Time incorona Merkel. E’ il Personaggio dell’Anno

Pubblicato il 09 dicembre 2015 da redazione

merkel time person of the year_0

NEW YORK. – Per aver salvato l’Europa tre volte nel corso del 2015, il personaggio dell’Anno di Time è la “cancelliera del mondo libero” Angela Merkel. La rivista americana che dal 1927 sceglie in dicembre la personalità o il gruppo che “nel bene o nel male ha fatto il massimo per influire sugli eventi dell’anno” ha citato la leadership della Merkel in Europa, dalla crisi greca a quella dei rifugiati, e la forte risposta al “furto strisciante dell’Ucraina da parte di Vladimir Putin” tra le motivazioni che hanno portato a incoronare la Merkel, solo la quarta donna nella storia del settimanale, come Personaggio dell’Anno.

Secondo la direttrice di Time Nancy Gibbs, “non una volta o due, ma per tre volte ci sono state ragioni di chiedersi quest’anno se l’Europa avrebbe potuto continuare a esistere non solo culturalmente o geograficamente, ma anche come ambizioso progetto politico”. Puoi andare o non andare d’accordo con lei, ma “la Merkel è una che non sceglie strade semplici”, spiega la Gibbs.

Chi non condivide la scelta della donna che Time definisce la “leader di fatto del continente” è Donald Trump, terzo dopo il Califfo dell’Isis Abu Bakr al Baghdadi nella rosa dei più influenti del 2015. Indispettito per essere stato battuto (da una donna per di più?), il frontrunner della nomination repubblicana non ha perso l’occasione di twittare: “L’avevo detto che Time non mi avrebbe scelto nonostante fossi il favorito. Hanno scelto una che sta rovinando la Germania”.

Time non ha battuto ciglio: “I leader sono messi alla prova quando la gente non vuole seguirli. Per aver chiesto alla Germania più di quanto la maggior parte dei politici non avrebbe osato e aver offerto leadership morale risoluta in un mondo dove è scarsa, Angela Merkel è la persona dell’anno”.

Merkel, 61 anni, è la quarta donna ad essere scelta da Time e la prima in quasi 30 anni, da quando nel 1986 la palma toccò alla leader dell’opposizione filippina Corazon Aquino (le altre sono la Duchessa di Windsor Wallis Simpson e nel 1952 la regina Elisabetta).

“Sono sicuro che prenderà la notizia come incoraggiamento per il lavoro che sta facendo e per un buon futuro politico per la Germania e per l’Europa”, ha detto il suo portavoce Steffen Seibert. Significativo è poi che sia una donna a tornare a sfondare il soffitto di vetro quasi tutto maschile della Persona dell’anno di Time.
La leadership al femminile sta facendo passi avanti nel mondo delle prossime elezioni americane che potrebbero portare per la prima volta una donna alla Casa Bianca, Hillary Clinton, alla designazione del prossimo segretario generale alla fine del 2016: “Non pensiamo che una donna diventerà presto papa – ha scritto il settimanale – o che erediterà il posto di Putin. Ma dubitiamo che ci vorranno altri 30 anni prima che la Persona dell’Anno sia di nuovo una donna”.

(Alessandra Baldini/Ansa)

Ultima ora

15:51Calcio: Roma-Chelsea, Dzeko prende tempo

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - Ore decisive per la trattativa in corso fra Roma e Chelsea. Secondo quanto riferisce SkySports, è tutto fatto per il passaggio di Emerson Palmieri ai Blues, mentre Edin Dzeko avrebbe delle perplessità in merito ai propri emolumenti e il Chelsea si starebbe chiedendo, sempre secondo la stessa fonte, se vale la pena pagare così tanto (per cartellino e stipendio) un calciatore di 31 anni. Così ora i londinesi starebbero prendendo in seria considerazione la candidatura alternativa dell'ex interista Marko Arnautovic, attualmente in forza al West Ham.

15:45Recuperati quadri di Luzzati trafugati a Sesto S.Giovanni

(ANSA) - CREMONA, 22 GEN - Un operaio di 65 anni di Trescore Cremasco (Cremona) è stato denunciato per furto dai carabinieri che hanno rinvenuto nella sua abitazione due quadri di Emanuele Luzzati trafugati lo scorso dicembre dall'Ospedale Multimedica di Sesto San Giovanni. L'uomo si era recato nel centro medico per una visita. In quei giorni era in ospedale una retrospettiva di Luzzati. Benché la sala fosse sorvegliata, erano stati asportati due quadri. Dalla visione delle immagini della videosorveglianza dell'ospedale, i carabinieri hanno visto una persona uscire con fare sospetto occultando qualcosa di voluminoso sotto gli abiti. Le immagini sono state sottoposte al vaglio del personale del centro medico che ha riconosciuto la persona che si era sottoposta ad accertamenti sanitari proprio all'Ospedale Multimedica. I carabinieri hanno perquisito la sua casa e lì hanno trovato le due opere: 'La Rosaura' e 'La Rosaura vedova scaltra' di Luzzati, nato a Genova nel 1921 e morto nel 2007.(ANSA).

15:40Calcio: iniziato consiglio Aic, al centro elezioni Figc

(ANSA) - MILANO, 22 GEN - E' iniziato, con un'ora e mezza di ritardo rispetto all'orario previsto, il Direttivo dell'Associazione italiana calciatori, in cui si discuterà della posizione dell'Aic alle prossime elezioni federali, previste per il 29 gennaio. Prima dell'inizio del Consiglio, il presidente Damiano Tommasi ha incontrato anche il presidente dell'Assoallenatori, Renzo Ulivieri: un faccia a faccia incentrato proprio sulle candidature alla Figc.

15:38Calcio: la Juventus sbarca su Netflix

(ANSA) - TORINO, 22 GEN - La Juventus sbarca su Netflix. La piattaforma dell'intrattenimento online offre dal 16 febbraio ai suoi iscritti, oltre cento milioni in 190 Paesi, 'Prima squadra: Juventus Fc', la docu-serie originale dedicata ai campioni d'Italia. Per realizzarla ci sono voluti quattro mesi di riprese, fianco a fianco ai campioni bianconeri. I primi tre episodi della serie - la seconda parte sarà disponibile in estate - permetteranno di accedere al dietro le quinte del club. Un racconto "avvincente e serrato di questa stagione - si legge sul sito del club bianconero - che si snoda tra le storie dei protagonisti e cattura dentro e fuori dal campo le vere esperienze di vita che rendono la Juventus non solo una squadra vincente, ma anche delle più affascinanti al mondo".

15:27Bangladesh: Rohingya, rimpatrio in Birmania sarà volontario

(ANSA) - DACCA, 22 GEN - Il Bangladesh non forzerà nessun rifugiato rohingya a tornare nello Stato di Rakhine in Birmania, e questo processo sarà su base volontaria. Lo ha assicurato il ministro degli Esteri bengalese, AH Mahmood Ali. "Si tratterà di una scelta volontaria - ha spiegato il ministro ai diplomatici stranieri residenti a Dacca- e questo è scritto in tutti i documenti firmati (da Bangladesh e Birmania)", rifiutandosi di confermare che i primi rimpatri cominceranno domani come giorni fa era stato annunciato. "Il processo è partito - ha aggiunto secondo il portale di notizie BdNews24 - ma non posso indicare un giorno preciso. Lo vedrete da voi quando comincerà. Se fissiamo una data e la manchiamo poi i media ci criticheranno dicendo che non siamo riusciti a fare le cose in tempo". Oltre 655.000 musulmani Rohingya sono fuggiti lo scorso anno dalla Birmania dopo un attacco di militanti di questa etnìa alle forze di sicurezza nella regione settentrionale dello Stato di Rakhine il 25 agosto scorso.

15:27Abu Mazen, Ue riconosca rapidamente Stato Palestina

(ANSA) - BRUXELLES, 22 GEN - "Facciamo appello all'Unione europea perché riconosca rapidamente lo Stato di Palestina", in quanto "non c'è contraddizione tra il suo riconoscimento e la ripresa dei negoziati" per il processo di pace. Lo ha affermato il presidente palestinese Abu Mazen al suo arrivo al Consiglio Ue Esteri, nell'incontro di benvenuto con l'Alto rappresentante Federica Mogherini.

15:25Israele: Knesset, proteste deputati arabi contro Pence

(ANSAmed) - TEL AVIV, 22 GEN - I deputati arabo israeliani hanno interrotto l'intervento del vicepresidente Usa Mike Pence non appena questi ha cominciato a parlare alla Knesset, il parlamento israeliano. Subito dopo sono stati allontanati dell'aula mentre il resto dei deputati applaudiva.

Archivio Ultima ora