Pensioni: l’Ocse bacchetta l’Italia, servono altri sforzi

Pubblicato il 01 dicembre 2015 da redazione

A young protestor gestures as he marches during a demonstration  (AP Photo/Andres Kudacki)

A young protestor gestures as he marches during a demonstration (AP Photo/Andres Kudacki)

ROMA. – L’Italia ha fatto importanti riforme del sistema previdenziale in direzione dell’aumento dell’età di uscita dal lavoro e della riduzione della spesa futura ma perché il sistema sia finanziariamente sostenibile sono necessari “ulteriori sforzi negli anni a venire”. Il rapporto Ocse “Pensions at a glance 2015″ presentato oggi dà atto al nostro Paese di aver intrapreso un cammino virtuoso ma sottolinea che quanto fatto finora non basta.

Un intervento di riequilibrio, invece, chiede il presidente dell’Inps Tito Boeri che fotografa la realtà creata dalle recenti riforme e racconta il paradosso che vivrà la generazione nata negli anni ’80: andrà a riposo più tardi, a 70 anni, con una pensione più povera del 25% rispetto ai settantenni di oggi. L’Ocse guarda ai dati macro.

Il nostro Paese ha la spesa previdenziale più alta dopo la Grecia rispetto al Pil (15,7% nel 2013 a fronte dell’8,4% medio nell’Ocse) e contributi previdenziali sul lavoro dipendente rispetto alla retribuzione al 33%, percentuale top tra i Paesi Ocse. I pensionati attuali – emerge dal Rapporto – hanno tassi di sostituzione netta rispetto al salario medio, vicini all’80% a fronte del 63% medio dei paesi più sviluppati e assegni in media largamente superiori ai contributi versati.

Con la riforma del 2011 – spiega l’Ocse – sono state adottate importanti misure per ridurre la generosità del sistema, in particolare attraverso l’aumento dell’età pensionabile e la sua perequazione tra uomini e donne ma l’invecchiamento della popolazione continuerà ad esercitare pressioni sul finanziamento del sistema”.

L’Ocse sottolinea che la sentenza della Corte Costituzionale sulla mancata perequazione nel 2012-13 per le pensioni superiori a tre volte il minimo e i rimborsi decisi dal Governo ”avranno un impatto sostanziale sulla spesa pubblica”.

Nel breve periodo vanno cercate risorse per ridurre al minimo l’impatto della sentenza mentre nel lungo periodo bisognerà stimolare la partecipazione dei lavoratori anziani al mercato del lavoro. Se infatti il tasso di occupazione degli over 55 in Italia è aumentato di 15 punti (dal 31% al 46%) negli ultimi 10 anni è anche vero che questo è ancora di molto inferiore alla media Ocse (57%).

Gli anziani inoltre – secondo quanto ha spiegato il presidente Inps, Tito Boeri presentando il Rapporto – sono stati colpiti dalla crisi economica in misura minore rispetto alle altre fasce di età. Oggi vivono in una situazione di povertà relativa il 9,3% degli over 65 contro il 12,6% medio della popolazione totale. Il rischio di povertà – sottolinea il Rapporto – si è trasferito dagli anziani ai giovani. Il 15% delle persone tra i 18 e i 25 anni sono povere”.

E la situazione di chi è giovane oggi rischia di essere difficile anche in futuro. La pensione di chi è nato nel 1980 – si legge in una simulazione Inps – sarà del 25% inferiore a quella che percepisce chi è nato nel 1945 e oggi ha 70 anni, tenendo conto anche del fatto che l’assegno sarà percepito per molto meno tempo. Circa tre su 4 dei pensionati nati nel 1945 è uscito dal lavoro prima dei 60 anni. Per chi è nato nel 1980 le proiezioni dicono che sarà possibile andare in pensione prima dell’età di vecchiaia (70 anni nel 2050) in meno del 40% dei casi.

I sindacati ribadiscono il no a nuovi interventi di ‘stretta’ sul sistema previdenziale. ”La tenuta finanziaria del nostro sistema previdenziale – dice il segretario confederale Cgil Vera Lamonica – non è a rischio, di certo lo è l’entità delle prestazioni per ampie fasce della popolazione: basta riforme per fare cassa, si restituisca equità e solidarietà al sistema.

