Economia Usa accelera, più vicino l’aumento dei tassi Fed

Pubblicato il 24 novembre 2015 da redazione

stati uniti, usa, fed, rialzo tassi

NEW YORK. – L’economia americana accelera. E un aumento dei tassi di interesse da parte della Fed si avvicina. Il pil nel terzo trimestre cresce più delle attese, salendo del 2,1% rispetto al +1,5% previsto inizialmente. La volata americana non spinge però le borse, pesanti per le tensioni geopolitiche con il jet russo abbattuto in Turchia.

Milano perde l’1,55%, con il settore del lusso il più colpito dall’ondata di vendite che ha travolto tutti le piazze finanziarie europee. Dopo un avvio negativo, Wall Street torna positiva, anche se le compagnie aree frenano con il possibile impatto sul turismo dell’allarme americano sui viaggi per le crescenti minacce terroristiche. A pesare sui colossi dei cieli anche il balzo del petrolio, tornato a salire con la crisi in Medio Oriente.

L’accelerazione americana, con la ripresa del mercato immobiliare i cui prezzi sono saliti del 5,5%, aumenta le chance di una stretta della Fed alla prossima riunione. Un rialzo in parte già digerito dagli operatori, il cui impatto però resta ancora da definire, soprattutto per i mercati emergenti. E per gli effetti della possibile direzione opposta della Bce che, il prossimo mese, potrebbe decidere un ampliamento del proprio paino di acquisti.

L’Europa e gli Stati Uniti non vanno in direzioni opposte di politica monetaria dal maggio del 1994, quando l’euro e la Bce ancora non esistevano.

Il 4 dicembre prossimo sarà diffuso il dato sul mercato del lavoro, l’ultimo tassello per la Fed per definire lo stato di salute dell’economia americana prima della riunione. ”I dati sono incoraggianti, soprattutto sul mercato del lavoro. Se continuerà l’ipotesi di un aumento dei tassi a dicembre si rafforza” ha detto il presidente della Fed di San Francisco, John Williams, nei giorni scorsi.

Motore della crescita americana sono le scorte delle aziende e i consumi, che continuano a crescere. Una buona notizia arriva anche dai salari in aumento, che rassicurano sui consumi nel breve periodo e tranquillizzano il presidente della Fed, Janet Yellen. La ripresa anche se più veloce della attese è definita a ‘tartaruga’ da Goldman Sachs.

”La crescita è stata abbastanza buona da consentire il raggiungimento di buoni progressi sul mercato del lavoro. Ci attendiamo che l’economia americana raggiunga la piena occupazione nei prossimi 12 mesi. la ripresa a tartaruga sembra avvicinarsi alla fine”.

Gli analisti prevedono che in novembre i posti di lavoro creati saranno 200.000, con il tasso di disoccupazione che calerà al 4,9%, scendendo sotto la soglia psicologica del 5%, considerata quella vicina alla piena occupazione. L’aumento del 2,1% del pil è superiore all’1,5% precedentemente stimato. Ma al di sotto del 3,9% del secondo trimestre. La crescita dovrebbe attestarsi al 2,5% nel 2015, in linea con il +2,4% dell’anno scorso.

Plaudendo alla crescita spinta dalla domanda interna, la Casa Bianca invita il Congresso ad approvare misure che promuovano la ripresa, sulla quale pesa il rallentamento della domanda estera. Il caro dollaro rende i prodotti americani più costosi all’estero e la domanda cinese è in frenata, inceppando la macchina delle esportazioni americane scese in ottobre del 2,6% a 123,30 miliardi di dollari.

Ultima ora

07:51Venezuela: Maduro, agli ordini popolo se mi vuole candidare

(ANSA) - CARACAS, 23 GEN - Il presidente del Venezuela, Nicolas Maduro, ha detto oggi che è "agli ordini delle forze rivoluzionarie" se lo vogliono proporre come "candidato della patria" per le elezioni presidenziali che si svolgeranno entro la fine del prossimo mese di aprile, secondo quanto deciso oggi dall'Assemblea Costituente. "Io sono solo un umile lavoratore, un operaio del popolo, ma se il Psuv e il Grande Polo Patriottico (partito e coalizione di governo, Ndr), se i lavoratori, le donne e i giovani pensano che io debba essere il candidato della patria delle forze rivoluzionarie, allora io sono agli ordini per una candidatura presidenziale", ha detto Maduro alla stampa. L'erede di Hugo Chavez ha aggiunto che "in questo modo Venezuela dice al mondo che più ci imporranno sanzioni e più convocheremo elezioni" perché nel suo paese "non decide Donald Trump né le elite dominanti dell'Unione Europea, non decidono gli imperi, decide il popolo".

06:20Libia: attentato Bengasi, sale a 27 bilancio morti

(ANSA) - BENGASI, 24 GEN - E' salito ad almeno 27 morti il bilancio delle esplosioni provocate ieri sera da due autobomba davanti ad una moschea a Bengasi. I feriti sono oltre 30. Il portavoce delle forze militari e della polizia della città, il capitano Tarek Alkharraz, ha detto che la prima autobomba e' esplosa nel quartiere di Salmani verso le 8:20 ora locale (le 7:20 in Italia) e la seconda mezz'ora più tardi, mentre i residenti ed il personale medico evacuavano i feriti.

