Patto Ue sui controlli dei passeggeri per tutti i voli

Pubblicato il 04 dicembre 2015 da redazione

Passeggeri si sottopongono ai controlli di sicurezza all'aeroporto di Fiumicino, 5 gennaio 2010.  ANSA/TELENEWS

Passeggeri si sottopongono ai controlli di sicurezza all’aeroporto di Fiumicino, 5 gennaio 2010. ANSA/TELENEWS

BRUXELLES. – Dopo anni di stallo l’Europa riesce a mettersi d’accordo sul Pnr, il sistema di registrazione dei dati dei passeggeri dei voli, strumento basico per tracciare gli spostamenti di terroristi e criminali.

Quattordici anni dopo l’11 settembre, ci sono voluti i massacri di Parigi per sbloccare un dossier proposto nel 2007 e rimasto incagliato tra Consiglio e Parlamento europeo, dove prevalevano le preoccupazioni per l’intrusione nella privacy. Adesso è stato raggiunto l’accordo tra le due istituzioni che vara il meccanismo per i voli da e per l’Europa, ieri tutti i 28 ministri degli interni hanno firmato una dichiarazione (“di cemento armato, non di cartapesta” la definisce il francese Bernard Cazeneuve) che lo estende anche a tutti voli intraeuropei compresi i charter.

Ed il meccanismo, assicura il Commissario europeo per gli affari interni Dimitris Avramopoulos, sarà operativo “quasi immediatamente” e comunque “appena possibile”.

Il sistema di registrazione dei Pnr (Passenger name record) prevede per le compagnie aeree l’obbligo di registrare i dati (anagrafici, ma anche carte di credito e contatti) dei passeggeri e di metterli a disposizione delle autorità per “la prevenzione, la scoperta, le indagini e le incriminazioni per terrorismo e gravi reati”.

I dati dovranno essere conservati “in chiaro” per sei mesi e “criptati” per ulteriori quattro anni e mezzo. Ma è stato semplificato il meccanismo per decodificare i dati su richiesta giudiziaria. Lo scambio dei dati tra i 28 non sarà automatico, ma sempre su richiesta. E per Cazeneuve, che esprime “grandissima soddisfazione”, non è un limite. Anzi, sottolinea che l’ approvazione del Pnr era una delle richieste “cruciali” della Francia nella “guerra totale al terrorismo”.

Ed avanzano anche gli altri due punti sollevati nel Consiglio straordinario tenuto una settimana dopo la strage del 13 novembre; la Commissione ha presentato la proposta per la lotta al traffico di armi ed il 15 metterà sul tavolo quella per i controlli sistematici alla frontiera esterna anche per i cittadini europei, con consultazione obbligatoria del database di Schengen (Sis II). Dal Consiglio esce intatto.

Nella sessione pomeridiana dedicata alla crisi dell’immigrazione, cade la proposta – spinta da Germania, Austria, Croazia e Slovenia – di isolare la Grecia. “Non è giuridicamente possibile escludere un paese da Schengen” sottolinea il vicepremier lussemburghese Jean Asselborn.

Riconoscendo, a nome della presidenza di turno, che Atene sta “facendo sforzi sostanziali sugli hotspot”, con la nomina dei cinque responsabili, ma ha anche chiesto l’attivazione della Protezione civile europea e l’invio dei team di Frontex sia alla frontiera con la Macedonia sia a quella sul Mare Egeo.

Il Consiglio dei ministri degli interni ha anche approvato la base legale per il rafforzamento di Europol, che – tra l’altro – permetterà dal primo gennaio la costituzione del Centro europeo antiterrorismo (Ectc), ovvero la piattaforma per lo scambio di informazioni tra i 28. Scambio che resta “un problema in Europa”, ammette Avramopoulos che definisce “atteggiamento ingenuo” quello dei “servizi di intelligence che continuano a non condividere le informazioni”.

Ed Angelino Alfano sottolinea che in Europa “si sta avanzando su tutti i settori” ma, aggiunge, “è chiaro che di fronte alla sfida terroristica, non ci si può accontentare” e “bisogna spingere sempre di più sulla cooperazione di polizia, giudiziaria e tra le intelligence europee” con un “modello italiano da esportare in Europa”. Quello del Comitato di analisi strategica anti-terrorismo “al quale partecipano sia le forze anti-terrorismo delle forze dell’ordine, sia i servizi”.

(di Marco Galdi/ANSA)

Ultima ora

16:38Totti: Tavecchio, grazie ancora per il 9 luglio 2006

(ANSA) - ROMA, 28 MAG - "Nel giorno in cui finisce un ciclo importante della tua vita di uomo e di calciatore mi piace ricordarti con la medaglia d'oro al collo e la Coppa di campione del Mondo in mano, appena 5 mesi dopo l'infortunio più grave della tua carriera". Così il presidente della federcalcio Carlo Tavecchio saluta Francesco Totti che oggi gioca la sua ultima partita con la Roma. "Il nostro ricordo -prosegue Tavecchio- è di un azzurro splendente: grazie ancora per il 9 luglio del 2006 e in bocca al lupo, Francesco, per la tua nuova vita". (ANSA).

16:34E’ morta a 110 anni suor Candida,religiosa più anziana mondo

(ANSA) - CITTA' DEL VATICANO, 28 MAG - È morta ieri a Lucca suor Candida Bellotti, la religiosa di origini venete più anziana al mondo. "Ha lasciato questa terra con la serenità che l'ha sempre contraddistinta nei suoi 110 anni di vita", comunicano le consorelle. Il 20 febbraio scorso suor Candida Bellotti aveva festeggiato l'ultimo compleanno circondata dal vescovo di Lucca Italo Castellani, dalla superiora provinciale suor Giuliana Fracasso e dalle consorelle. Per lei anche una speciale benedizione di Papa Francesco, che le aveva rivolto "vive felicitazioni e fervidi auguri". Suor Candida (al secolo Alma Bellotti) apparteneva alla congregazione delle Ministre degli infermi di San Camillo de Lellis. Dagli anni '30 aveva prestato la sua opera come infermiera professionale in diverse città, dedicandosi anche alla formazione delle giovani consorelle. Nel 2000, a 93 anni, era stata trasferita nella casa madre di Lucca "per un meritato riposo". Dieci i Pontefici che si sono succeduti durante la vita di suor Candida.

16:29Agricoltore muore soffocato da incendio nell’Oristanese

(ANSA) - ORISTANO, 28 MAG - Un pensionato di Uras, Graziano Cotza, di 74 anni, è morto soffocato dal fumo dell'incendio che poco prima aveva provocato egli stesso per bruciare le stoppie di un suo terreno. E' accaduto nella tarda mattinata nelle campagne di Uras, nell'Oristanese, poco distante dalla strada statale 131 al chilometro 69. A tradire il pensionato potrebbe essere stato un improvviso cambio di direzione del vento oppure un malore. Travolto dal fumo e dalle fiamme non è riuscito a mettersi in salvo. Cotza era un ex dipendente del Comune di Uras. A nulla è valso il tentativo di soccorso degli agenti della Forestale e del 118. (ANSA).

16:21F1: Monaco, trionfo Rossa, Vettel vince e Raikkonen 2/o

(ANSA) - ROMA, 28 MAG - Trionfo della Ferrari nel Gp di Monaco, sesta prova del mondiale di Formula 1. Sebastian Vettel ha vinto la gara davanti al compagno di squadra Kimi Raikkonen, che era partito dalla pole. L'ultimo successo delle Rosse a Montecarlo era stato firmato da Michael Schumacher nel 2001 e anche allora fu doppietta, con Rubens Barrichello secondo al traguardo. Il terzo posto è stato conquistato da Daniel Ricciardo con la Red Bull.

16:10Equitazione: bilancio in positivo per Piazza di Siena 2017

(ANSA) - ROMA, 28 MAG - Oltre 37.000 presenze, di cui il 25% stranieri, con una media di 7.000 presenze al giorno solo nell'ovale. Numeri in positivo per l'85° Csio 'Piazza di Siena Intesa Sanpaolo - Master Fratelli D'Inzeo' che si conclude oggi: "La partnership con Coni Servizi, che ho voluto e cercato, è stata vincente. Sono molto soddisfatto di come è andato questo concorso. In un'edizione abbiamo risalito tanti tanti anni di insuccessi", il bilancio tracciato dal presidente della Fise, Marco Di Paola, alla conferenza stampa di fine concorso dell'85° Csio Piazza di Siena Intesa Sanpaolo - Master fratelli D'Inzeo'. "Negli anni passati noi non organizzavamo Piazza di Siena, noi la subivamo - ha aggiunto Di Paola - Ora con il Coni ci siamo rimpossessati della manifestazione. Ora puntiamo a far diventare Piazza di Siena il primo concorso in Europa e nel mondo".

16:10Manchester: ‘volevano uccidere Kobler’

(ANSA) - LONDRA, 28 MAG - Hasham Abedi, il fratello minore dell'attentatore di Manchester Salman Abedi, faceva parte di una cellula terroristica che progettava di uccidere in un attentato l'inviato dell'Onu in Libia, il tedesco Martin Kobler. E' quanto rivela il Sunday Telegraph, secondo cui il 20enne arrestato a Tripoli dopo la strage compiuta dal fratello in Inghilterra era una "figura significativa" all'interno del gruppo jihadista. I terroristi stavano ultimando un ordigno esplosivo col quale colpire il convoglio di Kobler all'inizio dell'anno a Tripoli ma le forze di sicurezza libiche hanno sventato il complotto.

16:05Usa valutano bando laptop su tutti voli internazionali

(ANSA) - NEW YORK, 28 MAG - Gli Stati Uniti stanno valutando un divieto per i laptop su tutti i voli internazionali. Lo afferma il segretario alla sicurezza nazionale, John Kelly, spiegando che una tale misura alzerebbe lo standard per la sicurezza nell'aviazione in generale. Kelly riferisce di ''minacce sofisticate'' con i laptop, e di ''un'ossessione'' da parte dei terroristi con gli aerei americani.

Archivio Ultima ora