Patto Ue sui controlli dei passeggeri per tutti i voli

Pubblicato il 04 dicembre 2015 da redazione

Passeggeri si sottopongono ai controlli di sicurezza all'aeroporto di Fiumicino, 5 gennaio 2010.  ANSA/TELENEWS

Passeggeri si sottopongono ai controlli di sicurezza all’aeroporto di Fiumicino, 5 gennaio 2010. ANSA/TELENEWS

BRUXELLES. – Dopo anni di stallo l’Europa riesce a mettersi d’accordo sul Pnr, il sistema di registrazione dei dati dei passeggeri dei voli, strumento basico per tracciare gli spostamenti di terroristi e criminali.

Quattordici anni dopo l’11 settembre, ci sono voluti i massacri di Parigi per sbloccare un dossier proposto nel 2007 e rimasto incagliato tra Consiglio e Parlamento europeo, dove prevalevano le preoccupazioni per l’intrusione nella privacy. Adesso è stato raggiunto l’accordo tra le due istituzioni che vara il meccanismo per i voli da e per l’Europa, ieri tutti i 28 ministri degli interni hanno firmato una dichiarazione (“di cemento armato, non di cartapesta” la definisce il francese Bernard Cazeneuve) che lo estende anche a tutti voli intraeuropei compresi i charter.

Ed il meccanismo, assicura il Commissario europeo per gli affari interni Dimitris Avramopoulos, sarà operativo “quasi immediatamente” e comunque “appena possibile”.

Il sistema di registrazione dei Pnr (Passenger name record) prevede per le compagnie aeree l’obbligo di registrare i dati (anagrafici, ma anche carte di credito e contatti) dei passeggeri e di metterli a disposizione delle autorità per “la prevenzione, la scoperta, le indagini e le incriminazioni per terrorismo e gravi reati”.

I dati dovranno essere conservati “in chiaro” per sei mesi e “criptati” per ulteriori quattro anni e mezzo. Ma è stato semplificato il meccanismo per decodificare i dati su richiesta giudiziaria. Lo scambio dei dati tra i 28 non sarà automatico, ma sempre su richiesta. E per Cazeneuve, che esprime “grandissima soddisfazione”, non è un limite. Anzi, sottolinea che l’ approvazione del Pnr era una delle richieste “cruciali” della Francia nella “guerra totale al terrorismo”.

Ed avanzano anche gli altri due punti sollevati nel Consiglio straordinario tenuto una settimana dopo la strage del 13 novembre; la Commissione ha presentato la proposta per la lotta al traffico di armi ed il 15 metterà sul tavolo quella per i controlli sistematici alla frontiera esterna anche per i cittadini europei, con consultazione obbligatoria del database di Schengen (Sis II). Dal Consiglio esce intatto.

Nella sessione pomeridiana dedicata alla crisi dell’immigrazione, cade la proposta – spinta da Germania, Austria, Croazia e Slovenia – di isolare la Grecia. “Non è giuridicamente possibile escludere un paese da Schengen” sottolinea il vicepremier lussemburghese Jean Asselborn.

Riconoscendo, a nome della presidenza di turno, che Atene sta “facendo sforzi sostanziali sugli hotspot”, con la nomina dei cinque responsabili, ma ha anche chiesto l’attivazione della Protezione civile europea e l’invio dei team di Frontex sia alla frontiera con la Macedonia sia a quella sul Mare Egeo.

Il Consiglio dei ministri degli interni ha anche approvato la base legale per il rafforzamento di Europol, che – tra l’altro – permetterà dal primo gennaio la costituzione del Centro europeo antiterrorismo (Ectc), ovvero la piattaforma per lo scambio di informazioni tra i 28. Scambio che resta “un problema in Europa”, ammette Avramopoulos che definisce “atteggiamento ingenuo” quello dei “servizi di intelligence che continuano a non condividere le informazioni”.

Ed Angelino Alfano sottolinea che in Europa “si sta avanzando su tutti i settori” ma, aggiunge, “è chiaro che di fronte alla sfida terroristica, non ci si può accontentare” e “bisogna spingere sempre di più sulla cooperazione di polizia, giudiziaria e tra le intelligence europee” con un “modello italiano da esportare in Europa”. Quello del Comitato di analisi strategica anti-terrorismo “al quale partecipano sia le forze anti-terrorismo delle forze dell’ordine, sia i servizi”.

(di Marco Galdi/ANSA)

Ultima ora

13:07Senza nome morto trovato in montagna in Alto Adige

(ANSA) - BOLZANO, 25 LUG - E' ancora senza nome il morto trovato in montagna, in Alto Adige. L'uomo, deceduto, secondo i primi accertamenti, circa un mese fa, è stato trovato a 2.200 metri di quota sopra l'abitato di Plan, in Val Passiria, nei pressi del confine con l'Austria. La salma è stata recuperata dalla Guardia di Finanza. I Carabinieri stanno indagando per chiarire l'identità del morto.

13:04Portavoce Boldrini: trasloco pagato da lei, Libero sbaglia

(ANSA) - ROMA, 25 LUG - "Il recente trasloco di Laura Boldrini non costa un euro ai contribuenti, perché la Presidente ha provveduto di tasca sua alle spese per il trasporto dei mobili da un'abitazione all'altra e per la sistemazione del nuovo alloggio, e perché non c'è stata alcuna blindatura. Il titolo 'Trasloco oneroso. E noi paghiamo' è dunque totalmente infondato". E' quanto afferma in una nota Roberto Natale, Portavoce del Presidente della Camera dei Deputati a proposuito di un articolo di Libero. "'Libero' riceverà un dettagliato elenco di tutti gli errori contenuti nell'articolo. Ma, ai tempi della rete, è utile dare immediata diffusione alla smentita, anche a beneficio dei siti che subito si sono gettati a rilanciare la presunta 'notizia' senza curarsi di verificarne la fondatezza", afferma ancora Natale.

13:04Italiana uccisa in Kenya, arrestato il giardiniere

(ANSA) - ROMA, 25 LUG - Nuovi sviluppi nell'inchiesta in Kenya sull'uccisione dell'italiana, Maria Laura Satta avvenuta lo scorso 23 luglio sulla costa nord del Paese durante una rapina nella sua villa. La polizia - scrive il sito Africa Express - ha arrestato e tiene in custodia il giardiniere, sospettato, ma non si sa su quali evidenze, di essere coinvolto nell'aggressione o, almeno, nella sua parte organizzativa. Oggi - continua il sito - arriveranno in Kenya in tarda mattinata i figli, Roberto e Stefano. Il marito della donna, Luigi Scassellati, 72 anni, è rimasto ferito durante la rapina. Dal suo letto presso il Mombasa Hospital, l'uomo non sa darsi pace per la perdita della moglie caduta sotto i violenti colpi di machete degli aggressori. "Lei non ce l'ha fatta - dice - e mi sento in colpa perché sono stato io ad insistere affinché acquistassimo questa villetta in Kenya".

12:47Benzina per eliminare pidocchi, bimba in condizioni critiche

(ANSA) - FIRENZE, 25 LUG - Resta in prognosi riservata presso la rianimazione dell'Ospedale pediatrico Meyer la ragazzina di 12 anni che ha riportato ustioni estese di secondo e terzo grado, dopo un tentativo di eliminare i pidocchi dalla testa della piccola con benzina o altro materiale infiammabile. Le sue condizioni permangono critiche, riferisce l'ospedale in un bollettino medico. La ragazzina è seguita dagli specialisti del Centro Ustioni ed è già stata sottoposta un primo intervento per ridurre le lesioni da ustione. Altri interventi saranno programmati successivamente in base alla evoluzione del suo quadro clinico. La madre, che è stata trasferita nel reparto grandi ustionati di Pisa, è in condizioni stabili, in prognosi riservata. Ma non sarebbe in pericolo di vita.

12:43Precipita da quarto piano e muore dopo tentativo di furto

(ANSA) - TORINO, 25 LUG - Il cadavere di un trentenne è stato trovato questa mattina, in una pozza di sangue, nel cortile di un edificio di via Bibiana, a Torino. Secondo le prime informazioni, sarebbe caduto da un balcone al quarto piano del palazzo, nel popolare quartiere Madonna di Campagna, dopo un furto. Sul caso indaga la polizia. La vittima, sempre secondo le prime informazioni, abitava nello stesso edificio. A tracolla un borsone con all'interno quella che ad un primo esame degli investigatori della Squadra Mobile e delle Volanti sembra essere della refurtiva.(ANSA).

12:40Vitalizi: Mazziotti, ok Richetti ma mia proposta migliore

(ANSA) - ROMA, 25 LUG "È sicuramente positivo che oggi arrivi in aula la proposta Richetti sui vitalizi. Sono stato il primo a proporre in aula emendamenti alla riforma costituzionale (bocciati da tutti, Pd incluso) per un ricalcolo anche sul passato in chiave contributiva e poi a riproporre una proposta di legge costituzionale in commissione". Lo scrive sulla sua pagina Facebook Andrea Mazziotti (Civici e Innovatori), presidente della commissione Affari Costituzionali di Montecitorio. "Appena diventato presidente - aggiunge - ho calendarizzato subito sia la mia pdl che quelle ordinarie. Il Pd ha scelto di andare avanti solo con la proposta di legge ordinaria ed è un peccato perché con la mia proposta sarebbe stato evitato ogni rischio, vero o presunto, di incostituzionalità".

12:36Nuoto: Paltrinieri, con Detti e Sun faremo a sportellate…

(ANSA) - ROMA, 25 LUG - "Con Gabriele (Detti ndr), Sun e gli altri faremo a sportellate anche se saremo lontani di corsia. Siamo ad un Mondiale, le carezze le riserviamo per altri momenti...". Gregorio Paltrinieri si prepara alla finale degli 800 stile libero a cui arriva con il primo tempo nelle eliminatorie: l'olimpionico azzurro avrà tra gli avversari il cinese campione in carica e il compagno di Nazionale Detti. "Gli 800 sono una gara carina, adesso che è diventata olimpica ancora più interessante - aggiunge Paltrinieri - La gara è filata liscia, ho avuto buone sensazioni in acqua e il tempo rispecchia le aspettative. Nuoterò sui miei passi, senza guardare gli altri. Chi ne avrà di più vincerà". Anche Detti si dice pronto: "L'importante era qualificarmi senza faticare"; Sun "ha provato lo scatto nel finale, ma non gli ho risposto perché non volevo disperdere energie. Se in finale Sun farà il Sun, si nuoterà solo per il secondo posto". Il cinese, già oro nei 400 sl, ha anche la finale dei 200 "e speriamo si stanchi un po'".

Archivio Ultima ora