Pechino, allarme rosso per fermare l’apocalisse smog

Pubblicato il 07 dicembre 2015 da redazione

This picture taken on February 24, 2014 shows visitors wearing masks in Temple of Heaven in haze-covered Beijing.  CHINA OUT     AFP PHOTO

This picture taken on February 24, 2014 shows visitors wearing masks in Temple of Heaven in haze-covered Beijing. CHINA OUT AFP PHOTO

PECHINO. – Asili e scuole elementari chiusi, attività all’aria aperta sospese nelle medie e nei licei. Queste alcune delle misure di emergenza che verranno applicate a Pechino in seguito alla dichiarazione dell’allarme rosso per lo smog, varato ieri per la prima volta dalle autorità della capitale. Dopo pochi giorni di tregua, una fitta coltre di smog giallastro ha avvolto la capitale e vaste porzioni della Cina del nord.

Una nuova ‘airpocalypse’, apocalisse dell’aria, che ha portato la quantità di particelle inquinanti nell’aria della capitale dieci volte oltre il livello di guardia.

Altre misure che scattano automaticamente con la dichiarazione dell’allarme rosso comportano la chiusura dei cantieri edili e delle fabbriche più inquinanti, mentre altre saranno costrette a limitare la produzione. Per le automobili scattano le targhe alterne e il 30% delle vetture del governo verranno fermate.

La scala usata dalle autorità di Pechino è articolata su quattro livelli, a ciascuno dei quali corrisponde un colore: blu, giallo, arancio e rosso. Le misure straordinarie saranno in vigore a partire dalle 7 di oggi sino alle 12 di giovedì prossimo, secondo l’agenzia Nuova Cina.

Secondo alcuni commentatori, la decisione delle autorità di Pechino è una conseguenza delle critiche ricevute la settimana scorsa, quando i livelli di particelle inquinanti PM2,5 era più alto di quello registrato ieri, che è stato di 256 per metro cubo. Per l’Organizzazione mondiale della sanità (Oms), il massimo livello tollerabile dall’organismo umano è di 25 PM2,5 per metro cubo.

Per l’ecologista Ma Jun, un critico tollerato dal governo, la decisione è stata “molto difficile” da prendere, a causa del caos che potrebbe nascere in una metropoli di 22-23 milioni di abitanti. Ma Jun sostiene che le misure straordinarie “saranno molto utili” alla popolazione per superare la situazione, in particolare quelle che riguardano le scuole.

Paradossalmente, l’ ‘airpocalypse’ si verifica a Pechino mentre la Cina è al centro delle trattative per un accordo internazionale sulla lotta al cambiamento del clima in corso a Parigi. Intervenendo alla Conferenza di Parigi, che è organizzata dall’Onu, il leader cinese Xi Jinping ha confermato l’impegno del suo Paese a raggiungere un picco di emissioni di gas inquinanti nel 2030 e di cominciare a partire da quel momento “la marcia indietro”, con l’aiuto dei massicci investimenti che la Cina sta riversando nella produzione di energia pulita. L’anno scorso il premier e numero due Li Keqiang aveva promesso una “guerra all’inquinamento” senza tregua.

Secondo gli esperti, l’umidità dell’aria invernale fa ristagnare lo smog proveniente dalle fabbriche e dalle automobili, che è stato aggravato dall’accensione degli impianti di riscaldamento a metà novembre. Gran parte dell’energia consumata proviene dalle miniere di carbone, molte delle quali si trovano nel nordest del Paese e la prospettiva di una diminuzione della dipendenza della Cina dal carbone è molto lontana nel tempo.

Secondo l’Ufficio metereologico cinese lo smog rimarrà per altri tre giorni, e solo nel fine settimana il vento gelato dal nord porterà sollievo agli abitanti della capitale.

(di Beniamino Natale/ANSA)

Ultima ora

07:18Terrorismo: blitz a Venezia, sgominata cellula jihadista

(ANSA) - ROMA, 30 MAR - Un blitz di Polizia di Stato e Carabinieri è scattato durante la notte nei confronti di una cellula jihadista in pieno centro a Venezia: tre persone arrestate e un minore fermato, tutti originari del Kosovo e residenti in Italia con regolare permesso di soggiorno; 12 le perquisizioni tra il capoluogo, Mestre e Treviso.

23:43Trump: Ivanka ‘assunta’ come dipendente federale

(ANSA) - NEW YORK, 29 MAR - Ivanka Trump sara' assunta come dipendente federale nel ruolo di assistente del padre alla Casa Bianca. Non percepira' pero' alcuno stipendio, cosi'come avviene per il marito Jared Kushner. Lo ha annunciato la stessa figlia del presidente americano, spiegando che la decisione e' stata presa per porre fine alle preoccupazioni di tipo etico solevate da piu' parti e legate alla sua presenza alla Casa Bianca dove ha anche un ufficio.

22:56Calcio: Messi “Nessuna offesa, le mie erano parole al vento”

(ANSA) - ROMA, 29 MAR - "Non volevo insultare l'assistente, le mie erano solo parole al vento". Così Leo Messi si discolpa, secondo quanto apprende La Nacion, nell'arringa difensiva che l'Afa (la Federcalcio argentina) presenterà alla Commissione d'appello della Fifa, nel tentativo di ricevere uno sconto sulle quattro giornate di squalifica inflitte alla 'Pulce' per le offese rivolte a un assistente dopo la sfida contro il Cile. Nel caso in cui in appello dovessero essere confermate le giornate di stop a Messi, l'Afa si rivolgerà al Tas di Losanna; in questo caso, però, i tempi della sentenza si allungherebbero fino alla fine dell'estate prossima. In particolare, nel ricorso, la Federcalcio argentina sottolinea di come l'arbitro brasiliano Ricci, nelle 16 pagine di relazione presentata alla Fifa, non abbia menzionato l'alterco verbale fra Messi e l'assistente.

21:05Migranti: #Withrefugees, scatti per capire un dramma

(ANSA) - MILANO, 29 MAR - "Grazie alla fotografia sono i migranti che ci parlano. E' nel diffondere questa consapevolezza che l'immagine può davvero rappresentare un veicolo importante per far capire le problematiche di queste persone che attraversano il mondo". Lo ha detto Carlotta Sami, portavoce per il Sud Europa dell'Unhcr, l'agenzia per i Rifugiati delle Nazioni Unite. L'occasione per una riflessione sulle migrazioni è stata l'inaugurazione della mostra #Withrefugees - Fotografi per i rifugiati, oggi, alla spazio Big Santa Marta di Milano. A promuovere la serata è stata MIA Photo fair (la fiera internazionale della fotografia), che apre proprio nel giorno dell'approvazione della legge sulla protezione dei minori stranieri non accompagnati. A essere esposti sono 45 scatti di fotografi che si sono dedicati al tema: Yuri Catania, Franco Paggetti, Pierre Andrè Podbilesky, Massimo Sestini e Paolo Solari Bozzi, che hanno messo le loro opere a disposizione per beneficenza.

20:54Trump: Moore, con nuove norme clima iniziata estinzione vita

(ANSA) - NEW YORK, 29 MAR - Donald Trump ha appena "iniziato l'estinzione della vita umana sulla terra": ne e' convinto il regista liberal Michael Moore, facendo riferimento all'ordine esecutivo firmato dal presidente americano che spazza via le normative ambientali del predecessore Barack Obama. "Gli storici nel prossimo futuro (e potrebbe essere l'unico futuro che abbiamo) ricorderanno il 28 marzo 2017 come il giorno dell'inizio dell'estinzione della vita umana sulla terra", ha scritto in un post su Facebook. A suo parere, firmando il decreto che ordina di rivedere le norme per la riduzione delle emissioni di gas serra nelle industrie, Trump ha "dichiarato guerra al pianeta e ai suoi abitanti".

20:52Calcio: Lazio, Anderson “La Roma? Pensiamo a noi stessi”

(ANSA) - ROMA, 29 MAR - "La Roma? Pensiamo solo a noi, non a quello che dicono loro. Giocheranno coi loro tifosi ma, se saremo intelligenti, facciamo una grande partita". Così Felipe Anderson, intervistato a Mediaset premium, parla della sfida di ritorno di Coppa Italia contro la Roma, in programma il 4 aprile. Si riparte dal 2-0 sei biancocelesti dell'andata, ma per il brasiliano conta prima di tutto fare bene contro il Sassuolo in campionato. "Questa per noi è una settimana decisiva - spiega l'ex Santos - dobbiamo centrare due obiettivi di stagione, non bisogna sbagliare. Pensiamo prima al Sassuolo, poi al derby". Protagonista della sua miglior stagione a livello di continuità, per Anderson è sempre vivo il sogno della Seleçao: "Giocare il Mondiale è un mio obiettivo - conclude l'attaccante dei biancocelesti - ma so che devo dare il massimo qui, voglio finire bene e sperare di conquistare la Nazionale".

20:41Deltaplano precipita in provincia di Modena, grave 56enne

(ANSA) - MODENA, 29 MAR - Un deltaplano con a bordo un 56enne, D.B., si è schiantato al suolo, in un terreno agricolo, intorno alle 18 a Campogalliano, in provincia di Modena. L'uomo, proprietario sia del velivolo che del terreno agricolo dove è avvenuto l'incidente, in via Vandelli, è stato soccorso dai sanitari del 118, intervenuti con l'ambulanza e con l'elisoccorso. Il ferito, cosciente ma con gravi ferite ad una gamba, è stato così portato all'ospedale Maggiore di Bologna con l'elicottero. Le sue condizioni sono gravi. In via Vandelli sono intervenuti anche i vigili del fuoco ed i carabinieri. Tutte le ipotesi sono al vaglio, ma si propende per un guasto tecnico del deltaplano, che, a quanto pare, è precipitato mentre era ancora in fase di decollo. A chiamare i soccorsi sono stati i parenti del 56enne, che hanno udito il rumore dello schianto. (ANSA).

Archivio Ultima ora