Renzi da Hollande, uniti contro il terrore

Pubblicato il 26 novembre 2015 da redazione

renzi_hollande

PARIGI. – Per “distruggere” l’Isis serve una “coalizione sempre più ampia” e un approccio che non sia solo militare ma passi anche per un forte lavoro diplomatico e culturale. Diplomatico, necessario e fondamentale in Siria, ma anche in Libia, che rischia di diventare la “prossima emergenza”. Culturale per evitare che ragazzi nati e cresciuti in Europa si trasformino in macchine da guerra.

Nel giorno in cui David Cameron chiede al parlamento il via libera per i raid in Siria e la Germania annuncia che vi invierà Tornado e navi, Matteo Renzi è a Parigi da Hollande per assicurare unità contro il terrore. E dopo l’incontro istituzionale all’Eliseo si sposta alla Sorbona, la “culla” della cultura, dove studiava anche la vittima italiana del 13 novembre Valeria Solesin e dove il premier, rilanciando il suo appello all’investimento in cultura per combattere il terrorismo, ottiene una standing ovation.

Chiedendo un impegno solenne in memoria delle vittime: non rinunciare mai a vivere liberi. Ma non solo: Renzi esorta le comunità islamiche europee a “condannare senza ambiguità gli attentati”, perché, dice, “la lotta contro il terrorismo non ammette defezioni”. E invita l’Europa a “serrare i ranghi”, evitando ulteriori “strappi”.

Ce ne sono già molti, assicura, con un accenno al rischio Brexit. Ma il rischio maggiore, scandisce “è lo strappo tra le istituzioni e i cittadini”. Il colloquio di primo mattino all’Eliseo con il presidente francese, in partenza per un delicatissimo faccia a faccia con Putin, dura più del previsto.

Come ha già fatto durante gli incontri con Cameron prima e con Angela Merkel poi, Hollande invoca “un’azione militare comune” per sconfiggere l’Isis. Esortazione alla quale il premier risponde affermando che l’Italia conferma tutti suoi impegni in ambito europeo. “Siamo impegnati a livello militare, in molti casi con la Francia, e penso al Libano ma non solo: anche all’Iraq, alla Siria, Afghanistan, Kosovo e Africa”.

L’Italia c’è insomma e per sconfiggere l’Isis bisogna lavorare a tutto tondo. A partire da un maggiore scambio delle informazioni di intelligence all’interno dell’Ue, vero tallone d’Achille emerso chiaramente dopo la tragedia di Parigi. “E’ la lezione più importante che si può trarre dagli attentati del 13 novembre”, dice Renzi.

La risposta dell’Europa agli attacchi del venerdì nero parigino è stata “dura”, ma non basta. Senza uno scambio maggiore di informazioni, senza una collaborazione più forte tra gli Stati membri si rischia di non riuscire a contrastare adeguatamente un fenomeno che ha a disposizione molti strumenti, a partire dalle informazioni che corrono sul web.

E poi c’è la sfida culturale, la più difficile ma forse la più importante a lungo termine. E che fa ottenere al premier il plauso della ministra francese dell’Istruzione, Najat Vallaud-Belkacem: “Matteo ha ragione: la barbarie dei terroristi non si batte solo con gli interventi militari e la sicurezza, che sono comunque fondamentali, ma anche attraverso la scuola, l’università e la cultura”.

E allora, ripete il premier, per ogni euro investito in sicurezza ce ne vuole uno investito in cultura.

(dell’inviata Paola Tamborlini/ANSA)

Ultima ora

00:51Vaccini: Camera conferma fiducia a governo, 305 sì

(ANSA) - ROMA, 28 LUG - La Camera conferma la fiducia al governo sul decreto legge vaccini con 305 voti a favore, 147 contrari e due astenuti. L'esame del testo proseguirà dalle 9, con le votazioni relative agli ordini del giorno. Il voto finale e definitivo sul provvedimento è previsto alle 12 dopo le dichiarazioni di voto che verranno trasmesse in diretta televisiva a partire dalle 10.

