Brasile: impeachment contro Dilma apre tsunami politico

Pubblicato il 03 dicembre 2015 da redazione

dilma

RIO DE JANEIRO. – Si aggrava la crisi politica in Brasile, che vive una fase recessiva acuta anche dal punto di vista economico: il mandato della presidente della Repubblica, Dilma Rousseff (rinnovato per altri quattro anni alle scorse elezioni del 2014) corre il rischio di terminare prima del tempo.

Il presidente della Camera dei deputati di Brasilia, Eduardo Cunha, ha infatti accolto una richiesta di ‘impeachment’ mossa contro di lei dalle opposizioni al suo governo, accusato di aver violato la Legge di responsabilità fiscale. La decisione, piombata come una bomba nelle stanze del potere, scatena anche una guerra aperta tra due delle più alte cariche dello Stato: Rousseff e Cunha – da mesi su posizioni divergenti – ormai si attaccano reciprocamente anche nei discorsi ufficiali.

“Io non ho conti in Svizzera, né sono sospettata di aver stornato denaro pubblico”, ha detto Dilma riferendosi alle denunce di corruzione a carico di Cunha per il presunto coinvolgimento nello scandalo di tangenti dentro Petrobras. “Tutti sanno che non sono una ladra”, si è poi sfogata Rousseff con il suo entourage.

Pesantissima la replica del presidente della Camera. Dilma “ha mentito alla nazione”, ha affermato Cunha, secondo cui il governo avrebbe tentato la strada dello “scambio di favori”: ottenere il via libera all’approvazione di una polemica manovra fiscale in cambio della protezione del mandato di Cunha nel processo aperto contro di lui nel Consiglio di etica, dopo la scoperta di conti segreti in Svizzera a suo nome.

“Chi sta mentendo é il presidente della Camera”, ha ribadito pochi minuti dopo il ministro della Casa civile, Jaques Wagner. Per la stampa brasiliana, l’ok all’impeachment è stato una evidente “ritorsione” da parte di Cunha contro la presidente: il Partito dei lavoratori (Pt) di Dilma poche ore prima aveva annunciato di essere a favore dell’azione disciplinare contro Cunha per “condotta incompatibile con il decoro parlamentare”.

La “messa in stato di accusa” di Dilma non significa comunque destituzione immediata: a partire da questo momento, infatti, l’iter dell’impeachment si snoderà attraverso fasi lunghe e complesse, che prevedono la creazione (già lunedì prossimo) di una commissione speciale, passando per la plenaria della Camera, il Supremo tribunale federale e, infine, il Senato, dove la capo di Stato potrà essere eventualmente assolta o condannata.

Il Pt ha intanto comunicato che impugnerà il procedimento adottato da Cunha davanti alla Corte suprema. Mentre il ministro della Giustizia, José Eduardo Cardozo, ha suggerito che anche i singoli cittadini possano avviare un'”azione popolare” contro il presidente della Camera. E il presidente del Pt, Rui Falcao, dopo aver definito la richiesta di impeachment “un tentativo di golpe”, ha scritto sui social network che “i golpisti non passeranno”.

(di Leonardo Cioni/ANSA)

Ultima ora

04:58Terremoto: scossa 3.2 nel Reatino, Amatrice trema ancora

(ANSA) - ROMA, 27 MAR - Una scossa di magnitudo 3.2 è stata registrata alle 4:08 dall'Ingv nella provincia di Rieti ad una profondità di 9 km. I comuni più vicini all'epicentro sono Amatrice, Campotosto, Accumoli e Capitignano. (ANSA).

00:24Mondiali 2018: Montenegro-Polonia 1-2

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - Vittoria esterna delle Polonia che ha battuto 2-1 Montenegro in una partita giocata a Podgorica e valida per il gruppo E delle qualificazioni al Mondiale del 2018. Ha aperto le marcature Lewandowski al 40' per la Polonia, pari di Mugosa al 62'. La rete della vittoria porta la firma di Piszczek all'81'.

00:22Mondiali 2018: Scozia-Slovenia 1-0

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - La Scozia ha battuto 1-0 la Slovenia in una partita giocata a Glasgow e valida per il gruppo F delle qualificazioni al Mondiale del 2018. La rete è stata segnata da Martin all'88'.

00:13Mondiali 2018: Irlanda del Nord-Norvegia 2-0

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - A Belfast l'Irlanda del Nord ha battuto 2-0 la Norvegia in una partita valida per il gruppo C delle qualificazioni ai mondiali di Russia 2018. Le reti sono state segnate da Ward al 2' e Washington al 32'.

23:28Calcio: Bari-Novara 0-0, pugliesi rallentano ancora

(ANSA) - BARI, 26 MAR - Il Bari, dopo la debacle di Trapani, rallenta ancora la sua marcia verso l'alta classifica pareggiando 0-0 con il Novara al San Nicola. Nonostante il sostegno dei 21mila sugli spalti, Floro Flores e Brienza non sono riusciti a scardinare l'ordinata difesa disposta da Boscaglia. Nella ripresa Floro Flores ha avuto due buone occasioni non concretizzate, mentre il Novara si è difeso con ordine. Nel finale c'è stato lo sterile forcing pugliese, ma l'innesto di Maniero per un attacco a due punte non ha accresciuto il potenziale balistico biancorosso e soprattutto non ha dato i risultati sperati. Il Bari sale a quota 47, mentre il Novara resta in scia con 46 punti.

22:32Ventenne pestato da branco ad Alatri, è morto a Roma

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - E' morto stasera all'Umberto I di Roma il ventenne di Alatri pestato a sangue in piazza nella città in provincia di Frosinone. Lo si è appreso da fonti investigative. Emanuele Morganti non ce l'ha fatta dopo ore di agonia ed un intervento chirurgico. Era stato aggredito due notti fa da un gruppo di persone dopo una lite in un locale nel centro storico del comune frusinate per difendere la fidanzata. Il pm della procura di Frosinone ed i carabinieri stanno interrogando alcuni sospettati.

21:49Marine Le Pen, ‘l’Ue morirà, la gente non la vuole più’

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - "L'Unione europea morirà perche' la gente non la vuole più". Ne è convinta Marine Le Pen, la candidata euroscettica alle presidenziali in Francia. Durante un comizio elettorale a Lille la leader del Front National ha rassicurato i suoi sostenitori che lasciare l'eurozona, come da lei proposto, "non trascinerebbe il Paese nel caos". "E' arrivato il tempo di sconfiggere i 'globalisti'. Il mio è un messaggio di libertà, emancipazione e liberazione", ha aggiunto Le Pen invitando "tutti i patrioti a riunirsi sotto la nostra bandiera".

Archivio Ultima ora