Sciopero trasporti e targhe alterne, caos a Roma

Pubblicato il 04 dicembre 2015 da redazione

sciopero-trasporti-roma

ROMA. – Metro chiuse, autobus a singhiozzo e traffico in tilt. E se non bastasse anche targhe alterne. E’ stato ancora un venerdì nero per i romani che oggi hanno dovuto fare i conti non solo con lo sciopero del trasporto pubblico ma anche con lo stop alle auto dispari, causa smog. Insomma un giorno da dimenticare. Esasperati, imbufaliti si sono sfogati sui social network: “E’ vergognoso a quattro giorni dal Giubileo”.

Il Codacons va all’attacco e presenta un esposto in Procura chiedendo l’apertura di un’indagine. Metro A, B e B1 ‘fuori servizio’ come anche la ferrovia Roma-Lido, pochi autobus e strapieni. È iniziato in mattinata alle 8.30 a Roma lo sciopero di 4 ore degli autisti dell’Atac, proclamato dal sindacato Cambia-menti.

“È stato un successo strepitoso e inaspettato. C’è stata un’adesione in media del 35% – commenta Micaela Quintavalle leader del sindacato – Chiediamo scusa alla cittadinanza per i disagi ma questo sciopero andava fatto. È stato fatto per la sicurezza dei romani stessi”. Lo sciopero ha mandato in tilt il traffico della Capitale. In molti hanno deciso di spostarsi ed andare al lavoro in macchina.

Code e rallentamenti si sono registrate in tutta la città: da via Cristoforo Colombo alla tangenziale est, da via Salaria a via Appia Nuova, da via Aurelia a via di Boccea, da via Tuscolana a via Cassia. Attese lunghissime anche per trovare un taxi. Ma nella Capitale oggi è stata anche giornata di targhe alterne.

Il commissario di Roma Francesco Paolo Tronca ha disposto le targhe alterne. Ieri stop alle dispari, oggi alle pari. Un provvedimento “obbligatorio” spiegano dal Campidoglio visto il troppo smog: 9 centraline su 13 hanno superato i limiti per diversi giorni consecutivi.

“L’Amministrazione ha dovuto bilanciare il diritto costituzionale a tutela della salute della cittadinanza con le esigenze di mobilità – dicono da Palazzo Senatorio – Lo sciopero proclamato e mantenuto da una sola sigla sindacale che, a differenza di altre, non ha ritenuto di ritirare la preannunciata astensione, ha rispettato comunque la fascia oraria di garanzia”.

Di certo il mix sciopero del trasporto pubblico e targhe alterne ha mandato su tutte le furie i romani. Non sono mancati attimi di tensione in alcune stazioni: a Termini sembra che qualcuno abbia provato per la rabbia a forzare i cancelli della metro.

E sui social network i romani si sfogano: “è vergognoso a quattro giorni dall’inizio del Giubileo” avere contemporaneamente metro chiuse, bus a singhiozzo e targhe alterne. “#Tronca peggio di #Marino, o sospendeva targhe alterne o impediva sciopero, così penalizza solo i cittadini che lavorano” scrive un utente mentre altri cinguettano “Targhe alterne, in un giorno di sciopero. Scarsa informazione, Metro chiuse e autobus fermi. Fermate sti geni!!”.

C’è invece chi ha affrontato la giornata con ironia e su Twitter ha scritto: “Guardate che #sciopero + #targhealterne fa parte di una precisa strategia anti Isis”.

Intanto il Codacons ha presentato un esposto alla Procura di Roma chiedendo di aprire una indagine sui “disagi patiti oggi dai cittadini romani, alla luce della possibile fattispecie di turbativa di pubblico servizio e altri reati che saranno ravvisabili, e di individuare le relative responsabilità”. “Quanto avvenuto oggi non deve più accadere” tuona il presidente Carlo Rienzi.

(di Davide Muscillo/ANSA)

Ultima ora

21:03Polonia: ottavo giorno di proteste contro riforma giustizia

(ANSA) - VARSAVIA, 23 LUG - Per l'ottavo giorno consecutivo migliaia di polacchi sono scesi nelle strade di Varsavia, sventolando bandiere dell'Unione Europea e della Polonia, per chiedere al presidente Andrzei Duda di non firmare la legge che limiterà drasticamente l'autonomia dei giudici nel Paese cedendo di fatto al governo il controllo della Corte Suprema. Da oltre una settimana i manifestanti denunciano un vero e proprio assalto alle fondamenta democratiche del Paese ed accusano il leader del partito di governo Jaroslaw Kaczynski di comportamenti autoritari mirati espressamente a cementare il suo potere personale.

20:47Calcio: amichevoli, Bologna-Trento 5-0

(ANSA) - BOLOGNA, 23 LUG - Il Bologna ha battuto il Trento (Serie D) 5-0, nell'ultima amichevole disputata durante il ritiro a Castelrotto (Bolzano). Le reti: 10' Krejci, 22' Verdi, 24' Pulgar, 38' Petkovic, 73' Falco. Domani il gruppo rossoblù si cimenterà in un percorso di rafting sul fiume Rienza, all'interno dell'abitato di Issengo, in Bassa Pusteria, al terz'ultimo giorno di permanenza in Alto Adige.

20:33Calcio: Atalanta, Gasperini, Petagna sta lavorando bene

(ANSA) - CLUSONE, 23 LUG - "Più che test questi sono allenamenti importanti sul piano fisico che servono ai nuovi per farsi conoscere". Gian Piero Gasperini commenta così il 3-1 della sua Atalanta sulla Giana, a cui è seguita una partitella in famiglia in cui hanno giocato anche Berisha, Rossi, Eguelfi, Melegoni e Petagna. Il tecnico si sofferma su quest'ultimo: "È stato fra gli ultimi ad aggregarsi al gruppo in ritiro, ma si è fatto trovare pronto, sta lavorando bene sulle conclusioni a rete e anche oggi ha segnato una bella doppietta". Sul possibile dualismo nel ruolo di punta esterna, Gasperini mostra apprezzamento sia per Ilicic che per Orsolini, schierati insieme nel primo tempo contro i milanesi: "Sono entrambi mancini, quindi chi dei due gioca a destra trova più facilmente il tiro rientrando sul piede preferito. Ma anche Gomez può fare entrambe le fasce, davanti abbiamo molte soluzioni". Ultima battuta sui possibili colpi di mercato, viste le voci su De Roon: "Numericamente siamo a posto, ci sarà qualche movimento in uscita".

20:04Calcio: Bonucci ‘7 Champions non casuali,Milan è tradizione’

(ANSA) - MILANO, 23 LUG - "Pensando al Milan mi vengono in mente tradizione, storia, vittorie importanti. Una squadra non ha 7 Champions in bacheca per caso: qui c'è tradizione, mentalità vincente. Ora tocca a noi riportare il Milan dove merita". Leonardo Bonucci ha espresso così tutta la sua voglia di far parte di una rinascita, nonché la speranza di trasmettere la sua 'febbre' milanista ai figli: "Uno è granata, l'altro juventino. Vediamo se riesco a far cambiare idea a quello grande". Alla tv tematica del club, il calciatore classe '87 si è raccontato partendo dalla svolta che lo portò a diventare un difensore centrale. "Ho cominciato a 16 anni, prima facevo il centrocampista davanti alla difesa e per qualche partita la prima punta. Poi - ha ricordato - l'anno della Beretti con la Viterbese: l'allenatore Carlo Perrone mi disse che se avessi voluto diventare qualcuno nel mondo del calcio avrei dovuto fare il difensore centrale. Ero il capitano e ho dovuto accettare anche se non ero convintissimo. Poi però ha avuto ragione lui".

19:53Tour: Froome trionfa a Parigi, è il quarto successo

(ANSA) - ROMA, 23 LUG - Chris Froome ha vinto il 104/o Tour de France di ciclismo, dopo la 'passerella' odierna sui Campi Elisi. Per l'inglese di origini keniane, che gareggia con il Team Sky, si tratta del quarto successo in carriera, dopo quelli conquistati a Parigi nel 2013, 2015 e 2016. Il podio è stato completato nell'ordine dal colombiano Rigoberto Uran e dal francese Romain Bardet. La 21/a e ultima tappa, partita da Montgeron e conclusa ai piedi dell'Arco di Trionfo (103 chilometri), è stata vinta dall'olandese Dylan Groenewegen.

19:42Scherma: Mondiali, Garozzo battuto in semifinale fioretto

(ANSA) - ROMA, 23 LUG - L'azzurro Daniele Garozzo, campione olimpico ed europeo in carica, non ce l'ha fatta a raggiungere la finale della gara di fioretto dei Mondiali di Lipsia. A batterlo per 15-12 è stato il giapponese Toshiya Saito. Garozzo è quindi medaglia di bronzo.

19:35Siccità: Legambiente, livello lago Bracciano mina ecosistema

(ANSA) - ROMA, 23 LUG - Il Lazio dichiarato in "severità idrica alta" per la siccità: nel 2017 le precipitazioni si sono ridotte tra l'80% e l'85% e i laghi entrano in crisi anche a causano delle eccessive captazioni (prelievi di acqua). E' la sintesi del dossier 'Captazioni e abbassamento dei laghi nel Lazio' presentato da Legambiente regionale. Il Lago di Bracciano - al centro della crisi idrica di Roma - "ha un livello idrometrico di 140 centimetri rispetto allo zero con ripercussioni gravi su tutto l'ecosistema", secondo l'associazione. Nel lago di Albano negli ultimi 10 anni si sono registrati 21 milioni di litri d'acqua in meno. Secondo Legambiente "lo stop della Regione alle captazioni da parte di Acea è un atto necessario per salvare il lago. Ora si inizi a prevenire l'emergenza. Subito al lavoro per una diversa gestione della risorsa idrica e il Comune di Roma si attivi per piano di adattamento al clima per tutta l'area urbana".

Archivio Ultima ora