Francia: elezioni in stato d’emergenza, FN sempre in testa

Pubblicato il 04 dicembre 2015 da redazione

Front National di Marine Le Pen

Front National di Marine Le Pen

PARIGI. – Ultime ore per la gauche e la destra moderate, in Francia, per scongiurare una storica vittoria elettorale del Front National di Marine Le Pen. In un’elezione regionale prenatalizia e con il Paese ancora sotto shock per attentati terroristici del 13 novembre, l’estrema destra è il partito più votato al primo turno.

Marine Le Pen e la nipote Marion potrebbero diventare le prime due presidenti di regioni del Front National in Francia, rispettivamente nel Nord-Pas de Calais e nel PACA, la Provenza Alpi Costa azzurra dove la giovane rampante ha ereditato la candidatura del nonno in terre considerate fedelissime.

Negli ultimi giorni, i sondaggi danno in ripresa una sinistra di governo che resta staccatissima, di 7-8 punti in media nazionale, e in lieve flessione il FN, che però aveva guadagnato moltissimo sull’onda emozionale delle stragi. Anche se, come nota Le Monde, il tema della sicurezza esula completamente dai poteri delle regioni.

Ma queste elezioni, come sanno tutti in Francia, sono l’ultimo appuntamento con le urne prima delle presidenziali della primavera 2017, l’appuntamento della vita per Marine Le Pen. Proprio il quotidiano del pomeriggio è sceso in campo con la massima decisione, con un editoriale dal titolo “Front National, questa impostura”:

“A tutti coloro che, esasperati dai fallimenti o dall’impotenza dei partiti al potere da decenni, vogliono sostenerlo per meglio esprimere la loro sfiducia o la loro rabbia – scrive il direttore Jerome Fenoglio – bisogna ripetere che questo partito rappresenta una grave minaccia per il Paese. La sua ideologia, le sue proposte sono contrarie ai valori repubblicani, all’interesse nazionale e all’immagine della Francia nel mondo”.

La “fraternità” se ne andrebbe in frantumi con il ripristino della pena di morte, l’economia finirebbe a mal partito, come hanno ripetuto in settimana, con forza, gli industriali, preoccupatissimi.

Dopo questi ripetuti allarmi, i sondaggi – anche per l’effetto popolarità del presidente Francois Hollande, che si è impennata dopo gli attentati – danno una gauche in ripresa. L’indagine Ipsos per Radio France e France Television, l’insieme delle emittenti pubbliche, rivelano che il FN perde voti complessivamente, pur restando in testa (dal 30 al 29,5%).

Al secondo posto, cala anche la destra di Nicolas Sarkozy di mezzo punto (ora al 28,5%), mentre i partiti di governo salgono dal 22 al 23%. Sempre divisi, come nella coalizione nazionale, i Verdi, che avrebbero da soli il 7%.

Escludendo poco probabili sorprese di vittorie al primo turno, il Front National potrebbe realisticamente aggiudicarsi il nord di Marine e il sud di Marion, mentre a forte rischio è l’Alsazia-Champagne-Ardenne-Lorena, il nord-est. In queste tre regioni il FN avrebbe forti chances di vittoria nel caso di triangolari in cui nessuna delle altre due componenti desistesse in omaggio al “voto repubblicano”.

Dai vertici del Partito socialista e del governo sono arrivati incoraggiamenti dai toni molto decisi ai francesi affinché non disertino le urne: “Astenersi – ha affermato il segretario socialista Jean-Christophe Cambadelis – è come votare Front National”.

(di Tullio Giannotti/ANSA)

Ultima ora

20:59Travolta da un’onda, 15enne ungherese muore in Gallura

(ANSA) - OLBIA, 25 LUG - Una ragazza ungherese di 15 anni è morta annegata questo pomeriggio a Costa Paradiso, nel comune di Trinità d'Agultu, in Gallura. La giovane è stata travolta da un'onda mentre si trovava sopra uno scoglio, forse per ammirare lo spettacolo del mare in burrasca a causa del forte vento di maestrale. Il corpo è stato recuperato dall'elicottero dei vigili del fuoco di Sassari con a bordo una equipe medica del 118 che ha tentato di rianimare la 15enne per oltre mezz'ora. Purtroppo per l'adolescente non c'è stato nulla da fare. Sul posto è intervenuta anche una motovedetta della Capitaneria di Porto Torres.

20:53Sesso in cambio di favori, arrestato cc ispettorato lavoro

(ANSA) - LIVORNO, 25 LUG - I carabinieri del Nucleo investigativo di Livorno hanno eseguito, su ordine della Procura livornese, un'ordinanza di custodia cautelare a carico di un sottufficiale dell'Arma che ha comandato il nucleo carabinieri dell'ispettorato del lavoro livornese. Il cc è accusato di avere ottenuto prestazioni sessuali in cambio di favori. Le indagini, spiega una nota della procura, "hanno fatto emergere fatti per i quali viene ipotizzata la sistematica strumentalizzazione dei poteri connessi alla funzione di controllo dell'ispettorato del lavoro per ottenere favori di vario genere ed in particolare prestazioni personali". Il gip Antonio Del Forno ha perciò ritenuto sussistenti gravi indizi di concussione continuata, consumata e tentata e ha emesso l'ordinanza di arresto per il sottufficiale ora in servizio a Firenze: l'uomo si trova ai domiciliari, dopo il trasferimento fuori dalla Toscana. Le indagini proseguono: gli inquirenti non escludono che possano esserci altri casi non ancora venuti alla luce.

20:35Siccità: Regione Calabria chiede stato calamità naturale

(ANSA) - CATANZARO, 25 LUG - La Giunta regionale della Calabria, riunitasi sotto la presidenza di Mario Oliverio, ha chiesto al Governo il riconoscimento dello stato di calamità naturale per la siccità. La decisione dell'esecutivo é stata presa su proposta dello stesso presidente Oliverio. "La siccità - si afferma in una nota dell'ufficio stampa della Giunta - ha già fatto registrare centinaia di migliaia di euro di danni nel settore agricolo".

20:27Nuoto: Mondiali, King oro e record mondo

(ANSA) - ROMA, 25 LUG - Medaglia d'oro e record del mondo per la statunitense Lilly King che trionfa nei 100 metri rana con il tempo di 1'04"13 ai Mondiali di nuoto di Budapest. Il primato precedente era della lituana Ruta Meilutyte che ai Mondiali di Barcellona 2013 aveva nuotato in 1'04"35. Medaglia d'argento per un'altra statunitense, Katie Meili (1'05"03), bronzo alla russa Yuliya Efimova (1'05"05).

20:15Calcio: Cassano, un invito dal Legino

(ANSA) - SAVONA, 25 LUG - "Cassano venga a giocare a Savona: sarà vicino a casa e non sentirà la nostalgia". È l'invito lanciato dalla società Unione Sportiva Legino 1910, squadra di Savona che milita nel campionato di Promozione e che ha visto i 'primi passi' di Stefan el Shaarawy. A lanciare la proposta l'allenatore e dirigente Fabio Tobia con l'appoggio dall'assessore allo sport Maurizio Scaramuzza. Se l'ingaggio di Fantantonio potrebbe rappresentare un ostacolo insormontabile per un club di Promozione, l'allenatore e l'assessore hanno trovato una soluzione: "Il Legino calcio non può permettersi, per il budget limitato, di sostenere i costi per un campione di questo calibro. Tuttavia a Antonio Cassano garantiremo l'ospitalità e l'accoglienza della città e tutte le volte che lo desidererà, la nostra farinata bianca".

20:06Migranti: Gentiloni, dopo impegni Juncker ora fatti

(ANSA) - ROMA, 25 LUG - "Agli impegni su immigrazione presi da Juncker e Commissione, che ringrazio, corrisponda la mobilitazione dei partner Ue a fianco dell'Italia". Così il premier Paolo Gentiloni su twitter dopo le affermazioni del presidente della commissione europea.

20:01Nuoto: Pellegrini, domani sarà una bella lotta

(ANSA) - ROMA, 25 LUG - "E' stata una bella gara, sono contenta. Le altre hanno viaggiato un bel po', non si sono mai visti questi tempi per una finale Mondiale". Federica Pellegrini è felice della finale conquistata ai Mondiali di nuoto a Budapest ma è cosciente che domani è attesa ad una dura lotta per salire sul podio. "Io ho risposto presente - aggiunge ai microfoni della Rai l'azzurra - è la mia settima finale Mondiale, sono contenta di esserci e domani sarà una bella lotta".

Archivio Ultima ora