Pechino, allarme rosso per fermare l’apocalisse smog

Pubblicato il 07 dicembre 2015 da redazione

This picture taken on February 24, 2014 shows visitors wearing masks in Temple of Heaven in haze-covered Beijing.  CHINA OUT     AFP PHOTO

This picture taken on February 24, 2014 shows visitors wearing masks in Temple of Heaven in haze-covered Beijing. CHINA OUT AFP PHOTO

PECHINO. – Asili e scuole elementari chiusi, attività all’aria aperta sospese nelle medie e nei licei. Queste alcune delle misure di emergenza che verranno applicate a Pechino in seguito alla dichiarazione dell’allarme rosso per lo smog, varato ieri per la prima volta dalle autorità della capitale. Dopo pochi giorni di tregua, una fitta coltre di smog giallastro ha avvolto la capitale e vaste porzioni della Cina del nord.

Una nuova ‘airpocalypse’, apocalisse dell’aria, che ha portato la quantità di particelle inquinanti nell’aria della capitale dieci volte oltre il livello di guardia.

Altre misure che scattano automaticamente con la dichiarazione dell’allarme rosso comportano la chiusura dei cantieri edili e delle fabbriche più inquinanti, mentre altre saranno costrette a limitare la produzione. Per le automobili scattano le targhe alterne e il 30% delle vetture del governo verranno fermate.

La scala usata dalle autorità di Pechino è articolata su quattro livelli, a ciascuno dei quali corrisponde un colore: blu, giallo, arancio e rosso. Le misure straordinarie saranno in vigore a partire dalle 7 di oggi sino alle 12 di giovedì prossimo, secondo l’agenzia Nuova Cina.

Secondo alcuni commentatori, la decisione delle autorità di Pechino è una conseguenza delle critiche ricevute la settimana scorsa, quando i livelli di particelle inquinanti PM2,5 era più alto di quello registrato ieri, che è stato di 256 per metro cubo. Per l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), il massimo livello tollerabile dall’organismo umano è di 25 PM2,5 per metro cubo.

Per l’ecologista Ma Jun, un critico tollerato dal governo, la decisione è stata “molto difficile” da prendere, a causa del caos che potrebbe nascere in una metropoli di 22-23 milioni di abitanti. Ma Jun sostiene che le misure straordinarie “saranno molto utili” alla popolazione per superare la situazione, in particolare quelle che riguardano le scuole.

Paradossalmente, l’ ‘airpocalypse’ si verifica a Pechino mentre la Cina è al centro delle trattative per un accordo internazionale sulla lotta al cambiamento del clima in corso a Parigi. Intervenendo alla Conferenza di Parigi, che è organizzata dall’Onu, il leader cinese Xi Jinping ha confermato l’impegno del suo Paese a raggiungere un picco di emissioni di gas inquinanti nel 2030 e di cominciare a partire da quel momento “la marcia indietro”, con l’aiuto dei massicci investimenti che la Cina sta riversando nella produzione di energia pulita. L’anno scorso il premier e numero due Li Keqiang aveva promesso una “guerra all’inquinamento” senza tregua.

Secondo gli esperti, l’umidità dell’aria invernale fa ristagnare lo smog proveniente dalle fabbriche e dalle automobili, che è stato aggravato dall’accensione degli impianti di riscaldamento a metà novembre. Gran parte dell’energia consumata proviene dalle miniere di carbone, molte delle quali si trovano nel nordest del Paese e la prospettiva di una diminuzione della dipendenza della Cina dal carbone è molto lontana nel tempo.

Secondo l’Ufficio metereologico cinese lo smog rimarrà per altri tre giorni, e solo nel fine settimana il vento gelato dal nord porterà sollievo agli abitanti della capitale.

(di Beniamino Natale/ANSA)

Ultima ora

22:57Savoia: Smuraglia (Anpi),solennità volo Stato urta coscienze

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - "Quello dei Savoia lo considero un problema chiuso da molto tempo. Una vicenda finita. Smettiamo di parlarne. Ritengo che portare la salma in Italia con solennità e volo di Stato è qualcosa che urta le coscienze di chi custodisce una memoria storica. Urta con la storia di questo dopoguerra. E non si parli più neanche di questa ipotesi di mettere le loro salme nel Pantheon. Basta". Così il presidente emerito dell'Anpi Carlo Smuraglia commenta il rientro in Italia delle spoglie di Vittorio Emanuele III con un volo dell'Aeronautica militare.

22:35Donna uccisa a coltellate in casa nel Milanese

(ANSA) - MILANO, 17 DIC - Una donna di 33 anni, con due figli piccoli, è stata trovata agonizzante, colpita da tre coltellate al torace nella sua abitazione di Parabiago, nel Milanese. E' stata la madre a trovarla, a terra, in bagno. La donna, un'italiana, è morta poco dopo. Indagano i carabinieri della Compagnia di Legnano.

22:26Calcio: Junior Tim Cup oggi al Ferraris

(ANSA) - GENOVA, 17 DIC - Le squadre della Parrocchia Caramagna di Imperia e dell'Oratorio Santa Dorotea di Genova si sono affrontate allo stadio Ferraris prima del match Sampdoria- Sassuolo in un'amichevole terminata con il risultato di 2-10, nel contesto della VI Edizione della Junior TIM Cup, il torneo di calcio a 7 Under 14 sostenuto da Lega Serie A, TIM e Centro Sportivo Italiano. A fine gara, i ragazzi hanno consegnato ai giocatori della Sampdoria e del Sassuolo la fascia da capitano della Junior TIM Cup per poi accompagnarli all'ingresso in campo. La VI edizione della Junior TIM Cup si disputa nelle 15 città le cui squadre militano nella Serie A TIM 2017-2018. Le squadre vincitrici dei concentramenti interregionali di qualificazione alla fase nazionale si contenderanno il titolo di campioni della Junior TIM Cup, il 9 maggio, in occasione della Finale di TIM Cup 2017-2018.

22:17Calcio: Peruzzi, Milinkovic Savic? Nella Lazio sta benissimo

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - "Qui ci sono molti osservatori per Milinkovic Savic? So che lui sta benissimo qui e vuole rimanerci a lungo. Poi che ci siano molti scout è normale, ma per il momento Sergej sta bene alla Lazio". Il dirigente della Lazio Angelo Peruzzi parla delle dinamiche di mercato e in particolare del 'gioiello' serbo che mezza Europa sta tenendo d'occhio.Ma in casa biancoceleste sono stati giorni pesanti, per le polemiche sul Var e sugli arbitraggi che avrebbero penalizzato la squadra di Inzaghi. "Se siamo preoccupati per gli errori del Var di questa giornata? - dice Peruzzi - No, non lo siamo. Poi ogni partita ha i suoi episodi, non voglio polemizzare". "Ma pare che gli episodi siano valutabili a seconda delle circostanze - aggiunge - e sembra che non siano tutti d'accordo. E' come la parabola di Kafka, di un contadino che vuole conoscere la legge ma trova il portone del guardiano sempre chiuso.Non lo fanno mai entrare e lui,nonostante tutti i suoi sforzi,non riesce a capire le dinamiche della legge perché sono confuse".

22:07Calcio: Pescara, Sebastiani, Zeman? devo parlarci poi decido

(ANSA) - PESCARA, 17 DIC - Dichiarazioni pesanti del presidente del Pescara, Daniele Sebastiani, che nel dopopartita di Pescara-Novara, in mixed zone, ha attaccato il tecnico Zeman che ieri aveva detto in conferenza stampa di avere una visione diversa del calcio rispetto al presidente. "Se oggi c'era questo clima allo stadio era per la conferenza stampa di m... dell'allenatore - ha detto Sebastiani -. Se Zeman resterà? Devo parlarci e poi deciderò". Il presidente del Pescara, nonostante la vittoria per 1-0 sul Novara, potrebbe esonerare il tecnico boemo.

22:05Pallavolo: Serie A/1 donne, risultati e classifica

(ANSA) - ROMA, 17 DIC - Risultati dell'11/a giornata del campionato di serie A/1 donne di pallavolo, Samsung Galaxy Cup: Imoco Conegliano - Mycicero Pesaro 3-0 (ieri) Foppapedretti Bergamo - Saugella Monza 1-3 Liu Jo Modena - Pomì Casalmaggiore 3-1 Unet E-Work Busto Ar. - Savino Scandicci 2-3 (ieri) Il Bisonte Firenze - Lardini Filottrano 3-0 Sab Legnano - Igor Gorgonzola Novara 0-3 - Classifica: Conegliano 29; Novara 27; Scandicci e Busto Arsizio 24; Modena 18; Monza 16; Pesaro 15; Firenze 14; Legnano 11; Casalmaggiore 10; Bergamo 6; Filottrano 4.

22:03Calcio: Andreazzoli nuovo allenatore dell’Empoli

(ANSA) - EMPOLI (FIRENZE), 17 DIC - Aurelio Andreazzoli è il nuovo tecnico dell'Empoli. Dopo l'esonero quasi a sorpresa di Vincenzo Vivarini la società ha affidato la guida della prima squadra all'ex allenatore della Roma, a riposo da questa estate dopo aver lavorato come collaboratore di Luciano Spalletti. Andreazzoli sarà presentato domani e sarà coadiuvato dall'allenatore in seconda Giacomo Lazzini, ex centrocampista dell'Empoli nella stagione 1992-93. Andreazzoli ha firmato un contratto fino al 30 giugno, con opzione in caso di promozione in serie A. Andreazzoli torna a guidare una prima squadra dopo la stagione 2012-2013 quando in seguito all'esonero di Zeman, gli venne affidata la panchina della Roma, con cui perse la finale-derby di Coppa Italia contro la Lazio e dove rimase fino al termine della stagione per poi tornare al ruolo di collaboratore, prima con Rudi Garcia poi, di nuovo, con Luciano Spalletti. Dalla scorsa estate aveva deciso di rimanere a riposo. Ora la chiamata del presidente dell'Empoli, Fabrizio Corsi.

Archivio Ultima ora