Uccise albanese dopo litigio, condannato a 18 anni

(ANSA) – BARI, 10 DIC – Il gup del Tribunale di Bari Marco Galesi ha condannato a 18 anni di reclusione il pregiudicato 23enne Francesco Caldarola, figlio del boss Lorenzo, accusato dell’omicidio volontario dell’albanese 25enne Florian Mesuti dopo un litigio. L’episodio avvenne nel popolare quartiere Libertà del capoluogo il 29 agosto 2014. Il giudice ha escluso la contestata aggravante dei futili motivi. Il pm, Baldo Pisani, aveva chiesto la condanna all’ergastolo.

Condividi: