Cremato all’insaputa di tutti, pronta denuncia

(ANSA) – NUORO, 5 DIC – Morto e cremato in Germania all’insaputa dei familiari, il caso dell’emigrato Pietro Luigi Antonio Loi, operaio di 63 anni di Loceri, in Ogliastra avrà uno strascico penale. Le due sorelle dell’uomo, infatti, si sono presentate questa mattina al commissariato di Lanusei per sporgere denuncia. “Ora stanno istruendo la pratica – spiegano Lidia e Tonina Loi – In questa vicenda ci sono troppi buchi e qualche abuso: come si sono permessi di cremare nostro fratello senza prima avvisarci?”.

Condividi: