Champions, che brividi! Bayern e Real per Juve e Roma

Pubblicato il 14 dicembre 2015 da redazione

UEFA Competitions Director Giorgio Marchetti next to the electronic panel with the match fixtures following the draw of the 2015/16 UEFA Champions League Round of 16 at the UEFA Headquarters in Nyon, Switzerland, 14 December 2015.  EPA/LAURENT GILLIERON

UEFA Competitions Director Giorgio Marchetti next to the electronic panel with the match fixtures following the draw of the 2015/16 UEFA Champions League Round of 16 at the UEFA Headquarters in Nyon, Switzerland, 14 December 2015. EPA/LAURENT GILLIERON

ROMA. – Sorteggio da brividi per le italiane di Champions, gelate dal responso delle urne di Nyon: alla Juve tocca negli ottavi il Bayern di Guardiola e Lewandowski, alla Roma non va molto meglio visto che si ritroverà a febbraio col Real di Ronaldo e di Benitez (se la sua situazione non precipiterà nei prossimi turni di Liga).

Gli ottavi di Champions presentano poi altre due sfide magnifiche, Psg-Chelsea e Arsenal-Barcellona.

Ma anche in Europa League italiane poco fortunate: nei 16/i la Fiorentina pesca il Tottemham, il Napoli il Villarreal. Un po’ meglio e’ andata alla Lazio che trova un Galatasaray in fase involutiva.

La Juve maledirà ancora di più il gol dell’ex Llorente e la serata grigia di Siviglia visto che poteva transitare per una più comoda seconda fascia. Invece troverà la perfetta macchina da gol di Guardiola con un Lewandowski maestoso nella sua stagione più felice. Nella sfida degli ex la Juve presenta l’esperto Mandzukic e il Bayern risponde con Coman, il giovane talento che è passato (a peso d’oro) dalla panchina in serie A a un posto da titolare in Bundesliga. Ci vorrà una Juve stellare, sulla falsariga dell’anno scorso, per passare ai quarti.

Stesso discorso vale per la Roma che vinse al Bernabeu nel 2002 con una perla di Totti nella fase a gironi e sette anni fa, gestione Spalletti, eliminò negli ottavi gli spagnoli con un doppio 2-1. Ma il bis, considerando il potenziale offensivo merengue, appare poco realistico visti anche i numeri di Ronaldo, che ha segnato 11 gol nella fase a gironi.

Negli altri ottavi spettacolo assicurato per Arsenal-Barca con blaugrana super favoriti, ma la squadra di Wenger e Sanchez è capace di serate d’eccellenza. Più equilibrato Psg-Chelsea con Ibra che sfida Mourinho. Le due squadre si ritrovano per il terzo anno consecutivo e sarà la bella dopo la vittoria dei blues due anni fa nei quarti e dei parigini l’anno scorso negli ottavi, col ritorno giocato in dieci per l’espulsione dello svedese a Stanford bridge.

Minore appeal per gli ultimi tre ottavi con Wolfsburg e City favoriti su Gand e Dinamo Kiev mentre molto equilibrio c’è tra Benfica e Zenit.

Sorteggio poco propizio per le italiane anche in Europa League. Alla Fiorentina tocca il Tottenham, avversario complicato, esperto e quinto in Premier. Anche il Napoli, a punteggio pieno nella fase a gironi, troverà pane per i suoi denti affrontando il Villarreal, che ieri ha bastonato il Real Madrid. Ma i partenopei partono comunque con il favore del pronostico.

Competitiva sarà anche la Lazio, se risolverà i suoi problemi contingenti: il Galatasaray ha grande esperienza ma attraversa un’annata deludente in campionato mentre in Champions ha rimediato le tre sconfitte nel girone dominato da Atletico e Benfica. Molto interessanti anche Dortmund-Porto, Anderlecht-Olympiacos, Shakhtar- Schalke, Sporting Lisbona-Leverkusen.

Ultima ora

12:53Birmania: Cina sui Rohingya, sosteniamo ‘pace e stabilità’

(ANSA) - PECHINO, 21 OTT - La Cina sostiene la Birmania nelle attività "a tutela di pace e stabilità" rifiutando di unirsi alle altre nazioni che hanno denunciato una pulizia etnica in corso a danno dei Rohingya, la minoranza musulmana nel Paese. Pechino condanna inoltre gli "atti di violenza e terrore" sostenendo le azioni per ristabilire l'ordine, ha detto Guo Yezhou, vice ministro del Dipartimento internazionale del Partito comunista cinese, in una conferenza stampa a margine del 19/mo congresso del Pcc, all'apparenza in merito alle mosse dei ribelli Rohingya contro le forze di sicurezza birmane.

12:41Madrid, da Puigdemont ‘disobbedienza sistematica’

(ANSA) - MADRID, 21 OTT - Per il governo spagnolo il president catalano Carles Puigdemont si è reso responsabile di una "disobbedienza ribelle, sistematica e consapevole" degli obblighi previsti dalla legge e dalla costituzione e ha "gravemente attentato" all'interesse generale dello stato. Lo affermano le motivazioni della richiesta di attivazione dell'articolo 155 all' esame della riunione straordinaria del consiglio dei ministri a Madrid.

12:30Droga: spaccio via WhatsApp, 9 indagati

(ANSA) - BERGAMO, 21 OTT - Nove persone - 7 marocchini e due italiani, tra i 20 e i 50 anni - sono state indagate nell'ambito di un'operazione antidroga dei carabinieri di Treviglio (Bergamo), supportati dai colleghi cinofili di Orio al Serio (Bergamo). Eseguite all'alba dieci perquisizioni di locali pubblici e abitazioni. Lo spaccio avveniva tramite WhatsApp e l'operazione è stata infatti ribattezzata 'WhatsApp 2017'. Per l'accusa, i magrebini avevano attivato una fitta rete di spaccio sulla piazza di Treviglio, ma non solo. Anche i comuni di Medolago, Terno d'Isola, Calusco d'Adda, Bonate Sopra, Chignolo d'Isola e Casirate d'Adda erano piazze 'occupate' degli indagati che trafficavano in prevalenza in cocaina, ma anche in hashish. Lo spaccio avveniva per strada, nei giardini pubblici ma anche in bar del centro di Treviglio. (ANSA).

12:29Anche Catalunya Radio seguirà referendum

(ANSA) - MILANO, 21 OTT - Anche Catalunya Radio è fra i 130 media accreditati per poter seguire l'andamento del voto e dello spoglio delle schede del referendum sull'autonomia che si terrà domani in Lombardia. Lo spiega Gianni Fava, assessore e coordinatore della consultazione per la Regione. A Palazzo Lombardia, nella Sala Biagi, è stata allestita una sala stampa che sarà operativa dalle 7 di domani mattina fino al termine dello scrutinio. Fra le testate accreditate, numerose sono straniere come l' agenzia di stampa Russia Oggi, le emittenti televisive Aptn, BBc arabic, France 24, Euronews, Rtv Sloveija, Rtl Television. Sono previste dirette televisive dalla sala stampa da parte di Rai, Mediaset, Sky e La7 e sui principali siti online dei quotidiani nazionali.

12:24Calcio: Verratti, lasciando il Psg avrei guadagnato di più

(ANSA) - ROMA, 21 OTT - "Non mi aspettavo di trascorrere un'estate così. Io non ho mai detto che volevo lasciare il Psg". Marco Verratti, in un'intervista a L'Equipe, racconta la decisione di arrivare a rompere con il suo ormai ex procuratore, Donato Di Campli, per passare alla corte di Mino Raiola. "La gente pensa che sia rimasto al Paris Saint Germain per i soldi, ma avrei potuto guadagnarli anche in altri posti - afferma il centrocampista azzurro - Se la scorsa estate avessi lasciato Parigi ne avrei presi anche di più, c'erano club che offrivano quasi 100 milioni per me. Neymar potrebbe vincere di più nel Manchester City o nel Chelsea, ma ha scelto il Psg per il progetto. Lo stesso ho fatto io". "Raiola lo conoscevo perché era l'agente di Ibrahimovic - spiega tra l'altro Verratti - La sola cosa che gli ho detto era che non volevo più finire sui giornali. Ha esperienza e buoni rapporti con i club. E mi è stato consigliato da Zlatan. Ogni volta che gli ho dato ascolto, in campo e fuori, mi sono trovato bene".

12:03Attacco con coltello a Monaco, è caccia all’uomo

(ANSA) - BERLINO, 21 OTT - È caccia aperta all'uomo, che ha colpito con un coltello a Monaco, ferendo alcune persone (finora quattro). La polizia sta intervenendo "con tutte le forze in campo", ha affermato un portavoce delle forze dell'ordine. Al momento viene ricercato un uomo sulla quarantina, che porterebbe dei pantaloni grigi, una giacca verde e uno zaino. Un identikit reso possibile dalla descrizione fatta sul web da un testimone.

11:46Catalogna: sondaggio, 68% per elezioni

(ANSA) - BARCELLONA, 21 OTT - Il 68,6% dei catalani è favorevole alla convocazione di elezioni per uscire dall'attuale crisi istituzionale mentre il 66,5% è contro un commissariamento della regione da parte di Madrid con l'attivazione dell'art.155, secondo un sondaggio Gesop pubblicato da El Periodico. Alla domanda su che cosa dovrebbe fare ora il presidente Carles Puigdemont, il 29,3% risponde chiedendo la proclamazione immediata dell'indipendenza, il 24,8% la rinuncia all'indipendenza e il 36,5% un ritorno alle urne per evitare il commissariamento.

Archivio Ultima ora