Napoli crea, Roma si chiude. E finisce 0-0 al San Paolo

Pubblicato il 13 dicembre 2015 da redazione

Napoli's forward Gonzalo Higuain and Roma's miedfielder Radja Nainggolan (R) in action during the Italian Serie A soccer match between SSC Napoli and AS Roma at San Paolo Stadium in Naples, 13 December 2015. ANSA/ CIRO FUSCO

Napoli’s forward Gonzalo Higuain and Roma’s miedfielder Radja Nainggolan (R) in action during the Italian Serie A soccer match between SSC Napoli and AS Roma at San Paolo Stadium in Naples, 13 December 2015. ANSA/ CIRO FUSCO

NAPOLI. – Anche nel calcio può accadere che due forze uguali e contrarie si annullino. E’ il caso di Napoli e Roma che pareggiano (0-0) al San Paolo, dando così spazio al volo della capolista Inter. La partita è intensa e molto tattica.

Il Napoli crea di più dei giallorossi ma la difesa di Garcia, con il pilastro Manolas praticamente insuperabile, mantiene le posizioni e consente al Napoli poche occasioni per andare in gol. Solo nel primo quarto d’ora di gara riesce ad imbrigliare senza difficoltà il gioco degli azzurri.

Con il trascorrere dei minuti, però, la squadra di Sarri comincia a macinare il suo gioco ed i centrocampisti della Roma, aggrediti sistematicamente appena entrano in possesso del pallone, non sono più in grado di essere propositivi e far scattare le azioni delle punte, nonostante il costante e dispendioso sacrificio di Dzeko che si batte come un leone e fa ogni volta le mosse giuste per consentire all’intera squadra di salire.

Il Napoli, però, per tutta la prima frazione di gioco, pur facendo registrare un costante predominio, non riesce a creare occasioni da gol. Manolas e Rudiger chiudono Higuain in una ferrea morsa dalla quale il Pipita non riesce a liberarsi.

Sul piede di Insigne capitano due occasioni in cui l’esterno napoletano può liberarsi per il tiro: Ma in entrambe le circostanze è impreciso e spedisce il pallone lontano dai pali della porta di Szczesny.

Tra i giallorossi, Iago Falque si sacrifica molto anche in fase di copertura e riesce nell’intento di far mantenere basso Ghoulam che quasi mai è in grado di creare le usuali sovrapposizioni sulla fascia sinistra d’attacco con Insigne ed Hamsik.

Sull’altro fronte del campo la situazione tattica che si viene a creare non è molto difforme: in questo caso è Callejon che raramente si fa vivo nell’area di rigore della Roma e che si impegna da un lato a dare una mano ad Hysaj nel tenere a bada Salah e dall’altro presidia la zona del campo dalla quale potrebbero partire le incursioni di Digne in sovrapposizione.

Nella ripresa il Napoli intensifica la sua pressione e al 15′ va una prima volta vicinissimo al vantaggio con una conclusione di Hamsik, liberato da Insigne davanti al portiere, che sfiora il montante. A mano a mano che passano i minuti gli azzurri acquistano fiducia e stringono la Roma in area di rigore. Hamsik al 40′ si trova nuovamente solo davanti a Szczesny ma si fa respingere la conclusione dal polacco, che compie una parata decisiva.

Le fasi finali della gara sono particolarmente concitate. Ad un minuto dal fischio finale El Kaddouri, su corta respinta di Szczesny, non trova la porta da due passi. E’ il pareggio che forse sempre più all’Inter che alle due sfidanti del San Paolo.

Ultima ora

19:06Egitto: attacco a copti, bilancio ufficiale 28 morti

(ANSA) - IL CAIRO, 26 MAG - Fonti mediche e della sicurezza egiziana riferiscono che il bilancio dell'attacco contro un bus di cristiano-copti oggi a Minya, in Alto Egitto, è di 28 morti, tra cui due bimbi di 2 e 4 anni. I feriti sono 22. Le stesse fonti, che hanno richiesto l'anonimato, temono che il bilancio possa aumentare. Secondo l'ex portavoce della chiesa copta ortodossa, Anaba Ermya i morti sarebbero invece 35, tra cui molti bambini.

19:03Sri Lanka: 91 morti piogge e alluvioni, appello al mondo

(ANSA) - COLOMBO, 26 MAG - Lo Sri Lanka ha lanciato un appello al mondo perché lo aiuti a far fronte all'emergenza delle piogge torrenziali, che hanno provocato disastrosi alluvioni e smottamenti, con un bilancio ancora provvisorio di almeno 91 morti accertati e 110 dispersi. La richiesta di aiuto è stata lanciata dal ministero degli esteri di Colombo alle Nazioni Unite e alla comunità internazionale. Il governo fa sapere che finora oltre 2.000 persone sono state evacuate dalle loro abitazioni e che le persone colpite, secondo una stima, sono circa 61.000. La popolazione che vive vicino a corsi d'acqua o sotto pendii è stata invitata ad allontanarsi, mentre elicotteri e imbarcazioni della marina cercano persone bloccate dalle acque sui tetti. Particolarmente colpito dalle avversità meteorologiche è il distretto di Ratnapura e la città capoluogo, dove almeno cinque valanghe e lo straripamento del fiume Kalu Ganga hanno costretto migliaia di persone ad abbandonare le loro case.

18:58Iraq: si evacuano i civili dal centro di Mosul

(ANSA) - BAGHDAD, 26 MAG - Le forze governative irachene hanno lanciato un appello alle migliaia di civili ancora intrappolati nel cuore di Mosul perché lascino le loro case e si mettano in salvo attraverso "corridoi sicuri" appositamente istituiti prima dell'assalto finale ai jihadisti dell'Isis ancora trincerati nei quartieri centrali. "Il governo, le forze armate e il comandante in capo, primo ministro Haidar al Abadi, sono responsabili per la vostra sicurezza", afferma in un comunicato il comandante delle operazioni, generale Abdul Amir Yarallah, assicurando che dirigendosi verso i corridoi sicuri che verranno indicati i residenti troveranno ad attenderli "guide, guardie e veicoli che li porteranno in salvo". L'appello è stato rivolto ai residenti dei quartieri di Zinjili, Sehha, Bab Sinjar, Shefaa, Farouk, Ras al Kor, Maydan, Bab al Top e le parti della Città vecchia comprese nel quartiere di Bab Jadid. Secondo il comando delle forze antiterrorismo l'Isis controlla ormai solo il 5% di Mosul ovest.

18:52Milano, Ismail Hosni rivendica la sua fede islamica

(ANSA) - MILANO, 26 MAG - Avrebbe rivendicato la sua fede islamica raccontando che prega ed è praticante, a differenza di quanto aveva riferito al suo legale nei giorni scorsi, Ismail Tommaso Hosni, il 20enne che otto giorni fa ha ferito a coltellate due militari e un agente alla stazione Centrale di Milano. Interrogato dai pm in Procura, il giovane ha continuato a dire di non ricordare gli istanti dell'aggressione e avrebbe risposto con tanti 'non ricordo' e non facendo nomi a domande puntuali sui suoi contatti per la radicalizzazione sul web.

18:44L. elettorale: 417 gli emendamenti in commissione

(ANSA) - ROMA, 26 MAG - Sono 417 gli emendamenti al testo base della legge elettorale presentati in Commissione Affari costituzionali della Camera, sia dai gruppi che dai singoli parlamentari. Gli uffici stanno provvedendo ora a fascicolarli.

18:43Voucher: Orlandiani, ci vuole prudenza, perplessità

(ANSA) - ROMA, 26 MAG - "Prudenza e perplessità", a quanto si apprende, sono manifestate in queste ore dalla componente orlandiana del Pd sull'intervento previsto nella "manovrina" per l'introduzione di strumenti di sostituzione dei voucher.

18:43Assolto chirurgo ‘mago trachea’, non manipolò liste attesa

(ANSA) - FIRENZE, 26 MAG - Assolto a Firenze da tutte le accuse - falso, abuso d'ufficio e peculato - il 'mago dei trapianti di trachea' Paolo Macchiarini. Con lui sono stati assolti anche quattro medici e una caposala dalle accuse di falso e abuso d'ufficio. La sentenza oggi pomeriggio. Tutti sono stati assolti perché il fatto non sussiste; inoltre Macchiarini, riguardo alle sole accuse di peculato (due episodi già risolti con l'amministrazione di Careggi in fase di inizio delle indagini) è stato assolto perché il fatto non è previsto dalla legge come reato. Nel processo Macchiarini, per il periodo in cui lavorò all'ospedale di Careggi (2009-2012), era accusato di aver alterato le liste di attesa per favorire suoi pazienti e sveltire interventi chirurgici motivando le modifiche alle liste con ragioni di urgenza.

Archivio Ultima ora