Povertà: in Italia oltre 50 mila persone senza dimora

Pubblicato il 10 dicembre 2015 da redazione

Un clochard addormentato in strada a Napoli. ANSA/CESARE ABBATE

Un clochard addormentato in strada a Napoli. ANSA/CESARE ABBATE

ROMA.- Decine di migliaia di persone in Italia vivono una condizione di povertà estrema, non hanno un tetto e devono ricorrere alle mense e ai dormitori. Sono oltre 50.700 secondo le stime dell’Istat, che in collaborazione con altri enti ha svolto un’indagine in 158 Comuni sulle persone senza dimora che nei mesi di novembre e dicembre 2014 hanno utilizzato almeno uno di questi servizi. Il loro numero è aumentato rispetto alla precedente rilevazione del 2011 (47.648) e questo aumento ha riguardato soprattutto il Sud d’Italia.

L’indagine – effettuata in collaborazione con il Ministero del lavoro, la Federazione degli organismi che si occupano dei senza dimora (Fiopsd) e la Caritas – è stata presentata al Cnel, alla presenza del ministro del lavoro e delle politiche sociali, Giuliano Poletti.

Basandosi su un campione di 158 Comuni con più di 70 mila abitanti o capoluoghi di provincia con oltre 30 mila abitanti – circa un terzo della popolazione residente nel nostro Paese – la cifra dà un’idea dell’entità del fenomeno ma rischia di essere alquanto sottodimensionata. La quota degli homeless che si registra nelle regioni del Nord-ovest (38%) è molto simile a quella stimata nel 2011, così come quella del Centro (23,7%) e delle Isole (9,2%); nel Nord-est si osserva invece una diminuzione (dal 19,7% al 18%) che si contrappone all’aumento nel Sud (dall’8,7% all’11,1%).

Si confermano anche le principali caratteristiche delle persone senza dimora: si tratta per lo più di uomini (85,7%), stranieri (58,2%), con meno di 54 anni (75,8%) – anche se, a seguito della diminuzione degli under34 stranieri, l’età media è leggermente aumentata (da 42,1 a 44) – o con basso titolo di studio (solo un terzo raggiunge almeno il diploma di scuola media superiore).

Cresce rispetto al passato la percentuale di chi vive solo (da 72,9% a 76,5%), a svantaggio di chi vive con un partner o un figlio (dall’8% al 6%); poco più della metà (il 51%) dichiara di non essersi mai sposato. Anche la durata della condizione di senza dimora si allunga: diminuiscono, dal 28,5% al 17,4%, quanti sono senza dimora da meno di tre mesi mentre aumentano le quote di chi lo è da più di due anni (dal 27,4% al 41,1%) e di chi lo è da oltre 4 anni (dal 16% al 21,4%).

Chi è povero, ha sottolineato la Fiopsd, è sempre più povero: la stessa persona frequenta 5 volte alla settimana gli stessi servizi per mangiare e 3 volte a settimana gli stessi dormitori per dormire. E vive in strada da oltre quattro anni: sono circa 30.000 le persone senza dimora croniche (1.000 poveri all’anno in più che si aggiungono ai marginali di sempre).

E comunque ai 50.700 che si rivolgono ai servizi – denuncia la federazione che attraverso le sue associazioni è presente sul territorio con le unità di strada – bisogna aggiungere almeno altri 5mila senzatetto che non usufruiscono nè delle mese nè dei dormitori: persone ai margini dei margini.

Il ministro Poletti ha assicurato che il fenomeno è attentamente monitorato. Ma ha precisato che “affrontare i problemi con la logica dell’emergenza non è il modo giusto per risolverli, rischia anzi di essere una scusa per rinviarli e, di conseguenza, renderli più difficili; occorre invece, come nel caso del contrasto ai casi di emarginazione più grave ed in generale alla povertà, un approccio strategico che permetta di definire interventi strutturali coordinati tra più soggetti e, per questo, in grado di produrre risultati concreti”.

A questo rispondono le Linee guida per il contrato alla grave emarginazione adulta predisposte dal Ministero, e lo stanziamento di 100 milioni di euro in sette anni che il Governo ha deciso di destinare, nell’ambito dei programmi comunitari Pon inclusione e Fead, “al finanziamento di servizi coerenti con le linee guida, cui potranno aggiungersi le risorse che le Regioni vorranno destinare con la programmazione regionale e le grandi città con la programmazione del Pon Metro”.

Ultima ora

11:10Polonia, presidente Duda respinge riforma giustizia

(ANSA)- VARSAVIA, 24 LUG - Il presidente polacco Andrzej Duda ha deciso di non firmare le leggi sulla Corte Suprema e sul Consiglio nazionale della magistratura che mettevano a rischio l'autonomia dei giudici polacchi, rimandandole in parlamento. Lo ha detto lo stesso Duda in una conferenza stampa a Varsavia. Duda ha spiegato che il suo ufficio non è stato consultato prima dell'approvazione in aula e contestando anche che, secondo le nuove leggi, i giudici dovrebbero essere indicati dal ministro della giustizia, che copre già la carica di procuratore generale.

11:08Tennis: ranking Atp, Murray sempre in vetta

(ANSA) - ROMA, 24 LUG - Nessuna novità nella top 10 del ranking Atp, che vede al comando sempre lo scozzese Andy Murray, da 37 settimane leader in classifica, pur con soli 285 punti sullo spagnolo Rafael Nadal. In terza posizione lo svizzero Roger Federer, che precede il serbo Novak Djokovic e l'altro elvetico Stanislas Wawrinka. Per quanto riguarda gli italiani, il migliore si conferma Fabio Fognini che tuttavia perde due posizioni ed è al numero 31. Due gradini in meno anche per Paolo Lorenzi, sconfitto ieri in finale a Umago (Croazia) dal 19enne russo Andrey Rublev (6-4, 6-2), e sceso al 36/o posto. Più distanziati Andreas Seppi (numero 80, +1) e Thomas Fabbiano (89), mentre con la semifinale ad Umago - prima nel circuito maggiore - compie un balzo di 20 posti Alessandro Giannessi, ora 84/o, suo nuovo best ranking.

10:56Tennis: ranking Wta, Pliskova ancora al comando

(ANSA) - ROMA, 24 LUG - Due cambiamenti nella top 10 del ranking Wta aggiornato oggi, ma non sul podio. In vetta, infatti, c'è per la seconda settimana la ceca Karolina Pliskova, che precede la romena Simona Halep di appena 185 punti e la tedesca Angelique Kerber. Subito dietro le novità: in 4/a posizione sale la spagnola Garbine Muguruza, con la britannica Johanna Konta scivolata alla 7/a, scavalcata anche dall'ucraina Elina Svitolina e dalla danese Caroline Wozniacki. Chiudono la top 10 la russa Svetlana Kuznetsova, la statunitense Venus Williams e la polacca Agnieszka Radwanska. Qualche movimento anche in campo italiano. Roberta Vinci è sempre la prima delle azzurre, ma sale di un gradino ed è 36/a. Alle sue spalle si riporta Francesca Schiavone (numero 71, +3), scavalcando Camila Giorgi (73, -1). Scende invece di ben 11 gradini Sara Errani, ora 98/a.

10:54Calcio: Juventus, per Bernardeschi visite e firma

(ANSA) - ROMA, 24 LUG - Visite mediche, a Torino, per Federico Bernardeschi. Il giocatore, che dopo gli esami si legherà alla Juventus, è stato accolto al J-Medical dall'entusiasmo di circa 250 tifosi bianconeri. "La 10 non può restare senza padrone, benvenuto Federico", è lo striscione esposto dai tifosi per il 23enne fantasista toscano in arrivo dalla Fiorentina, che nei prossimi giorni raggiungerà la sua nuova squadra negli Stati Uniti.

10:48Segati e interrati, coinvolto anche un minorenne

(ANSA) - NAPOLI, 24 LUG - Sono state eseguite dalla Squadra Mobile di Napoli due ordinanze di custodia cautelare emesse dal gip del Tribunale di Napoli e dal tribunale dei minorenni su richiesta della Dda e della Procura della Repubblica dei minorenni a carico di due soggetti ritenuti responsabili dell'efferato omicidio dei pregiudicati Luigi Rusciano e Luigi Ferrara i cui corpi vennero rinvenuti sezionati in buste di plastica lo scorso 16 febbraio in un terreno di Afragola. All'epoca dei fatti uno dei responsabili era minorenne e l'altro maggiorenne.

10:38Israele, Netanyahu convoca il governo

(ANSAmed) - TEL AVIV, 24 LUG - Il premier Benyamin Netanyahu ha convocato per oggi il Consiglio di difesa del governo per una nuova consultazione - la seconda nelle ultime ore - sulle crisi maturate a Gerusalemme, nella Spianata delle Moschee, ed ad Amman, nell'ambasciata di Israele. Lo riferiscono i media locali. Secondo una fonte politica israeliana, citata dai media, i membri dello staff diplomatico sono "intrappolati" nell'ambasciata e la loro incolumità rischia di essere in pericolo.

10:21Francia, Eliseo conferma incontro Macron-Sarraj-Haftar

(ANSA) - PARIGI, 24 LUG - Il presidente francese Emmanuel Macron riceverà domani il primo ministro del governo di Tripoli, Fayez Al Sarraj, e il generale Khalifa Haftar. Lo fa sapere l'Eliseo, confermando quanto detto dall'inviato Onu Ghassan Salamé in un'intervista. Nel comunicato si legge che la Francia vuole dare "il suo contributo agli sforzi per costruire un compromesso politico sotto l'egida delle Nazioni Unite, che riunisca su una base inclusiva l'insieme dei differenti attori libici". Il vertice avverrà a La Celle-Saint-Cloud, vicino Parigi.

Archivio Ultima ora