23:26Vino adulterato: pm chiede rinvio a giudizio per 9 persone

(ANSA) - FIRENZE, 23 GEN - Commercializzavano vino di bassa qualità, adulterato con l'aggiunta di alcol, che poi veniva venduto come Chianti doc, Brunello di Montalcino o Sassicaia. Al termine dell'inchiesta condotta dai carabinieri del Gruppo tutela della salute di Roma e del Nas di Firenze e coordinata dalla Dda fiorentina, il pm Giulio Monferini ha chiesto il rinvio a giudizio per 9 persone. Il gip Fabio Frangini ha fissato la prima udienza il 5 aprile. L'inchiesta, avviata nel 2015, portò all'arresto di 3 persone (poi ai domiciliari) mentre altre 7 vennero iscritte nel registro degli indagati. Le accuse vanno dall'associazione per delinquere per frode in commercio alla contraffazione di marchio e origine del vino, dalla frode in commercio alla vendita di sostanze non genuine e riciclaggio. Il vino dopo essere adulterato veniva imbottigliato in un'azienda di Empoli, dove poi erano apposte false etichette prima di inviarlo a dei depositi in Lazio e Emilia Romagna. Da qui partiva per l'estero, in particolare per il Costa Rica.

23:15Fotografia: ‘Sangue bianco’,leucemia raccontata con immagini

(ANSA) - SIENA, 23 GEN - Immagini in mostra, accompagnate dalle parole di un libro, per raccontare la vita con la leucemia. E' 'Sangue bianco', esposizione della fotografa Marta Viola al via dal 2 febbraio alla galleria Seipersei di Siena. Poco più di un anno dopo il trapianto, Viola ha documentato con una serie di scatti la sua esperienza con la malattia, componendo una sorta di personale diario visivo, arricchito da pensieri messi nero su bianco. "La fotografia e la scrittura sono stati i mezzi utilizzati per vivere le mie giornate dopo la diagnosi di leucemia acuta mieloide - spiega Marta -. Inizialmente l'idea di fotografare si è imposta a causa di un disturbo visivo: tra i vari effetti della malattia c'erano anche fluorescenze e sfocature. Ho pensato di fare foto ogni volta che intravedevo qualcosa che mi incuriosiva, così avrei avuto modo di vederlo bene quando sarei stata meglio". Fotografa professionista, classe 1986, Viola lavora per cooperative sociali e associazioni, oltre che nel campo della comunicazione.

21:56Consiglio Liguria unito nel dire sì all’autonomia

(ANSA) - GENOVA, 23 GEN - Il Consiglio regionale della Liguria ha approvato all'unanimità dei votanti (Rete a sinistra /LiberaMente Liguria, gruppo di opposizione, non ha partecipato al voto) una risoluzione per chiedere una maggiore autonomia della Liguria dallo Stato. Il documento, sottoscritto da maggioranza e opposizione, impegna la Giunta Toti a "proseguire il confronto con il Governo per definire i contenuti di un'intesa, con il coinvolgimento del Consiglio regionale". "Abbiamo approvato all'unanimità il documento sull'autonomia - dice il governatore Giovanni Toti - Siamo in marcia, tutti insieme, verso un futuro di maggiore efficienza, libertà e vicinanza della politica ai cittadini". "Prendiamo atto della mancanza di volontà da parte di Toti a dare la parola ai cittadini attraverso un referendum sull'autonomia", commenta il M5S. Il Pd ha espresso soddisfazione per "l'approvazione all'unanimità di una sua mozione sull'autonomia finanziaria dei porti liguri che consentirà di finanziare opere infrastrutturali strategiche".

21:48Strage bus ungherese su A4:presentata denuncia contro ignoti

(ANSA) - VERONA, 23 GEN - Una piastra di ferro in disuso, con pezzi sporgenti, che sarebbe stata presente sull'autostrada al di la' del guardrail, è l'elemento che ha portato l'Associazione Italiana familiari vittime della strada a presentare in Procura a Verona una denuncia contro ignoti, per disastro colposo, in relazione all'incidente del 20 gennaio 2017 che vide 16 studenti ungheresi morire nel rogo del loro pullman. Basandosi su un documento redatto da esperti ungheresi, sarebbero state individuate - sostiene l'Aifvs - presunte responsabilità "da parte del gestore del tratto autostradale, dei progettisti e dei manutentori". Stando a questa ipotesi, la piastra di ferro in disuso, presente sul luogo dell'incidente, potrebbe aver causato l'esplosione degli pneumatici del bus, che contribuì a modificarne la traiettoria in uscita di strada, portandolo a schiantarsi contro il pilone della A4 e incendiandosi. Per quel disastro è indagato per omicidio stradale l'autista del pullman, un 52enne ungherese, che sopravvisse all'incidente.

21:42Tramvia: Firenze, tratto nuove linee da rifare, già smontato

(ANSA) - FIRENZE, 23 GEN - Un tratto dei binari delle nuove linee tramviarie in corso di realizzazione a Firenze nell'area vicina alla stazione, dovrà essere smontato e ricostruito da capo: ne dà notizia Tram spa, la società che sta curando i lavori, spiegando che lo "smontaggio, iniziato oggi, si è reso necessario perché le procedure di qualità hanno verificato difformità rispetto al progetto nell'esecuzione dei lavori". Si tratta di un segmento di circa 25 metri tra via Valfonda, Villa Vittoria e piazza Bambine e Bambini di Beslan. La difformità riscontrata, informa Tram spa, "consiste in un dislivello di circa 10 centimetri che dovrà essere riportato alla quota di progetto. In concreto i binari saranno smontati, si procederà alla demolizione puntuale della soletta che poi sarà rifatta alla giusta quota". Le operazioni dureranno due settimane. Per l'assessore alla mobilità Stefano Giorgetti: "ci preoccupa molto. Ma abbiamo chiesto e ricevuto rassicurazione sul rispetto dei tempi dei lavori".

Archivio Ultima ora