Hillary contro Trump, reclutatore Isis. Lui, è bugiarda

Pubblicato il 20 dicembre 2015 da redazione

Hillary Clinton, right, speaks to Bernie Sanders during a break at the Democratic presidential primary debate Saturday, Dec. 19, 2015, at Saint Anselm College in Manchester, N.H. (ANSA/AP Photo/Jim Cole)

Hillary Clinton, right, speaks to Bernie Sanders during a break at the Democratic presidential primary debate Saturday, Dec. 19, 2015, at Saint Anselm College in Manchester, N.H. (ANSA/AP Photo/Jim Cole)

NEW YORK. – Hillary Clinton senza rivali. Al terzo e ultimo dibattito dell’anno tra i democratici candidati alla Casa Bianca, l’ex first lady si conferma la frontrunner, e lei, sempre saldamente in testa ai sondaggi, ne approfitta per scagliarsi contro il suo vero obiettivo: Donald Trump. Trovando punti in comune con gli altri due candidati, Bernie Sanders e Martin O’Malley, sui commenti “razzisti e di estrema destra” del tycoon.

“Si è dimostrato finora il miglior reclutatore dell’Isis”, afferma Hillary, sottolineando come lo Stato islamico ricorra a video in cui Trump insulta i musulmani per reclutare e radicalizzare più jihadisti. E ancora: “E’ un maestro in buffonate e bigottismo”.

E il candidato repubblicano, che nel corso dei precedenti dibattiti democratici aveva commentato in diretta via Twitter, sceglie pure lui la tv per rispondere a Hillary: “E’ una bugiarda. Si è inventata la storia dei video dell’Isis”, ha replicato durante la trasmissione domenicale di Abc, lo stesso canale che ha organizzato il dibattito democratico dal palco di Manchester, nel New Hampshire.

La serata era centrata su sicurezza e politica estera, ma si è aperta con le scuse del senatore Sanders dopo il caso della violazione-dati della campagna elettorale di Hillary. I due hanno affrontato subito l’argomento, chiudendo il caso: “Chiedo scusa non solo alla Clinton, ma anche ai nostri sostenitori. Non è così che conduciamo la nostra campagna. Se scoprirò che altre persone sono coinvolte nel caso, le licenzierò”, ha affermato Sanders. Detto fatto. Dopo il direttore della campagna dati nazionale, altri due membri dello staff sono stati sospesi.

Ma se i tre candidati hanno fatto fronte comune contro Trump, sono apparsi invece divisi sulla Siria e la lotta all’Isis. Hillary vuole una ‘no-fly’ zone e chiede l’uscita di scena di Bashar al-Assad. “Certo Assad è un dittatore terribile – ha risposo Sanders – Mi preoccupo che il segretario Clinton sia troppo a favore del cambio di regime. Non è Assad che ha dichiarato guerra agli Usa, ma l’Isis”.

O’Malley, rimasto in ombra per la maggior della serata, invece ha ammonito che gli Usa “non sono il poliziotto del mondo e non possono andare sempre in giro a cercare cattivi da eliminare”.

Uno scontro si è avuto anche sul rapporto con Wall Street. Sanders torna ad accusare una campagna elettorale corrotta e cerca di rilanciare l’immagine di una Hillary troppo vicina ai poteri forti, a quella Wall Street che ”sta distruggendo l’economia e la vita di milioni di americani”.

Lei controbatte sostenendo la necessità di colpire gli eccessi e gli abusi nel mondo della finanza e delle grandi banche, ma anche quella di collaborare con un settore privato che crea ricchezza e milioni di posti di lavoro. Poi la promessa più forte di Hillary: più tasse sui ricchi e sulle grandi aziende. Zero aumenti sulla classe media. ”Non lo farò mai, è fuori discussione”, giura.

Ci pensa sempre Hillary a movimentare un po’ la serata quando, suscitando l’ilarità del pubblico, arriva in ritardo dopo la prima pausa del confronto, e il giornalista della Abc stava già formulando la domanda: “Scusate”, ha detto arrivando trafelata.

E sempre lei sceglie un modo spiritoso di chiudere il dibattito. Dopo aver rivolto un pensiero al possibile ruolo del marito Bill in caso di una sua vittoria, ha poi salutato tutti citando ‘Guerre Stellari’ che sta sbancando i botteghini: “Che la forza sia con voi”.

(di Gaetana D’Amico/ANSA)

Ultima ora

18:34Tangenti Petruzzelli: ex direttore Longo pronto a risarcire

(ANSA) - BARI, 20 OTT - L'ex direttore amministrativo del teatro Petruzzelli di Bari, Vito Longo, coinvolto in un'inchiesta con l'accusa di aver intascato tangenti in cambio di appalti, ha manifestato alla Fondazione Petruzzelli la disponibilità a risarcire il danno arrecato all'ente. Il contenuto della lettera inviata da Longo al presidente della Fondazione, il sindaco di Bari Antonio Decaro, datata 14 ottobre, è stato reso noto oggi nell'udienza preliminare per il rinvio a giudizio chiesto dalla Procura per Longo e altre sette persone, vale a dire la moglie Antonella Rinella, ex capo di gabinetto del Comune di Bari, e sei imprenditori baresi. Alcuni imprenditori imputati, che nei mesi scorsi hanno collaborato con gli investigatori, sono in trattative con la Fondazione per risarcire. In attesa di formalizzare le transazioni, l'udienza è stata rinviata su richiesta di tutte le parti al 28 febbraio 2018. Le transazioni potrebbero consentire agli imputati di accedere a riti alternativi, abbreviato o patteggiamento.

