Censis: l’Italia è in letargo, ma cresce l’inventiva

Pubblicato il 04 dicembre 2015 da redazione

giovani

ROMA. – Un letargo esistenziale collettivo e il prevalere del giorno per giorno, ma anche il rilancio del primato della politica e soprattutto uno sviluppo fatto di capacità inventive, individuali e collettive: dinamiche spontanee considerate residuali, ma che prendono sempre più consistenza. Ed è da qui che può partire la riappropriazione della nostra identità collettiva. E’ la situazione italiana fotografata dal Censis nel 49mo Rapporto sulla situazione sociale del Paese, presentato a Roma.

PER 20% FAMIGLIE REDDITO NON BASTA – Per la prima volta dall’inizio della crisi la quota di famiglie italiane che nell’ultimo anno hanno aumentato la propria capacità di spesa risulta superiore a quella delle famiglie che l’hanno ridotta (25% contro 21%). Allo stesso tempo, però, sfiora il 20% del totale il numero delle famiglie che non riescono a coprire tutte le spese con il proprio reddito. Dal rapporto emerge pure che il patrimonio finanziario degli italiani ammonta a più di 4mila miliardi di euro, circa il doppio del debito pubblico.

GIOVANI IMPRENDITORI VITALI, ITALIA AL TOP – L’Italia ha il più ampio numero di giovani lavoratori autonomi tra i principali Paesi europei: sono 941mila (nella classe 20-34 anni), seguiti da 849mila inglesi e 528mila tedeschi. Il 15% degli under 30 ha intenzione di avviare una start-up nei prossimi anni. Rispetto al 2009, inoltre, sono circa 7mila in più i giovanissimi titolari d’impresa (+20%). Tra i segmenti più dinamici la ristorazione e la ricettività, con quasi 20mila imprenditori under 30.

STRANIERI SEMPRE PIU’ CETO MEDIO – In Italia gli immigrati inseguono una traiettoria verso la condizione di ceto medio, differenziandosi dalle situazioni di concentrazione etnica e disagio sociale che caratterizzano spesso queste realtà all’estero. Tra il 2008 e il 2014 i titolari d’impresa stranieri sono aumentati del 31,5% (soprattutto nel commercio e nelle costruzioni) mentre le aziende guidate da italiani diminuivano del 10,6%. A dimostrazione del cammino veloce verso l’integrazione, un’indagine dell’istituto rivela che il 44% degli italiani ritiene che è cittadino italiano chi nasce sul suolo italiano.

SANITA’ IN PEGGIORAMENTO – Più di quattro italiani su dieci pensano che la sanità stia peggiorando, quota che arriva al 64% al Sud. Più della metà considera inadeguato il Servizio sanitario regionale, ma la percentuale di insoddisfatti si avvicina all’83% nel Mezzogiorno. Colpa di costi che crescono e tempi di attesa che non calano, con la capacità del privato di offrire una concorrenza che spinge i cittadini spesso a pagare di tasca propria.

TUTTI GUARDANO TV, GIU’ CARTA STAMPATA – Nel 2015 la televisione ha una quota di telespettatori vicina alla totalità della popolazione (il 96,7%). Ma aumenta l’abitudine a guardare la tv attraverso i nuovi device: +1,6% di utenza rispetto al 2013 per la web tv, +4,8% per la mobile tv, mentre le tv satellitari si attestano a una utenza complessiva del 42,4% e il 10% degli italiani usa la smart tv.

Gli utenti di internet continuano ad aumentare (+7,4%), raggiungendo una penetrazione del 70,9% della popolazione italiana, mentre non si inverte il ciclo negativo per la carta stampata, che non riesce ad arginare le perdite di lettori: -1,6% per i quotidiani, -11,4% per la free press, stabili i settimanali e i mensili, mentre sono in crescita i contatti dei quotidiani online (+2,6%) e degli altri portali web di informazione (+4,9%).

Ultima ora

18:37Ferisce figlio e nuora e si barrica in casa, poi arreso a Cc

(ANSA) - CORIGLIANO CALABRO (COSENZA), 22 GEN - Ha ferito a colpi di pistola il figlio e la nuora e si é poi barricato in casa insieme alla moglie, arrendendosi ai carabinieri soltanto a distanza di alcune ore. É accaduto nella frazione "Schiavonea" di Corigliano Calabrio, nell'alto Jonio cosentino. Il duplice ferimento sarebbe avvenuto al culmine di una lite provocata da dissidi familiari. Al momento i carabinieri, che stanno ricostruendo i fatti, non hanno reso nota l'identità di chi ha sparato, né quella dei due feriti. La moglie del feritore é uscita dalla casa in cui sono avvenuti i fatti quando l'uomo si é arreso. La donna é rimasta incolume. Dei due feriti il più grave é il figlio dell'uomo, ricoverato in coma farmacologico nell'ospedale di Cosenza.

18:32Colombia: bus travolto da valanga di fango

(ANSA) - BOGOTA', 22 GEN - Un autobus è stato trascinato verso un precipizio da una valanga di fango, causando la morte di almeno 13 persone, sulla strada che porta da Tumaco a San Juan de Pasto, nel dipartimento di Narino, nell'estremo Sudest della Colombia, vicino alla frontiera con l'Ecuador. Lo ha reso noto il responsabile dell'Agenzia colombiana per la sicurezza stradale, Alejandro Maya, che ha precisato che l'incidente è avvenuto nel luogo noto come La Nariz del Diablo (il naso del diavolo) al km 66 della strada, che porta dal capoluogo del dipartimento a Tumaco.

18:32Russia: tribunale dispone liquidazione fondazione Navalni

(ANSA) - MOSCA, 22 GEN - Il tribunale distrettuale Meshchansky di Mosca ha accolto il ricorso del Ministero della Giustizia sulla liquidazione della fondazione Pyatoye Vremya Goda (la quinta stagione) che finanzia il lavoro dello staff del leader dell'opposizione Alexei Navalni. "Il tribunale ha accolto il ricorso della direzione del Ministero della Giustizia", ha detto il giudice Irina Afanasyeva pronunciando la sentenza. Lo riporta Interfax. Allo stesso tempo, gli avvocati della fondazione hanno dichiarato alla corte che le violazioni riscontrate "non sono significative" e che vi si può porre rimedio facilmente. "Riteniamo che la richiesta del Ministero della Giustizia sia illegale, poiché la fondazione è attiva in conformità con la legislazione russa, mentre le violazioni scoperte possono essere sanate", ha detto il legale Ivan Zhdanov annunciando di voler ricorrere in appello.

18:31Incidenti lavoro: operaio scivola e muore in cava nel Senese

(ANSA) - RAPOLANO TERME (SIENA), 22 GEN - Incidente mortale sul lavoro questa mattina in una cava di Rapolano Terme (Siena). E' morto un 36enne di origini bosniache, residente ad Asciano, sulle Crete Senesi. Secondo una prima ricostruzione, mentre l'uomo era al lavoro in una cava di travertino, sarebbe scivolato in una scarpata da un'altezza di 11 metri. Stava lavorando al ripristino di una recinzione. L'uomo è stato subito soccorso dai sanitari del 118 e trasportato in codice rosso con l'elisoccorso Pegaso all'ospedale di Siena, ma poi è morto per le gravi ferite riportate nella caduta. Sul posto carabinieri ed ispettori del lavoro per accertare la regolare posizione lavorativa dell'uomo.

18:30Figc: Tommasi, mia candidatura alla presidenza resta

(ANSA) - MILANO, 22 GEN - "La mia candidatura resta. Siamo tutti convinti. Sappiamo com'è il sistema elettorale e sappiamo soprattutto quali sono i candidati e che quindi dobbiamo trovare il modo di fare eleggere alla presidenza Figc un ex calciatore, le difficoltà ci sono e ci saranno": lo dice il n.1 dell'Aic, Damiano Tommasi, dopo il consiglio direttivo. "Ho parlato con i dirigenti di società - prosegue - e c'è da capire cosa è per noi rinnovamento. Si dà per scontato che le parti siano due. Quindi noi oggi volevamo ribadire che sono tre. C'è anche Tommasi". "Non è escluso che qualcuno faccia un passo indietro anche prima di domenica - ha aggiunto -. Ad oggi, però, non è chiara la situazione e bisogna scegliere i compagni di viaggio. L'ultima volta che ho tirato indietro la gamba era il 2004 e sono stato fermo 16 mesi. Prima di rifarlo, quindi, ci penserò cento volte. Sono convinto che la mia candidatura abbia un suo perché". Poi conferma la linea comune con l'Aiac: "Oggi abbiamo visto Ulivieri, c'è la volontà di stare insieme".

18:30Germania-Francia celebrano 55 anni del Trattato dell’Eliseo

(ANSA) - BERLINO, 22 GEN - Nel giorno del 55esimo anniversario del trattato dell'Eliseo, il Bundestag si è riunito in una seduta straordinaria a Berlino, alla quale partecipano anche alcuni deputati francesi, con il loro presidente Francois de Rugy. Nel primo pomeriggio parlamentari tedeschi voleranno a Parigi per una seduta analoga del Parlamento francese. Quest'anno sarà firmato un nuovo trattato, che rafforza l'amicizia franco-tedesca, sancita dal celebre accordo siglato da Charles de Gaulle e Konrad Adenauer il 22 gennaio del 1963. All'iniziativa franco-tedesca, rilanciata da Merkel e Macron, partecipano tutti i gruppi parlamentari tedeschi, tranne quello del partito di destra oltranzista Alternative fuer Deutschland, che contesta di non essere stato coinvolto nella fase di preparazione.

18:29Afghanistan: attacco talebani in Helmand, uccisi 7 agenti

(ANSA) - KABUL, 22 GEN Sette agenti di polizia sono morti ed un ottavo è rimasto ferito quando un commando di talebani ha attaccato ieri sera il check-point da loro presidiato nel distretto di Garamsir della provincia meridionale afghana di Helmand. Lo riferisce l'agenzia di stampa Pajhwok. L'incidente è stato confermato dal portavoce del governo provinciale, Omar Zwak, secondo cui comunque l'attacco degli insorti è stato respinto grazie all'arrivo sul posto di rinforzi. Nella sua rivendicazione il portavoce dei talebani Qari Yousuf Ahmadi ha parlato di otto agenti uccisi e cinque feriti.

Archivio Ultima ora