“L’Italia – avverte il segretario confederale Cisl Maurizio Petriccioli – è il Paese che più di ogni altro, fra quelli dell’area Ocse, ha realizzato, negli ultimi 20 anni, interventi legislativi che hanno messo in sicurezza la sostenibilità finanziaria del sistema pensionistico, trascurandone semmai la sostenibilità sociale”. Il rapporto Ocse – afferma il segretario confederale Uil Domenico Proietti – “continua a perseverare nell’errore di quantificare la spese per le pensioni al 15,7%, non tenendo conto che questo dato somma la spesa previdenziale con quella assistenziale”.

Ultima ora

21:53Migranti: media, 6,6 milioni in attesa di venire in Europa

(ANSA) - BERLINO, 23 MAG - Fino a 6,66 milioni di migranti attendono nei Paesi nordafricani, in Turchia e in Giordania di mettersi in viaggio verso l'Europa. Secondo la Bild il dato, aggiornato a fine aprile, è contenuto in un documento riservato delle autorità di sicurezza tedesche. A fine gennaio si trattava di 5,95 milioni di persone. In concreto fino a 3,3 milioni di migranti sono in attesa in Turchia (400.000 in più rispetto a gennaio), fino a un milione in Libia (-200.000), altrettanti in Egitto (+500.000), fino a 720.000 in Giordania (+10.000), fino a 430.000 in Algeria (+30.000), fino a 160.000 in Tunisia (+10.000) e fino a 50.000 in Marocco (-10.000). Inoltre 79.000 rifugiati (+1.000) sono bloccati lungo la rotta balcanica, di cui 62.500 in Grecia. Stando al documento, fino alla fine di aprile sono sbarcati in Italia 37.300 migranti, il 55% dei quali arrivano da Nigeria, Bangladesh, Guinea, Costa d'Avorio e Gambia.

21:38Calcio: Lega di Serie B, Corradino candidato alla Presidenza

(ANSA) - ROMA, 23 MAG - ''Una candidatura per unire la Lega e trovare una soluzione politica alla nostra governance''. Parola di Andrea Corradino, candidato alla presidenza della Lega di Serie B, che a due giorni dalla Assemblea Elettiva della LNPB, prevista per giovedì 25 maggio, aggiunge: ''sento il dovere istituzionale e morale di offrire, in prima persona, una soluzione alla complessa situazione che la nostra Lega sta fronteggiando da qualche settimana, nella ricerca della ricostituzione dell'organo di presidenza dopo le dimissioni di Abodi''. ''Ho cercato in questi mesi di Vice Presidente facente funzioni - aggiunge Corradino - di garantire, con senso di responsabilità, rispetto per il ruolo e impegno, la più alta rappresentatività della Lega, supportato dal prezioso contributo dei consiglieri, ai quali ho costantemente riportato le risultanze della mia attività, coadiuvato dall'operato del Direttore generale e della sua struttura''.

21:15Totti: Monchi, col Genoa ultima in campo poi vedremo futuro

(ANSA) - ROMA, 23 MAG - "A Roma Totti è un idolo, domenica dirà addio alla carriera da calciatore nella partita contro il Genoa e vedremo quale sarà il suo futuro". In attesa che il diretto interessato riveli pubblicamente la propria scelta, il ds giallorosso Monchi ribadisce che per la società il tempo di Francesco Totti calciatore scadrà domenica con l'ultima di campionato all'Olimpico. "Francesco ha tanta esperienza e ciò basta per dare il suo contributo. Nel mio caso sicuramente avrò molto da imparare da lui - aggiunge l'ex dirigente del Siviglia all'emittente radiofonica spagnola Canal Sur Radio -. Per me è ancora una situazione strana vivere e lavorare a Roma. E' complicato e ho ancora dei sentimenti contrastanti. Il calcio in Italia e in particolare a Roma si vive in modo molto caldo, tutto quello che viene fatto è molto amplificato. In questo senso ricorda molto la Spagna, in particolare la questione legata ai tifosi".

21:13Morta triatleta tedesca travolta da camion in Romagna

(ANSA) - BOLOGNA, 22 MAG - E' morta all'ospedale Bufalini di Cesena Julia Viellehner, 31 anni, triathleta tedesca, rimasta vittima di un incidente stradale in allenamento al Passo delle Forche, nel forlivese, il 15 maggio. I suoi organi sono stati trapiantati. Lo ha reso noto un comunicato dell'Ausl di Romagna: "Si comunica che, alle ore 19.21 odierne, il Collegio Medico ha accertato il decesso dell'atleta tedesca Julia Viellehner, da lunedì 15 maggio ricoverata nel reparto di Terapia Intensiva 2 dell'Ospedale Bufalini di Cesena, a seguito del gravissimo politrauma subito nell' incidente stradale occorso in quella stessa data. La Direzione dell'Azienda Usl della Romagna desidera ringraziare la famiglia, che ha voluto dare corso alla volontà manifestata in vita da Julia , acconsentendo alla donazione di organi e tessuti prelevati a scopo di trapianto terapeutico". L'atleta tedesca era stata agganciata da un camion e trascinata sull'asfalto mentre si stava allenando in bicicletta. (ANSA).

20:41Rai: Di Maio, Campo Dall’Orto vada avanti

(ANSA) - ROMA, 23 MAG - "Come dice il M5s, se Campo Dall'Orto non va bene a Renzi è perché avrà detto qualche No di troppo, e chi dice No all'establishment per noi deve andare avanti". Lo ha detto il vicepresidente M5s della Camera, Luigi Di Maio, a Montecitorio.

20:39La 48^ Verzegnis Sella Chianzutan è gara-test per l’Alfa 4C

(ANSA) - ROMA, 23 MAG - La 48/a Verzegnis-Sella Chianzutan è la cronoscalata delle mille occasioni. Dopo il connubio con il 100° Giro d'Italia e aver annunciato il pienone di 250 iscritti, l'evento del 26-28 maggio organizzato dalla E4Run è confermato come gara-test per l'ammirata silhouette basata sull'Alfa Romeo 4C che domenica scorsa ha mosso i primi passi alla Sarnano-Sassotetto. Marco Gramenzi, pilota e promotore del nuovo progetto, e lo staff impegnato nella preparazione dell'auto hanno ricevuto gli ultimi elementi necessari all'effettivo completamento e ora il 5 volte campione italiano annuncia la sua presenza a Verzegnis, che del Campionato Italiano Velocità Montagna 2017 è terza prova, con validità per la FIA International Hill Climb Cup e per diverse altre serie nazionali ed estere. L'auto del driver teramano è denominata MG-AR1 Furore, monta un motore Zytek V8 3 litri di cilindrata proveniente dalla F.3000

20:36Calcio: studenti Firenze premiano Bernardeschi

(ANSA) - FIRENZE, 23 MAG - "Ringrazio i giovani che mi hanno votato e li invito a inseguire i loro sogni con umiltà e sacrificio". Lo ha detto Federico Bernardeschi ritirando oggi in Palazzo Vecchio il 36/o Trofeo Assi Giglio Rosso. Il n.10 della Fiorentina e della Nazionale è stato il più votato dai 3500 studenti delle scuole fiorentine, precedendo il compagno di squadra Federico Chiesa e la squadra della Fiorentina Women's, vincitrice della Serie A femminile. Intanto Bernardeschi continua ad essere al centro di voci di mercato, voci alimentate anche dal fatto che il giocatore non ha ancora risposto alla proposta di prolungamento avanzata qualche mese fa dalla società viola. Nel frattempo domenica si concluderanno le celebrazioni per i 90 anni della Fiorentina Prima del fischio d'inizio del match con il Pescara sfileranno in campo i protagonisti della stagione 2003/2004 che vide la Fiorentina di tornare in A a 2 anni dal fallimento dopo aver vinto lo spareggio di B con il Perugia.

Archivio Ultima ora