Morte Gelli: poca gente a camera ardente,famiglia ‘blindata’

(ANSA) – AREZZO, 16 DIC – Sono poche le persone che stanno arrivando alla Misericordia di Arezzo per portare l’ultimo saluto a Licio Gelli. Dentro la camera ardente ci sono i familiari e qualche conoscente. Dopo qualche attimo di tensione con un fotografo, l’accesso è stato vietato ai giornalisti. Oltre al personale della Misericordia, a vigilare ci sono anche gli uomini di un’agenzia di security, che hanno ‘scortato’ il figlio Gelli, Raffaello, e il nipote, Alessandro, usciti per andare in un bar vicino.

Condividi: