Perse la voce lavorando a call center, in cinque a giudizio

(ANSA) – TORINO, 12 DIC – Perse la voce lavorando come telefonista in un call center. Va a processo il caso di una torinese di 44 anni, affetta da “cordite cronica” come certificato dalle autorità sanitarie. L’amministratore delegato della società, la Voice Care, è stato citato in giudizio dal pm Raffaele Guariniello, che ipotizza il reato di lesioni colpose. Stesso provvedimento nei confronti del responsabile della sicurezza e di tre medici del lavoro. (ANSA).

Condividi: