Al vertice Ue Renzi parte all’attacco, noi rispettiamo gli impegni

Pubblicato il 16 dicembre 2015 da redazione

Foto Fabio Cimaglia / LaPresse 08-04-2014 Roma Politica Conferenza stampa al termine del Consiglio dei Ministri n°12 Nella foto Matteo Renzi Photo Fabio Cimaglia / LaPresse

Foto Fabio Cimaglia / LaPresse
08-04-2014 Roma
Politica
Conferenza stampa al termine del Consiglio dei Ministri n°12
Nella foto Matteo Renzi
Photo Fabio Cimaglia / LaPresse

BRUXELLES. – Le promesse europee non mantenute sull’immigrazione. Le corsie preferenziali riservate solo alla Germania, che riesce a bloccare il completamento dell’Unione bancaria e l’avvio dello schema di garanzia dei depositi. Le proposte di David Cameron per negoziare una riforma del rapporto con la Ue tanto ineludibile quanto impossibile da realizzare, almeno nei termini prospettati dal premier britannico per discriminare l’accesso degli altri europei al welfare di Londra. La contraddizione di chiedere a Mosca il sostegno in Siria e Libia salvo poi cercare di rinnovare in automatico le sanzioni economiche contro la Russia.

L’irritazione per la “strabiliante” procedura aperta da Bruxelles contro l’Italia per la mancata identificazione immediata dei migranti. Il ‘no’ preventivo dell’Italia (ma anche di 9 paesi dell’Est e degli stessi Usa) ad un possibile via libera della Commissione europea al raddoppio del gasdotto North Stream dopo la bocciatura del South Stream che interessava l’Italia e garantiva la fornitura di gas all’Europa mediterranea.

Sarà un Matteo Renzi all’attacco quello che arriverà a Bruxelles per l’ultimo vertice del 2015, il tredicesimo negli ultimi 12 mesi, il settimo centrato sulla crisi dell’immigrazione. Nei due giorni di summit “la parola d’ordine sarà ‘mettere in atto’ quanto già deciso finora”, spiegano fonti diplomatiche che parlano di uno stallo di fatto: da Francia e Germania si fa pressione ad esempio per aprire “centri di detenzione” per tenere sotto controllo i migranti, dall’Italia si rimprovera che ricollocazione e rimpatri sono fermi e si spiega che i centri non sono realistici di fronte ai numeri previsti.

Nessuna decisione nuova da prendere, ma tanti gli argomenti spinosi su cui scegliere se moltiplicare le linee di frattura o trovare terreno comune. E se Jean Claude Juncker al Parlamento europeo ha promesso che “sotto la mia leadership faremo tutto il possibile per difendere Schengen e rendere più forti i principi che esso rappresenta”, è anche evidente che aumenta lo scollamento tra molte capitali e la Commissione europea, sospettata di “fughe in avanti” che rendono ancora più confuso il quadro Ue.

Diversi diplomatici dei 28, ma anche fonti vicine allo stesso presidente del Consiglio Donald Tusk, non nascondono ad esempio la perplessità per la scelta della Commissione di presentare, a sole 48 ore dal summit, il progetto per la creazione del corpo di guardie di frontiera e guardacoste europei. Che dovrebbe intervenire per “aiutare” uno Stato membro in difficoltà anche quando non è richiesto.

“In realtà nessuno ha avuto il tempo di analizzare la proposta, ma finirà che i leader saranno chiamati a parlarne dai giornalisti senza aver fatto alcuna valutazione concreta, che sarà rimandata al prossimo appuntamento” spiega un alto funzionario del Consiglio.

Intanto, parlando a Camera e Senato, il presidente del Consiglio ha sottolineato che il vertice di sarà “l’occasione per illustrare in modo organico la nostra visione di diplomazia, di sicurezza, di politica estera, che non viene meno rispetto alla politica estera del passato”.

In Parlamento ha lasciato però già trapelare motivi di insofferenza. Annunciando l’apertura di un secondo hotspot ha sottolineato che l’Italia “è pronta a intervenire tenendo fede ai nostri impegni” aggiungendo che “chiederemo all’Europa se loro sono in grado di tenere fede ai loro”. E sottolineato che “non tutti i migranti sono stati identificati subito in Germania e Angela Merkel diceva ‘prima salvarli poi la burocrazia’, ma questo non sembra valere per l’Italia”.

(di Marco Galdi/ANSA)

Ultima ora

01:05Cadavere a Prato, probabile omicidio

(ANSA) - PRATO, 31 MAR - Il corpo di un uomo, un pratese 42enne, è stato trovato davanti al tribunale di Prato. L'ipotesi che viene ritenuta più probabile è quella dell'omicidio. Il corpo, insanguinato, presenta una grossa ferita alla testa ma non è chiaro se a provocarla sia stato un colpo d'arma da fuoco o una lama. A segnalare la presenza del cadavere è stata, verso e 21, una telefonata anonima ai carabinieri. Poco dopo una nuova segnalazione da parte di una coppia di giovanissimi che passavano in auto e hanno scorto il cadavere insanguinato. Ancora non è chiaro se l'uomo sia morto sul posto o se il cadavere sia stato portato davanti al tribunale.

00:55Venezuela: deputati opposizione aggrediti davanti Alta Corte

(ANSA) - CARACAS, 31 MAR - Un gruppo di deputati dell'opposizione venezuelana è stato aggredito da militari della Guardia Nazionale e membri di gruppi irregolari pro governativi mentre tentavano di avvicinarsi alla sede del Tribunale Supremo di Giustizia (Tsj), nel centro di Caracas. I parlamentari volevano protestare contro la sentenza del Tsj, allineato sulle posizioni del governo di Nicolas Maduro, che si è attribuito i poteri dell'Assemblea Nazionale. Unità antisommossa della Guardia Nazionale hanno però impedito loro di avvicinarsi alla sede del Tsj, mentre i militanti chavisti li attaccavano con pietre e bastoni. Il segretario generale dell'Organizzazione degli Stati Americani (Osa), Luis Almagro, ha denunciato che a Caracas è in atto un "autocolpo di Stato perpetrato dal regime venezuelano contro l'Assemblea Nazionale". Il segretario dell'Osa ha lanciato un appello ai leader del continente perché reagiscano a quanto avviene a Caracas.

00:20Tennis: Miami, anche Berdych ko, Federer in semifinale

(ANSA) - ROMA, 30 MAR - Roger Federer agguanta la semifinale del torneo di Miami, secondo Master 1000 dell'anno. Il fuoriclasse svizzero, n.4 del seeding, ha avuto la meglio in tre set sul ceco Thomas Berdych (n.10): 6-2 3-6 7-6 in poco meno di due ore. Affronterà il vincente dell'altro quarto tra il tedesco Zverev (16) e l'australiano Kyrgios (12).

23:28Usa: bagni transgender, abolita legge North Carolina

(ANSA) - NEW YORK, 30 MAR - La controversa legge sui bagni per i transgender in North Carolina è stata ufficialmente abrogata. Come ci si aspettava, dopo il via libera dell'assemblea parlamentare dello Stato anche il governatore democratico Roy Cooper ha messo la sua firma sotto il provvedimento. I transgender saranno ora liberi di usare i bagni pubblici a seconda dell'identità di genere e non secondo quella assegnata alla nascita.(ANSA).

22:34Corea Sud, arrestata ex presidente Park per corruzione

(ANSA) - ROMA, 30 MAR - Si chiude la parabola discendente dell'ex presidente sudcoreana Park Geun-hye. La donna, accusata di corruzione, è stata arrestata dopo che la Corte distrettuale centrale di Seul aveva dato il via libera al suo mandato di arresto. L'agenzia di stampa Yonhap ha aggiunto che la decisione della Corte è arrivata dopo un'audizione durata circa 9 ore. Il giudice Kang Bu-young ha riferito ai giornalisti di avere preso una decisione in tal senso in quanto c'è la preoccupazione che l'ex presidente possa distruggere le prove che potrebbero essere usate contro di lei nel futuro dibattimento. Park, 65 anni, era decaduta lo scorso 10 marzo, dopo che la Corte costituzionale aveva validato l'impeachment del 9 dicembre votato dal Parlamento. Tre giorni fa la procura aveva deciso di richiedere un mandato d'arresto, descrivendo "molto seri" gli addebiti, nei suoi confronti. E' accusata di aver agito in collaborazione con la 'sciamana' Choi, anch'essa arrestata, per estorcere donazioni alle società sudcoreane.

21:58Sperona auto ex e l’accoltella, fiaccolata a Borgo Vercelli

(ANSA) - VERCELLI, 30 MAR - Fiaccolata nel centro di Borgo Vercelli per Fiorilena Ronco, la donna accoltellata due giorni fa dall'ex marito. Centinaia i cittadini che partecipano alla manifestazione, nel centro della cittadina, organizzata dai compagni di scuola. "Un atto dovuto per la nostra Fiorilena - dice il sindaco Mario Demagistri - e per riaffermare la necessità di stare vicino alle vittime di violenza". Presente anche l'assessore alle Pari opportunità della Regione Piemonte, Monica Cerutti. La piccola folla si è radunata davanti alla chiesa di Santa Caterina per poi passare in via Tavallini, dopo mercoledì l'ex marito della donna l'ha attesa fuori dal lavoro e l'ha aggredita dopo avere speronato l'auto con cui cercava di allontanarsi. L'uomo è stato arrestato. La donna è ricoverata all'ospedale Sant'Andrea di Vercelli in prognosi riservata.(ANSA).

21:52Calcio: Siviglia ufficializza ‘divorzio’ ds Monchi

(ANSA) - ROMA, 30 MAR - Adesso c'è anche l'ufficialità: Ramón Rodríguez Verdejo, per tutti Monchi, lascia la direzione tecnica del Siviglia. Lo ha annunciato il club andaluso con una nota pubblicata sul sito. "Il Siviglia ha raggiunto un accordo con il direttore sportivo Monchi, poi ratificato dal Consiglio di amministrazione del club si è riunito oggi pomeriggio". Domani è in programma una conferenza stampa alle 12.30. Da trent'anni al Siviglia, prima come calciatore e poi come dirigente, Monchi è in predicato di passare alla Roma.

Archivio Ultima ora