Doping: Giomi, le vittime sono gli atleti

(ANSA) – ROMA, 3 DIC – “Nessun rappresentante dell’atletica italiana è stato trovato positivo, di cosa parliamo?”. È lo sfogo del presidente della Fidal Alfio Giomi all’indomani della richiesta di squalifica di 26 azzurri da parte della Procura antidoping. “Ho fiducia che la giustizia farà il suo corso – aggiunge – Ma la Federazione difenderà gli atleti, perché sono le vittime. Continueremo a programmare il lavoro per Rio con tutti quegli atleti dentro, perché non ci sfiora nemmeno l’idea che possano essere condannati”.

Condividi: