Carlo Levi e l’emigrazione 1975-2015

Pubblicato il 22 novembre 2015 da redazione

Carlo_Levi

ROMA – La Federazione dei lavoratori emigranti e delle loro famiglie (Filef) ricorda il suo fondatore Carlo Levi, in occasione dei 40 anni dalla sua scomparsa, con una serie di iniziative a lui dedicate e organizzate nelle prossime settimane a Roma, Torino, Reggio Emilia, Salerno e Matera.

Ricorre quest’anno anche l’anniversario della pubblicazione del suo romanzo più famoso, “Cristo si è fermato ad Eboli” (era il 1945) segnala la Filef, – mentre sui temi di cui si occupò l’intellettuale si continua ancora a discutere: questione meridionale, nuove povertà, immigrazione e nuova emigrazione. Attraverso la Filef, fondata nel 1967, Levi ha promosso azioni sociali e politiche e incentivato la nascita di associazioni in grado di difendere i diritti degli emigrati in molti paesi del mondo. Anche la sua attività politica – fu senatore per due legislature – si è concentrata su questo tema.

A Carlo Levi dedicherà un convegno anche il Comitato per le questioni degli italiani all’estero del Senato, in programma il 24 novembre alle ore 14 (Sala Zuccari, Palazzo Giustiniani). L’incontro, intitolato “Carlo Levi senatore, scrittore e pittore a 40 anni dalla morte: uno sguardo partecipato sull’emigrazione italiana”, sarà aperto dal presidente del Senato Pietro Grasso.

Interverranno il senatore Mario Tronti, il professore emerito di Sociologia Enrico Pugliese, il presidente della Filef Francesco Calvanese, Maurizio Spallaccini della Federazione delle Colonie Libere italiane in Svizzera e l’attore Alfonso Liguori. Le conclusioni sono affidate al presidente del Comitato per le questioni degli italiani all’estero del Senato, Claudio Micheloni.

Seguirà il 4 dicembre a Torino presso la Bibliomediateca “Mario Gromo” del Museo del Cinema (via Matilde Serao 8/a) alle ore 16 l’incontro “Ricordare Carlo Levi al tempo dei nuovi esodi”, cui interverranno Fabio Pezzetti Tonion del Museo, Calvanese, Francesco Berrettini della presidenza Filef nazionale e Alfonso Liguori. Previste letture scelte di Carlo Levi seguite dalla proiezione del film “Cristo si è fermato ad Eboli” di Francesco Rosi.

Il 5 dicembre l’appuntamento è alle ore 9 al Museo Cervi di Gattatico di Reggio Emilia per l’incontro “Quando Cristo si fermava a Eboli: il mondo contadino da sud a nord all’epoca di Carlo Levi”. Interverranno Laura Salsi e Stefano Morselli della Filef di Reggio Emilia, Albertina Soliani, presidente della Fondazione Alcide Cervi, lo storico Adolfo Pepe della Fondazione Di Vittorio, Franco Arminio, poeta e direttore del festival “La Luna e I Calanchi”, il docente di storia Romeo Guarnieri, Prospero Cerabona dell’Associazione Carlo Levi e della Fondazione Amendola di Torino, Leana Pignedoli, vice presidente della Commissione Agricoltura del Senato.

Al Teatro dell’Università di Salerno (Fisciano) il 10 dicembre alle ore 9 è in programma “Ricordare Carlo Levi nella giornata dei diritti umani: incontro con gli studenti dell’Università”, aperto dai saluti del Rettore Aurelio Tommasetti e del direttore di Dipartimento Annibale Elia. Prevista l’introduzione del coordinatore Filef Rodolfo Ricci e la proiezione di filmati sulle migrazioni con Maurizio del Bufalo del Festival Cinema dei diritti umani di Napoli.

Seguirà la lettura di passaggi tratti dai discorsi al Senato di Levi di Alfonso Liguori, l’intervento di Enrico Pugliese e il dibattito con gli studenti e i redattori delle radio libere. Parteciperanno inoltre Paolo Ferrero, già ministro della Solidarietà sociale, Grazia Moffa dell’Università di Salerno, Calvanese e Massimo Angrisano della Filef Campania. Alle 11.40 previsto l’intervento del Gruppo della Memoria dell’Università di Salerno seguito da quello dell’avvocato Franco Massimo Lanocita e dal concerto – ore 12.15 – del Conservatorio di Musica “G. Martucci” di Salerno.

Il 18 dicembre sarà invece il Liceo “Carlo Levi – Emanuele Duni” di Matera ad ospitare alle ore 10 il convegno “Il pensiero di Carlo Levi e la nuova emigrazione”. Previsti gli interventi di Piero Lacorazza, presidente del Consiglio regionale della Basilicata, Antonio Sanfrancesco della Filef Basilicata, di Calvanese (Filef nazionale), Franco Vitelli dell’Università di Bari, Ettore Bove dell’Università della Basilicata, Pietro Simonetti della Task force Immigrazione della Regione Basilicata, Mimmo Calbi, docente di Filosofia, Domenico Notarangelo, studioso di Carlo Levi, Massimo Angrisano della Filef Campania, Domenico Guaragna (Filef Basilicata), Michele Speranza (Fiei), Rino Giuliani dell’Istituto Fernando Santi e Rodolfo Ricci.

Un’ulteriore iniziativa in programma a Bari viene annunciata per il 12 febbraio.

Ultima ora

10:19Esplosione bombola gas: muore paziente ricoverato

(ANSA) - NAPOLI, 18 GEN - E' morto il più grave dei tre pazienti ricoverati nel Cardarelli di Napoli in seguito all'esplosione lunedì scorso di una bombola di gas in una piscina. L'uomo, colpito da ustioni profonde su più del 90% del corpo, è deceduto nelle prime ore di questa mattina. Le sue condizioni era apparse subito gravissime. Lo si apprende da fonti della Direzione sanitaria.

10:18Meningite: Napoli, muore in Pronto soccorso Cardarelli

(ANSA) - NAPOLI, 18 GEN - Un uomo di 36 anni è morto a causa della meningite la notte scorsa nel pronto soccorso dell'ospedale Cardarelli di Napoli. Lo si apprende dal direttore generale Ciro Verdoliva il quale fa sapere che l'uomo è giunto in pronto soccorso ''in stato di coma e in imminente pericolo di vita'. Verdoliva sottolinea che sono state attivate, come da protocollo, tutte le profilassi necessarie. ''Non esiste nel Cardarelli alcuna emergenza a seguito di questo caso'' ribadisce per non alimentare ''una psicosi ingiustificata''.

10:16Parigi: identificato kamikaze 13 novembre, era iracheno

(ANSA) - PARIGI, 18 GEN - Gli inquirenti francesi hanno identificato formalmente uno dei due kamikaze che il 13 novembre 2015 si fecero esplodere allo Stade de France di Saint-Denis. Si trattava, si apprende questa mattina, di un iracheno con falso passaporto siriano, proveniente da Mosul. L'Isis, aggiungono gli inquirenti, indennizzò la famiglia del ventenne Ammar Ramadan Mansour Mohamad al Sabaawi con un risarcimento di 5.000 dollari americani e con un gregge di pecore.

08:22Contrabbando carburante in Sicilia, 14 arresti

(ANSA) - CATANIA, 18 GEN - Oltre 150 finanzieri del Comando provinciale di Catania, a conclusione di un'indagine coordinata dalla locale Procura distrettuale, stanno eseguendo 29 misure cautelari personali, di cui 14 arresti domiciliari e 15 provvedimenti di obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria e il sequestro preventivo di 25 impianti di distribuzione stradale di carburante nelle province di Catania, Ragusa, Siracusa ed Enna. Agli indagati è contestata l'associazione a delinquere finalizzata al contrabbando di prodotti petroliferi immessi nel mercato nazionale in evasione d'imposta (accise e iva), utilizzo ed emissione di fatture per operazioni inesistenti, falso ideologico, frode in commercio e turbata libertà del commercio. I particolari dell'operazione saranno resi noti durante una conferenza stampa che si terrà alle 10.30 nella sede del Comando provinciale della Guardia di finanza di Catania. (ANSA).

03:26Terremoti, scossa magnitudo 3.4 in provincia di Messina

(ANSA) - ROMA, 18 GEN - Una scossa di terremoto di magnitudo 3.4 è stata registrata alle 22:20 di ieri sulla costa nordest della Sicilia, in provincia di Messina. Secondo i rilevamenti dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 6 km di profondità ed epicentro tra Longi e Frazzanò. Non si segnalano danni a persone o cose. Un'altra scossa, di magnitudo 3, è stata poi registrata alle 23:50 al largo delle isole Eolie, con ipocentro a 14 km di profondità ed epicentro 13 km a sudovest di Leni (isola di Salina). Anche in questo caso non si segnalano danni.

01:19Calcio: 3-2 al Bologna, Inter ai quarti di Coppa Italia

(ANSA) - ROMA, 17 GEN - L'Inter vola ai quarti di finale di Coppa Italia, battendo il Bologna 3-2 a San Siro. Ma la squadra di Pioli ha avuto bisogno dei tempi supplementari per eliminare i rossoblù che, sotto 2-0, erano riusciti a mettere a segno la rimonta: l'Inter passa in vantaggio al 34' grazie al gol-capolavoro di Murillo. Il colombiano, sul corner di Joao Mario, batte Da Costa con una rovesciata spettacolare. Cinque minuti più tardi arriva il raddoppio con Palacio. Ma il Bologna trova la forza per reagire e al 43' riapre il match con il gol di Dzemaili. Nella ripresa arriva il pari, grazie alla rete di Donsah al 28'. Rimonta completata per la squadra di Donadoni che costringe così Pioli ai tempi supplementari. All'8 del primo extra time però l'Inter si riporta in vantaggio con Candreva che decide così la sfida e manda i nerazzurri avanti.

23:43Calcio: Coppa d’Africa, Mali-Egitto 0-0

(ANSA) - ROMA, 17 GEN - Esordio in Coppa d'Africa senza reti per l'Egitto di Hector Cuper e del giallorosso Salah. I Faraoni infatti sono stati fermati sullo 0-0 dal Mali, in un match valido per il girone D del torneo.

Archivio Ultima ora