A Natale gli italiani tornano al ristorante, +2,8 le prenotazioni

Pubblicato il 14 dicembre 2015 da redazione

tavola-natale

ROMA. – Per il pranzo di Natale gli italiani tornano al ristorante dove 7,3 milioni (il 12%) festeggeranno quest’anno la ricorrenza. Sembra raccogliere sempre più consensi l’idea del 25 fuori casa, vuoi per la ripresina vuoi per mancanza di tempo e voglia di festa scacciapensieri.

Le presenze al ristorante sono stimate in crescita del 2,8% rispetto al 2014, annuncia Fipe, la Federazione Italiana Pubblici Esercizi che prevede per il pranzo natalizio fuori casa una spesa di 308 milioni di euro e un prezzo medio del conto pro capite sui 50 euro. Una nicchia (2%), poco più di un milione, il pranzo natalizio lo consumerà all’estero. La maggioranza tuttavia (l’84,5%), anche se in leggera flessione rispetto allo scorso anno, resterà a casa, soprattutto famiglie, gli over 55 e i residenti nelle regioni del Centro Italia.

La formula largamente prevalente, precisa la Fipe, è quella del menu “tutto compreso”, ad un prezzo medio di 50 per sette portate. In un ristorante su due ci sarà un menu-bambini, ad un costo medio di 21 euro. Il 71,3% dei ristoranti ha già previsto specifiche varianti per chi ha particolari esigenze alimentari (allergie e/o intolleranze).

Per il cenone della Vigilia, invece le previsioni evidenziano una serata più “casalinga” per l’86,5% della popolazione (52 milioni di italiani). Nel complesso, rimarca Fipe, 4,7 milioni di italiani, ossia il 7,7% della popolazione, passeranno la Vigilia al ristorante, soprattutto i giovani e giovanissimi e i residenti nelle regioni del Sud. Poco più di un milione (1,9%) chi consumerà la cena della Vigilia in un ristorante all’estero.

“Le previsioni per le festività natalizie nel fuori casa sono un ulteriore segnale di buon auspicio – commenta il presidente della Fipe Lino Enrico Stoppani – per il settore che vale 76 miliardi di euro e pone il nostro Paese al terzo posto in Europa per consumi e presenze. La spesa prevista di 308 milioni di euro per il solo pranzo di Natale è una stima incoraggiante per il settore e per l’intera economia”.

A tentare gli amanti delle buona tavola le proposte degli chef per il pranzo di Natale. A Roma, il ristorante La Pergola che ha appena avuto conferma delle tre stelle Michelin con la cantina insignita del “Grand Award” di Wine Spectator, il menu di Heinz Beck a 420 euro spazia dal tradizionale brodo di cappone affumicato ai medaglioni di astice con tofu di mandorle.

Comincia poi a far tendenza il menu da asporto, cucinato al ristorante, come da Atlas Coelestis o a Il Focolare, e consumato tra le mura domestiche. Mentre è un invito al viaggio il menu di Luciano e Massimo Spigaroli all’Antica Corte Pallavicina di Polesine Parmense (Parma), dove ci sono le più antiche cantine di stagionatura del mondo. Il prezzo del pranzo è di 88 euro e contempla tra l’altro il culatello Platinum Spigaroli di 42 mesi con burro delle vacche rosse, anolini, bollito misto della tradizione con mostarda, tacchinetta del Ducato disossata con i marroni di Berceto, vini e infusi di Corte.

Panettoni d’autore take-away dal tristellato Alajmo che propone cinque varianti all’olio e al burro, quello senza glutine latte e latticini, oltre al Pan d’olio allo zafferano, vaniglia e bacche di Goji, i mandorlati, i gianduiotti, e torroni morbidi per la prima volta senza uova.

(di Alessandra Moneti/ANSA)

Ultima ora

15:37Calcio: Napoli, ritiro dal 5 luglio in caso di preliminari

(ANSA) - NAPOLI, 26 MAG - Il Napoli andrà in ritiro a Dimaro, in Trentino, dal 5 al 25 luglio, in caso di terzo posto e preliminari di Champions League o dall'8 al 27 luglio in caso di secondo posto in campionato e qualificazione diretta alla massima competizione europea. Lo ha annunciato il capo delle operazioni del club azzurro Alessandro Forrmisano. Per il Napoli sarà il settimo anno consecutivo di ritiro nella località della Val di Sole.

15:30Marra:riserva tribunale su questioni preliminari,rinvio 30/5

(ANSA) - ROMA, 26 MAG - Udienza dedicata alla questioni preliminari, con riserva di pronunciamento da parte del tribunale, quella di oggi al processo che vede imputati l'ex capo di Gabinetto del Campidoglio Raffaele Marra e l' immobiliarista Sergio Scarpellini per corruzione. Il collegio della II sezione penale non ha autorizzato riprese tv e audio, previo parere negativo espresso dagli avvocati di Marra e Scarpellini, ritenendo che non sussista un rilevante interesse sociale. La riserva dei giudici sulle questioni preliminari sarà sciolta nell'udienza del 30 maggio e in quell'occasione ci sarà anche l'esame delle liste testi. In quella di Marra compare anche il nome della sindaca di Roma Virginia Raggi. Marra e Scarpellini, ai domiciliari, devono rispondere di corruzione per la vicenda dei 370mila euro dati, nel 2013, dall'immobiliarista al dirigente comunale per l'acquisto di un appartamento. Secondo la procura la dazione di Scarpellini era finalizzata a ottenere favori alla luce della posizione occupata in Campidoglio da Marra.

15:24Sisma: lunedì visita Presidente Mattarella in Emilia

(ANSA) - BOLOGNA, 26 MAG - Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, sarà in Emilia lunedì 29 maggio, a cinque anni dalla seconda scossa che inferse un ennesimo, duro colpo a un territorio già ferito dal sisma del 20 maggio. Lo ricorda un comunicato della Regione Emilia-Romagna. Il filo rosso della visita del capo dello Stato sarà la ricostruzione dei luoghi del sapere e toccherà Mirandola nel modenese e Pieve di Cento nel bolognese, due luoghi fortemente colpiti dalla devastazione del sisma, ma anche simbolo della ricostruzione e della rinascita. Nella stessa giornata sarà in Emilia anche il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, che visiterà la "Casa della salute Terre d'Acqua Barberini" a Crevalcore (Bologna), anch'essa ricostruita dopo il terremoto del 2012. (ANSA).

15:16Bullismo: estorcono soldi a compagno scuola, 5 indagati

(ANSA) - EMPOLI (FIRENZE), 26 MAG - All'inizio la cifra 'pattuita' settimanalmente era di 20 euro ma poi con il trascorrere del tempo le richieste sono aumentate, passando a 40, 50 e fino ad arrivare a 500 euro. Vittima delle richieste estorsive uno studente, minorenne, di un istituto superiore di Empoli che in cinque mesi è stato costretto a versare 1300 euro ai suoi 'aguzzini', cinque ragazzi, anche loro minori, che frequentano il suo stesso istituto e che ora risultano indagati. L'ultima richiesta è stata di 500 euro. La banconota è stata notata da un suo compagno di scuola che insospettito si è rivolto ad un professore che a sua volta ha ascoltato la vittima che, in lacrime, ha raccontato quello che stava accadendo. L'insegnante ha allertato la polizia che ha iniziato le indagini. Gli agenti del commissariato di Empoli, diretti dal Francesco Zunino e coordinati dalla Procura della Repubblica, Tribunale per i minorenni, sono riusciti a risalire ai cinque ora indagati per estorsione continuata aggravata in concorso tra loro.

15:08Calcio: Agnelli-ultras, al via il processo in Figc

(ANSA) - ROMA, 26 MAG - Al via in Figc il processo sportivo alla Juventus e al suo presidente Andrea Agnelli per il caso dei rapporti con gli ultrà. Agnelli è giunto al Tribunale federale nazionale alle 13:30 per il procedimento di fronte alla Sezione disciplinare presieduta da Cesare Mastrocola. Agnelli è stato deferito dalla Procura federale per la presunta violazione degli articoli 1 bis (lealtà sportiva) e 12 (rapporti con i tifosi); la Juventus per responsabilità diretta. Secondo il procuratore Giuseppe Pecoraro, il presidente della Juventus avrebbe autorizzato la fornitura di abbonamenti e biglietti in numero superiore al consentito, favorendo così il bagarinaggio, e partecipato ad incontri con ultras, tra cui Rocco Dominello, imputato al processo "Alto Piemonte" per legami con la criminalità organizzata. Con il n.1 bianconero sono a processo Francesco Calvo, all'epoca direttore commerciale della Juventus, Alessandro Nicola D'Angelo, security manager bianconero, e Stefano Merulla, responsabile del ticket office del club.

15:05Kushner e Ivanka non sono al G7

(ANSA) - TAORMINA, 26 MAG - Ivanka Trump con il marito Jared Kushner non sono a Taormina ma sono già rientrati a Washington. Lo riferiscono fonti della Casa Bianca, spiegando come genero e figlia del presidente hanno lasciato la delegazione Usa subito dopo la visita a Roma. Su Kushner nelle ultime ore si è abbattuta la tempesta del Russiagate.

15:00G7: centri sociali da Napoli verso Taormina

(ANSA) - NAPOLI, 26 MAG - Partiranno questa sera per Catania circa 150 appartenenti a Centri sociali di Napoli per unirsi a Taormina alle manifestazioni contro il G7. Si tratta degli appartenenti al Centro sociale Insurgencia, che saranno accompagnati dai consiglieri comunali Eleonora di Majo e Rosario Andreozzi, del Movimento Dema del sindaco di Napoli Luigi De Magistris, che stamattina ha salutato i manifestanti in partenza. L'imbarco per Catania è previsto per le ore 21.

Archivio Ultima ora