Sciopero trasporti e targhe alterne, caos a Roma

Pubblicato il 04 dicembre 2015 da redazione

sciopero-trasporti-roma

ROMA. – Metro chiuse, autobus a singhiozzo e traffico in tilt. E se non bastasse anche targhe alterne. E’ stato ancora un venerdì nero per i romani che oggi hanno dovuto fare i conti non solo con lo sciopero del trasporto pubblico ma anche con lo stop alle auto dispari, causa smog. Insomma un giorno da dimenticare. Esasperati, imbufaliti si sono sfogati sui social network: “E’ vergognoso a quattro giorni dal Giubileo”.

Il Codacons va all’attacco e presenta un esposto in Procura chiedendo l’apertura di un’indagine. Metro A, B e B1 ‘fuori servizio’ come anche la ferrovia Roma-Lido, pochi autobus e strapieni. È iniziato in mattinata alle 8.30 a Roma lo sciopero di 4 ore degli autisti dell’Atac, proclamato dal sindacato Cambia-menti.

“È stato un successo strepitoso e inaspettato. C’è stata un’adesione in media del 35% – commenta Micaela Quintavalle leader del sindacato – Chiediamo scusa alla cittadinanza per i disagi ma questo sciopero andava fatto. È stato fatto per la sicurezza dei romani stessi”. Lo sciopero ha mandato in tilt il traffico della Capitale. In molti hanno deciso di spostarsi ed andare al lavoro in macchina.

Code e rallentamenti si sono registrate in tutta la città: da via Cristoforo Colombo alla tangenziale est, da via Salaria a via Appia Nuova, da via Aurelia a via di Boccea, da via Tuscolana a via Cassia. Attese lunghissime anche per trovare un taxi. Ma nella Capitale oggi è stata anche giornata di targhe alterne.

Il commissario di Roma Francesco Paolo Tronca ha disposto le targhe alterne. Ieri stop alle dispari, oggi alle pari. Un provvedimento “obbligatorio” spiegano dal Campidoglio visto il troppo smog: 9 centraline su 13 hanno superato i limiti per diversi giorni consecutivi.

“L’Amministrazione ha dovuto bilanciare il diritto costituzionale a tutela della salute della cittadinanza con le esigenze di mobilità – dicono da Palazzo Senatorio – Lo sciopero proclamato e mantenuto da una sola sigla sindacale che, a differenza di altre, non ha ritenuto di ritirare la preannunciata astensione, ha rispettato comunque la fascia oraria di garanzia”.

Di certo il mix sciopero del trasporto pubblico e targhe alterne ha mandato su tutte le furie i romani. Non sono mancati attimi di tensione in alcune stazioni: a Termini sembra che qualcuno abbia provato per la rabbia a forzare i cancelli della metro.

E sui social network i romani si sfogano: “è vergognoso a quattro giorni dall’inizio del Giubileo” avere contemporaneamente metro chiuse, bus a singhiozzo e targhe alterne. “#Tronca peggio di #Marino, o sospendeva targhe alterne o impediva sciopero, così penalizza solo i cittadini che lavorano” scrive un utente mentre altri cinguettano “Targhe alterne, in un giorno di sciopero. Scarsa informazione, Metro chiuse e autobus fermi. Fermate sti geni!!”.

C’è invece chi ha affrontato la giornata con ironia e su Twitter ha scritto: “Guardate che #sciopero + #targhealterne fa parte di una precisa strategia anti Isis”.

Intanto il Codacons ha presentato un esposto alla Procura di Roma chiedendo di aprire una indagine sui “disagi patiti oggi dai cittadini romani, alla luce della possibile fattispecie di turbativa di pubblico servizio e altri reati che saranno ravvisabili, e di individuare le relative responsabilità”. “Quanto avvenuto oggi non deve più accadere” tuona il presidente Carlo Rienzi.

(di Davide Muscillo/ANSA)

Ultima ora

11:01Rigopiano: Stefano vivo, a Valva si riaccende la speranza

(ANSA) - VALVA (SALERNO), 21 GEN - La notizia che Stefano Feniello è vivo ed è stato individuato assieme alla fidanzata Francesca Bronzi ed altre tre persone sotto le macerie del resort Rigopiano è giunta nel cuore della notte a Valva (Salerno). "Aspettiamo qualche buona notizia'' aveva detto ieri lo zio di Stefano, Claudio, che stamattina insieme con la sorella Graziella ed il figlio Carmine si sta dirigendo a Silvi Marina dove vive la famiglia di Stefano. "Per il momento non abbiamo notizie - dice Claudio Feniello - speriamo che quando saremo a destinazione nostro nipote sia stato estratto dalle macerie". A telefono il fratello di Stefano, Andrea, che si trova in queste ore a Pescara, dice: 'Aspettiamo notizie''.

10:57Bus ungherese: A4 riaperta, rimossa carcassa pullman

(ANSA) - S.MARTINO BUONALBERGO (VERONA), 21 GEN - E' stata riaperta poco fa l'autostrada A4, chiusa dalla notte scorsa tra Verona Sud e Verona Est in seguito al tragico incidente al bus ungherese. Il traffico, sia pur lentamente, ha ripreso a scorrere in direzione di Venezia, dopo che ciò che rimaneva del pullman straniero è stato rimosso. Sul posto sono ora in azione i mezzi della società autostradale per ripulire il tratto di autostrada interessato. Si resta in attesa, da parte della Polstrada di Verona Sud, di conoscere l'esatta dinamica dell'incidente. (ANSA).

10:55Bus ungherese in fiamme, 16 morti

(ANSA) - VERONA, 21 GEN - E' di 16 morti accertati il bilancio nell'incidente che ha coinvolto un pullman ungherese sul quale viaggiavano 55 persone, 39 delle quali sono rimaste ferite e sono state portate nei vari ospedali di Verona. L'incidente si è verificato poco prima di mezzanotte sulla A4 all'altezza dello svincolo di Verona Est in direzione Venezia: il pullman è andato a sbattere lateralmente contro il pilone del ponte, incendiandosi. A bordo si trovava un gruppo di ragazzi ungheresi fra i 14 e i 18 anni che stavano tornando da una gita scolastica: da una località montana della Francia il bus stava facendo ritorno a Budapest.

07:28Trump: Mattis e Kelly giurano, sono in carica

NEW YORK - L'ex generale James Mattis e il generale in congedo John Kelly hanno giurato, entrando ufficialmente in carica nell'amministrazione Trump. Mattis e' il nuovo capo del Pentagono. Kelly il ministro degli Interni.

07:25Trump in Studio Ovale, firma decreto su Obamacare

NEW YORK - Donald Trump, nel suo primo atto nello Studio Ovale, firma un decreto esecutivo diretto alle agenzie governative per ridurre il peso dell'Obamacare. Lo afferma il portavoce della Casa Bianca, Sean Spicer.

07:19Trump, bene conferme Mattis e Kelly, subito al lavoro

NEW YORK - ''Sono soddisfatto della conferma dei generali Mattis e Kelly''. Lo afferma il presidente americano Donald Trump, commentando la loro conferma in Senato. ''Sono due leader qualificati che inizieranno subito a lavorare per difendere il nostro paese e mettere al sicuro i nostri confini''.

07:01Trump: Senato conferma Kelly ministro dell’interno

WASHINGTON - Il Senato americano ha confermato il generale in congedo John Kelly come segretario dell'Homeland Security Department, corrispondente al ministero dell'interno. Poche ore fa il Senato ha confermato anche la nomina dell'ex generale James Mattis a segretario della difesa.

Archivio Ultima ora