Euro 2016: con Belgio e Svezia, un girone non facile per l’Italia

Pubblicato il 12 dicembre 2015 da redazione

sorteggio-euro-2016-italia

ROMA. – Il sorteggio di Parigi riserva un girone non facile per l’Italia di Conte. Buffon e compagni giocheranno nel gruppo E, contro la nazionale al primo posto della classifica Fifa, ovvero il Belgio, la Svezia di Ibra e l’Irlanda che non è più guidata dal duo Trapattoni-Tardelli ma ha lo stesso spirito combattivo e una tifoseria unica, autentico dodicesimo uomo in campo dei verdi.

I belgi del ct Wilmots, già protagonisti di un buon Mondiale in Brasile dove uscirono ai quarti di finale contro l’Argentina, hanno continuato a progredire e nelle qualificazioni europee hanno vinto il loro girone davanti al Galles. In evidenza si sono messi, anche come goleador, De Bruyne e Hazard, simboli di una nazionale che possiede talento in abbondanza e che ora non vede l’ora di confrontarsi con le altre grandi potenze calcistiche.

Comincerà contro l’Italia 4 volte campione del mondo. Il modulo preferito da Wilmots è in il 4-2-3-1, in cui rimane da individuare l’attaccante da mettere davanti al tridente Mertens-De Bruyne-Hazard, dietro ai quali agiscono in mediana Witsel e il romanista Nainggolan. Sarà proprio il Belgio n.1 al mondo il rivale contro cui esordirà l’Italia, il 13 giugno a Lione.

L’Irlanda del ct Martin O’Neill si è qualificata vincendo il doppio spareggio contro la Bosnia di Dzeko e Pjanic e trascinata dalle reti, cinque, dell’ex interista Robbie Keane nelle qualificazioni. E’ una squadra senza stelle, ma solida e che sa farsi sempre rispettare.

Il tecnico, che schiera i suoi con un classico 4-4-2, conta molto anche sull’altro attaccante Jonathan Walters, un po’ ‘stagionato’ (ha 32 anni) ma in grado di farsi valere non solo con la sua nazionale ma anche in Premier League, dove gioca nello Stoke City. Alternativa principale dei due attaccanti è Murphy, mentre a centrocampo si muovono bene Whelan e McCarthy.

Anche la Svezia del ct Hamren si è qualificata ad Euro 2016 con il doppio spareggio: ha superato la Danimarca con il contributo decisivo del solito Zlatan Ibrahimovic, che ora minaccia di segnare un altro gol di tacco a Buffon, come agli Europei del 2004 in Portogallo. Nelle qualificazioni la stella del Paris SG ha segnato 11 reti, confermandosi nel ruolo di capocannoniere dei suoi.

In porta c’è l’ex juventino Isaksson, a centrocampo c’è l’altro ex ‘italiano’ Ekdal insieme a Kallstroem, mentre a fare da spalla ad Ibra in avanti c’è Berg, che spesso si prende i rimproveri del compagno se non gli passa la palla. Anche la Svezia, come l’Irlanda, di solito gioca con il 4-4-2, e va ricordato che nel girone delle qualificazioni, superato come una delle migliori terze, è finita a dieci punti dall’Austria. Nella classifica Fifa è attualmente 35/a.

Ultima ora

23:24Ira Trump contro atleti, inaccettabile

(ANSA) - NEW YORK, 24 SET - "Grande solidarietà per il nostro inno nazionale e per il nostro Paese. Stare in ginocchio è inaccettabile": così il presidente americano Donald Trump replica su Twitter all'ondata di proteste sui campi di football americano. "Patrioti coraggiosi hanno combattuto e sono morti per la nostra grande bandiera, dobbiamo onorarli e rispettarli" aggiunge Trump.

23:22Maria: Jennifer Lopez dona a Porto Rico 1 milione di dollari

(ANSA) - SAN JUAN, 24 SET - Jennifer Lopez ha annunciato di avere donato 1 milione di dollari ai portoricani per aiutarli dopo il passaggio dell'uragano Maria che ha devastato l'isola. La cantante e attrice, nata negli Usa, ma con origini portoricane, ha aggiunto di essersi impegnata insieme all'ex giocatore di baseball Alex Rodriguez, il cantante Marc Anthony alcuni musicisti latinoamericani e atleti e imprenditori a ottenere risorse e aiuti per l'isola caraibica. La popstar emozionata ha lanciato il suo appello oggi ad un evento organizzato a New York e ha parlato in spagnolo.

23:14Calcio: Serie A, Fiorentina-Atalanta 1-1

(ANSA) - ROMA, 24 SET - La Fiorentina pareggia 1-1 con l'Atalanta di Gian Piero Gasperini, nell'ultimo posticipo della sesta giornata del campionato di calcio di Serie A. I viola erano passati in vantaggio dopo 12' con Chiesa, ma sono stati raggiunti in pieno recupero da una bordata di Freuler. I bergamaschi avrebbero potuto vincere se il 'Papu' Gomez non si fosse fatto neutralizzare un rigore al 17' st da Sportiello.

22:01Meloni, sono in campo per la leadership del centrodestra

(ANSA) - ROMA, 24 SET - "Io sono in campo per la leadership del centrodestra e quindi in Italia, del resto se è in campo di Maio possiamo agevolmente competere anche noi. Ci dicano qual è lo strumento, compatibilmente con la legge elettorale, se sono le primarie o le preferenze. Io voglio un metodo con cui potermi misurare e ognuno di noi chiederà agli italiani quale sia la proposta piu' credibile". Lo afferma Giorgia Meloni, leader di Fdi a margine dell'ultima giornata della festa di Atreju

22:00M5S: Fico, il candidato premier non è il capo del Movimento

(ANSA) - ROMA, 24 SET - "Oggi il candidato premier è il capo della forza politica, ovvero è riferito alla legge elettorale e non è capo della vita politica generale del movimento. Questa è una grande distinzione". Lo ha detto il deputato M5S Roberto Fico, parlando con alle telecamere della Rai che lo attendevano davanti al suo albergo.

21:59Casaleggio, aiutiamo Di Maio, M5s sia squadra volontari

(ANSA) - ROMA, 24 SET - "In bocca al lupo a Di Maio. Lo dovremo aiutare tutti assieme perche' dobbiamo essere una squadra di volontari ignoti". Lo afferma Davide Casaleggio dal palco di Italia 5 Stelle. "Dobbiamo aiutare il M5S a cambiare l'Italia senza cercare qualcosa subito ma per cercare di cambiare questa nazione", prosegue Casaleggio ribadendo come su Rousseau saranno fatte le scelte piu' importanti per "creare una smart nation, una nazione intelligente"

21:58Pd: Renzi, o vincono populisti o vinciamo noi

(ANSA) - ROMA, 24 SET - "O vincono loro, i populisti, quelli che urlano, o vinciamo noi. E per evitare che vincano dobbiamo evitare di rispondere alle provocazioni. Ci insulteranno nei comizi e noi dovremo sorridere di più. Litigheranno in tv e noi dovremo studiare di più. Cercheranno di nascondere i nostri risultati". Lo dice il segretario del Pd Matteo Renzi chiudendo la festa nazionale dell'Unità".

Archivio Ultima ora