Corona: Corte si riserva,se no a continuazione rischia cella

(ANSA) – MILANO, 9 DIC – La Corte d’Appello di Milano si è riservata di decidere se riconoscere la continuazione dei reati per i quali Fabrizio Corona si è visto abbassare il cumulo della pena totale da 13 anni e 2 mesi a 9 anni e quindi è riuscito a ottenere l’affidamento in prova ai servizi sociali. In caso contrario l’ex fotografo dei vip rischia di tornare in carcere. E’ “preoccupata” la difesa dopo l’udienza di stamani in cui si è discusso chiedendo di confermare il provvedimento del gip.

Condividi: