Esselunga: difesa Caprotti, dimostreremo estraneità

(ANSA) – MILANO, 4 DIC – “L’estraneità del dottor Caprotti ai fatti contestati verrà dimostrata al giudice”. Lo ha detto l’avv. Costabile, difensore del patron di Esselunga Bernardo Caprotti, coinvolto in un’inchiesta della Procura di Milano su una presunta campagna diffamatoria contro la concorrente Coop Lombardia. Al centro l’acquisizione di un cd-rom con telefonate illecitamente registrate per, secondo l’accusa, screditare la concorrente con articoli sul quotidiano ‘Libero’. Caprotti ha sempre respinto le accuse.

Condividi: