L’Inter riparte dal Genoa per riscattare Napoli

Pubblicato il 03 dicembre 2015 da redazione

inter

MILANO. – Mancini affronta il Genoa con la consapevolezza che la ‘sua’ Inter è da scudetto. Il tecnico non firma per il secondo posto ed è sicuro di poter lottare fino alla fine, ritornando alla vittoria già sabato sera a San Siro. L’Inter, però, se vuole assicurarsi un ruolo da protagonista deve rimediare ad alcuni errori e risolvere alcune incognite, rinforzandosi sul mercato e lavorando sull’equilibrio emotivo.

Le dichiarazioni di fuoco rilasciate da Mancini dopo il ko firmato Higuain, hanno caricato l’ambiente nerazzurro con il rischio però che venga a mancare la serenità per correre la maratona del campionato. Il tecnico ha scommesso non tanto su fuoriclasse, ma su giocatori di prospettiva. Ha chiesto e ottenuto dal club una squadra combattiva e solida che magari non gioca sempre di fino, ma si dimostra energica e generosa.

Il confine tra il gioco aggressivo e il gioco scorretto, però, è sottile. Lo spirito battagliero deve essere affiancato alla tranquillità e maturità psicologica. Le quattro espulsioni in quattordici giornate, le dichiarazioni di Felipe Melo e il gesto di Guarin – ripreso dalle telecamere – che incoraggia Murillo ad entrare forte sull’avversario durante la partita contro il Napoli, invece, sono fotografie di una squadra che eccede nell’agonismo.

Anche Mancini, che ha perso il suo aplomb e fatica ad accettare le critiche, dovrà ritrovare la calma per trasmetterla ai suoi giocatori, costruendo una mentalità vincente necessaria per conquistare lo scudetto. Rispetto alla passata stagione il tecnico è polemico, non si limita nei commenti e attacca furiosamente l’operato arbitrale.

Un atteggiamento che rispecchia il Dna dell’Inter, un club scottato dal periodo di Calciopoli e che, forse a torto, fatica tutt’ora a non considerarsi vittima preferita di errori e discriminazioni. Mancini che ha fatto della compostezza e dell’eleganza la sua cifra, deve stare attento a non eccedere nelle recriminazioni, perché potrebbe essere una scelta controproducente che rischia alla lunga di avvelenare l’ambiente.

Ritrovare la serenità è un primo fondamentale passo in attesa di ricevere gli acquisti chiesti al presidente Thohir nel mercato di riparazione. Alcuni elementi della rosa, infatti, non sono giocatori da mettere sul mercato.

Nagatomo ingenuo e incosciente contro il Napoli, ha confermato i dubbi sulle sue qualità. L’involuzione di Icardi, poi, continua a preoccupare, tanto che anche il vicepresidente Zanetti cerca di sdrammatizzare: “Icardi non sarà mai un problema. Deve stare tranquillo, perché ha la fiducia dei compagni, dei tifosi e del club”. Per natura tattica, l’argentino ha bisogno di passaggi precisi sotto porta, ma è ancora troppo isolato dalla manovra di gioco nerazzurra.

Guarin, dopo un avvio di stagione importante, non ha trovato continuità e forse sta iniziando a deludere anche lo stesso Mancini che tanto ha creduto in lui. Con la Juventus che sta recuperando terreno in classifica, l’annata d’oro del Napoli trascinato da un eccellente Higuain, l’incognita Roma che è stata comunque costruita per lottare per il titolo, l’Inter ha bisogno di innesti importanti per essere maggiormente competitiva e crescere nel gioco.

Dopotutto con un solo punto di distacco dalla vetta, per l’ambiente nerazzurro è lecito sognare. Ma per fare del sogno una realtà, serve più accortezza e qualità.

Ultima ora

08:28Colombia: crolla un ponte, muoiono 10 operai

(ANSA) - BOGOTA', 16 GEN - Dieci operai sono morti nel crollo di un ponte in Colombia, poco fuori dalla capitale Bogotà. La Protezione civile ha precisato che gli operai stavano lavorando al drenaggio lungo il ponte, che si trova a circa 95 chilometri da Bogotà, quando la struttura è crollata. Nove persone sono morte sul colpo. Una decima è morta poco dopo in ospedale per le gravi ferite. Si sta ancora cercando di chiarire quante persone fossero sul posto al momento del crollo e se vi siano eventuali dispersi.

08:20Droga: operazione dei Cc nel Ragusano, ordinanza per nove

(ANSA) - RAGUSA, 16 GEN - Oltre 70 carabinieri del comando provinciale di Ragusa stanno eseguendo un'ordinanza del cautelare, emessa dal Gip su richiesta della Procura, nei confronti di nove indagati e stanno eseguendo decine di perquisizioni, nei confronti di presunti appartenenti a un gruppo dedito al traffico e allo spaccio di sostanza stupefacente. I provvedimenti restrittivi sono il risultato di un'indagine, condotta da militari dell'Arma del Nucleo investigativo, che ha consentito di accertare che gli indagati, quasi tutti di origine nordafricana, avevano costituito due gruppi criminali operanti a Vittoria, Acate, Ispica e Pozzallo e dediti allo spaccio di eroina, che acquistavano fuori provincia. Numerosi gli arresti e i sequestri di stupefacente già effettuati nel corso delle indagini.

07:59Corea Nord: Xi a Trump, pronti a lavorare su nucleare

(ANSA) - PECHINO, 16 GEN - La Cina è pronta a lavorare con gli Usa per un "accordo appropriato" sulla questione nucleare della penisola coreana: lo ha riferito il presidente Xi Jinping in una telefonata con il suo omologo Donald Trump. Secondo l'agenzia Nuova Cina, Xi ha aggiunto che tutte le parti preoccupate della situazione dovrebbero "creare le condizioni per la ripresa dei colloqui". Cina e Usa dovrebbero inoltre risolvere "in modo appropriato" i contenziosi economici e commerciali di reciproco interesse.

07:25Trump: centinaia di haitiani lo contestano a Times Square

(ANSA) - NEW YORK, 16 GEN - Centinaia di cittadini haitiani-americani e molte altre persone, tra cui numerosi immigrati africani e ispanici, hanno manifestato a Times Square, nel cuore di New York, per denunciare le parole del presidente americano Donald Trump, definite razziste e xenofobe. Anche il sindaco di New York, Bill de Blasio, ha partecipato alla protesta insieme ad altri politici. Nonostante qualche momento di tensione con gli agenti la manifestazione si è svolta pacificamente.

07:21Usa: Wsj, Pentagono studia due nuovi missili nucleari

(ANSA) - NEW YORK, 16 GEN - Il Pentagono sta mettendo a punto un nuovo piano per sviluppare due nuovi missili nucleari a basso potenziale. Lo riporta il Wall Street Journal, spiegando che si tratta della risposta dell'amministrazione Trump alla crescente capacità degli arsenali di Russia e Cina. Una strategia che però preoccupa perchè rappresenta un passo indietro sulla strada della non proliferazione e potrebbe spingere la Corea del Nord a espandere il suo arsenale e Paesi come l'Iran a riprendere il proprio programma nucleare.

07:16Usa: shock in California, tenevano incatenati i 13 figli

(ANSA) - NEW YORK, 16 GEN - Una scena da film horror quella che i poliziotti si sono trovati davanti in California, non lontano da Los Angeles, dove in un'abitazione una coppia teneva segregati i propri 13 figli, tutti incatenati ai letti, malnutriti e disidratati. A dare l'allarme una delle vittime, una ragazza di 17 anni, che è riuscita a fuggire e a raccontare la verità alla polizia. Gli agenti sono intervenuti e hanno arrestato marito e moglie. Sette dei figli tenuti imprigionati hanno tra i 29 e i 18 anni, gli altri sei sono minorenni, tra questi un bimbo di due anni.

07:14007 avvertirono Kushner, moglie Murdoch agente Cina

(ANSA) - NEW YORK 16 GEN - Wendi Deng, ex moglie del magnate dei media Rupert Murdoch, potrebbe essere un agente della Cina. E' il sospetto dei funzionari dell'intelligence che all'inizio del 2017 informarono Jared Kushner, genero di Donald Trump, della possibilità che la donna d'affari potesse sfruttare la stretta amicizia con lui e la moglie Ivanka Trump per promuovere gli interessi di Pechino. Lo riporta il Wall Street Journal, quotidiano di proprietà di Murdoch che divorziò da Wendi nel 2013, dopo le voci su un rapporto tra la donna e l'ex premier britannico Tony Blair.

Archivio Ultima ora