Mose: Matteoli davanti davanti Gup respinge ogni addebito

(ANSA) – VENEZIA, 7 DIC – Ha respinto ogni addebito e chiesto il non luogo a procedere l’ex ministro Altero Matteoli indagato nell’ambito della vicenda Mose per una tangente da 500mila euro. L’ex ministro si è presentato oggi davanti al Gup Andrea Odoardo Comez, per rilasciare dichiarazioni spontanee e respingere l’accusa fatta dalla Procura di Venezia che ha chiesto per lui il rinvio a giudizio. La dazione per favorire un appalto. Ex ministro, lavori iniziati prima della mia nomina.

Condividi: