobile brindisina, su indicazione di quella bolognese. L'indagine della Polizia ha ricostruito le responsabilità dell'arrestato per i 'colpi' del 18 aprile, 26, 28 e 30 maggio 2016 al NaturaSi di via Po, al Bimbostore di via Larga, al supermercato Metà di via Irnerio e alla farmacia Cirenaica di via Bentivogli. Casco integrale in testa, De Leonardis ha minacciato i presenti con una pistola semiautomatica Beretta calibro 9 e si è fatto consegnare in tutto circa 5.000 euro. Lo hanno incastrato le descrizioni dei testimoni e i filmati di videosorveglianza. In una perquisizione è stata anche trovata l'arma. Ora è in carcere a Brindisi. (ANSA).

11:29Filippine: lava vulcano Mayon scesa a 3 km dal cratere

(ANSA) - BANGKOK, 24 GEN - La lava eruttata dal vulcano filippino Mayon è già arrivata fino a tre chilometri al cratere, dopo essere stata sparata a 600 metri di altezza, con nubi di cenere che si estendono fino a cinque chilometri sopra la vetta. Lo ha reso noto l'Istituto filippino di vulcanologia e sismologia. L'eruzione, finora intermittente, è ancora in corso stamattina, dopo un'esplosione ieri sera, una delle più violente dall'inizio dell'eruzione la settimana scorsa. L'area di evacuazione è stata estesa fino a un raggio di 8 chilometri dal cratere, nel timore che una potente eruzione molto più distruttiva possa avvenire nei prossimi giorni. Finora oltre 56mila persone sono state costrette a lasciare le proprie case.

11:21Maltempo: Senna in piena, Parigi in allerta, chiuse stazioni

(ANSA) - PARIGI, 24 GEN - Senna, Marna e principali fiumi della Francia in piena, Parigi in allerta e militari dispiegati per aiutare la popolazione ad evacuare dai primi centri inondati, come Villeneuve-Saint-Georges, nella banlieue est parigina. A Parigi, dove l'allerta è massima per il livello della Senna, oggi oltre i 6 metri ma previsto in crescita fino a venerdì, cinque stazioni della RER, la metropolitana regionale che attraversa la capitale, sono state chiuse. Si tratta della RER C, che in buona parte costeggia il fiume, passando fra l'altro davanti alla Tour Eiffel. La sindaca Anne Hidalgo ha riunito la cellula di crisi in Comune, "restiamo estremamente vigili", ha annunciato. Il Louvre e il Museo d'Orsay, come nel 2016, hanno spostato le opere custodite nei piani sotterranei al sicuro nel timore di inondazioni. In totale sono 23 i dipartimenti francesi questa mattina in vigilanza "arancio", che precede solo di un grado la massima allerta, "rossa".

11:10Basket: Nba, Lebron James record, 7/o marcatore di sempre

(ANSA) - ROMA, 24 GEN - Un record per entrare nella storia del grande basket americano, ma soprattutto un record che potrà ancora essere ampiamente migliorato. Nella partita di questa notte in Nba fra Cleveland Cavaliers e San Antonio Spurs, infatti il re dei marcatori Lebron James ha messo a segno 28 punti, superando così la fatidica soglia dei 30.mila punti in carriera. Traguardo notevole al quale sono arrivati soltanto sei altri grandi campioni prima di lui. In vetta a questa speciale classifica di marcatori c'è Kareem Abdul-Jabbar (38.387 punti), seguito da Karl Malone (36.928), poi Kobe Bryant (33.643), Michael Jordan (32.292), Wilt Chamberlain (31.419) e Dirk Nowitzki (30.808). Lebron James con i suoi 33 anni è il più giovane di sempre ad aver raggiunto questo traguardo, generalmente ottenuto a fine carriera o quasi. Per il bomber dei Cleveland quindi la salita di qualche gradino è ancora possibile. (ANSA).

Archivio Ultima ora