23:02Calcio:Montella,ottima vittoria ma non sottovalutare ritorno

(ANSA) - MILANO, 27 LUG - "Il risultato è ottimo ma non ci lascia tranquilli, non possiamo sottovalutare la partita di ritorno, in cui saremo più avanti sul piano fisico e tecnico". Vincenzo Montella commenta così il successo per 1-0 con cui il suo Milan ha vinto l'andata del preliminare di Europa League in trasferta contro i romeni del Craiova. "Non mi potevo aspettare di più, il Craiova ci ha messo in difficoltà perché era più avanti di noi nella preparazione e ha giocatori abili. Mi è piaciuto il modo con cui la squadra si approccia alla sofferenza - ha detto Montella a Sky dopo la partita in Romania -. Siamo stati un po' scolastici. Si sta inserendo qualche calciatore, siamo in costruzione e ci sarà tempo per costruire. Il mio compito è portare avanti più giocatori possibili". Il risultato è stato anche salvato da una prodezza di Gianluigi Donnarumma. "Donnarumma ha fatto una parata importantissima, in un momento decisivo della partita''.

22:24Calcio: Europa League, Craiova-Milan 0-1

(ANSA) - ROMA, 27 LUG - Il Milan batte 1-0 (1-0) la squadra romena del Csu Craiova nella partita di andata del terzo turno preliminare di Europa League. In gol per i rossoneri Rodriguez al 44' pt

21:45Sospeso processo disciplinare a Emiliano

(ANSA) - ROMA, 27 LUG - Sospeso il processo disciplinare al governatore della Puglia Michele Emiliano con invio degli atti alla Consulta. È quanto ha deciso la sezione disciplinare del Csm nel procedimento a Emiliano, magistrato in aspettativa sotto accusa per la sua attività politica come dirigente del Pd. La Consulta dovrà verificare la legittimità costituzionale della norma che prevede come illecito disciplinare per un magistrato, anche se fuori, l'iscrizione ad un partito politico. "Sono molto soddisfatto, avevo più volte detto che c'era un forte dubbio interpretativo e che ci fosse la necessità di un chiarimento. Indipendentemente da come deciderà la Corte Costituzionale, il Csm ha ritenuto che la questione di legittimità da noi sollevata possa avere fondamento". Lo ha detto Michele Emiliano, commentando la decisione della sezione disciplinare del Csm di sospendere il procedimento a suo carico e trasmettere gli atti alla Consulta.

21:03Calcio: Nainggolan, ho dimostrato di voler rimanere

(ANSA) - ROMA, 27 LUG - "Ho dimostrato quello che ho sempre voluto. Sono contento di continuare insieme". Sono le prime parole di Radja Nainggolan appena apposta la firma sul nuovo contratto che lo legherà alla Roma fino al 2021. Da Boston, dove i giallorossi sono in tournée, ha espresso soddisfazione anche il patron giallorosso James Pallotta: "Siamo felici che Radja si sia impegnato con noi a lungo termine nella fase più importante della sua carriera", ha dichiarato il presidente della Roma. "Nell'ultima stagione - ha concluso Pallotta - si è dimostrato uno dei migliori centrocampisti del mondo e non è stata una sorpresa che il suo nome sia stato accostato a quello di alcuni dei più grandi club europei. Ma non c'è mai stata la possibilità che andasse altrove, ama la Roma e noi siamo felici di averlo qui".

20:49Calcio: Mihajlovic promuove il Toro, felice Belotti resti

(ANSA) - TORINO, 27 LUG - Niente Guingamp per Andrea Belotti. L'attaccante del Torino, che nel ritiro di Bormio si è fermato per un affaticamento muscolare, non partirà per la Francia, dove sabato i granata sono impegnati in amichevole. "Ha avuto un leggero infortunio e non verrà", conferma il tecnico Sinisa Mihajlovic, soddisfatto della permanenza del giocatore. "Il presidente Cairo è stato chiaro, o clausola dall'estero o basta - sottolinea l'allenatore al sito internet del club - e lui è sereno e tranquillo". "Sono felice che sia rimasto con noi. C'è un rapporto di grande stima, fiducia e affetto", osserva il mister. Il mercato, però, è aperto fino alla fine di agosto e potrebbero esserci delle sorprese. "Noi tutti lavoriamo per il bene del Toro - taglia corto Mihajlovic - qui non ci saranno mai musi lunghi". Dopo venti giorni di ritiro, il bilancio dell'allenatore è positivo. "Ho visto impegno, voglia di far bene, applicaizone, generosità.

20:46Calcio: Roma, Nainggolan rinnova fino al 2021

(ANSA) - ROMA, 27 LUG - Radja Nainggolan ha rinnovato il suo contratto con la Roma. Il belga resterà in giallorosso fino al 2021.

Archivio Ultima ora