18:30F1: Red Bull, Verstappen prolunga fino al 2020

(ANSA) - ROMA, 20 OTT - Il pilota olandese Max Verstappen ha firmato un prolungamento triennale del suo contratto con la Red Bull, dove resterà fino al 2020. Lo ha annunciato sul proprio sito ufficiale il team angloaustriaco, che anche nella prossima stagione lo affiancherà all'australiano Daniel Ricciardo. "La Red Bull ha sempre creduto in me e mi ha dato fiducia quando ancora ero giovanissimo - le parole del pilota diffuse dal team -, dandomi la chance di debuttare in Formula 1 a soli 17 anni (nel 2015 con la Toro Rosso, ndr) e di seguito l'opportunità di gareggiare con la Red Bull Racing dove ho avuto un avvio da sogno". Verstappen è il più giovane vincitore di una gara in Formula 1, col successo nel Gp di Spagna 2016 ottenuto a a 18 anni, 7 mesi e 15 giorni. All'inizio di questo mese, in Malesia, l'olandese ha conquistato la sua seconda vittoria in carriera. "E' un vero pilota, un innegabile talento del volante che ha un raro istinto per quel che serve a competere a questo livello", commenta il team principal, Christian Horner.

18:27Calcio: Argentina, Sampaoli convoca Perotti ma non Higuain

(ANSA) - ROMA, 20 OTT - C'é la novità Diego Perotti tra i 22 convocati dal ct dell'Argentina Jorge Sampaoli per l'amichevole contro la Russia del 9 novembre. Nell'elenco ufficializzato oggi dall'AFA compaiono altri 6 'italiani' (l'altro giallorosso Fazio, l'atalantino Gomez, l'interista Icardi, il viola Pezzella, il milanista Biglia e lo juventino Dybala), mentre resta ancora fuori Gonzalo Higuain ("Higuain è un giocatore molto presente e con lui non c'è niente da dimostrare", ha tagliato corto il ct il conferenza stampa). Dopo la rocambolesca qualificazione al Mondiale, raggiunta solo in extremis, il test contro la Russia servirà a Sampaoli per cercare di meglio definire la rosa e il modulo, soprattutto la 'convivenza tra Messi e Dybala ("Non la vedo così difficile e penso possano essere complementari in campo", ha spiegato Sampaoli) in vista di Russia 2018. Tra i convocati torna anche il 'kun' Aguero, rimasto fuori nelle ultime partite per infortunio.

18:22Truffe: tra falsi braccianti esponenti cosche, 1.464 denunce

(ANSA) - REGGIO CALABRIA, 20 OTT - I carabinieri della Compagnia di Locri hanno denunciato in stato di libertà 1.464 persone, tra cui alcuni esponenti di cosche di 'ndrangheta, con l'accusa, a vario titolo, di concorso in peculato, falsità ideologica commessa da privato in atto pubblico e truffa aggravata e continuata. I militari, dopo avere esaminato gli ultimi sei anni di attività di 31 aziende agricole, compresi documenti e dichiarazioni rilasciate dai presunti dipendenti, hanno scoperto come tutti i rapporti di lavoro erano attuati al solo fine di far percepire indebite prestazioni assistenziali e previdenziali erogate dall'Inps, oltre che per ottenere risorse Ue, con un danno erariale accertato di oltre 11 milioni di euro. Le indagini, condotte con il coordinamento della Procura di Locri, hanno evidenziato numerose incongruenze come terreni agricoli e allevamenti "fantasma", documentazione imprenditoriale inesistente e terreni incolti che, sulla carta, risultavano floridi vigneti e uliveti.(ANSA).

18:10Violenze sessuali su modelle, pm chiede 6 anni per fotografo

(ANSA) - MILANO, 20 OTT - Il pm di Milano Cristian Barilli ha chiesto una condanna a 6 anni di carcere nel processo con rito abbreviato a carico di un fotografo franco-algerino di 50 anni, che lavorava nel campo della moda, arrestato dai carabinieri lo scorso dicembre per aver molestato cinque modelle, costrette a subire atti sessuali, e per aver sfruttato la prostituzione di altre due giovani. Le indagini erano scattate nell' aprile del 2015, quando due amiche, una studentessa serba di 26 anni e una hostess croata 30enne, che nel tempo libero lavoravano come indossatrici, avevano denunciato agli investigatori di essere state più volte molestate dal fotografo. In particolare, secondo l'imputazione, in più occasioni l'uomo, tra marzo e aprile del 2015, con la scusa della realizzazione di servizi fotografici nella sua abitazione-studio in zona Niguarda, dopo aver stordito le modelle facendo bere loro "ingenti quantitativi" di alcol, le avrebbe costrette a subire palpeggiamenti, toccamenti e altri abusi.

18:05Brasile: 20 chef italiani al festival della gastronomia

(ANSA) - SAN PAOLO, 20 OTT - Considerata la città con il maggior numero di discendenti italiani di tutto il Paese, San Paolo del Brasile ospiterà dal 23 al 29 ottobre la sesta edizione della Settimana della cucina regionale italiana. Per sette giorni le cucine dei principali ristoranti della città brasiliana saranno guidate da chef provenienti da 20 regioni italiane, che prepareranno le loro ricette con i prodotti tipici delle loro località. Quest'anno l'evento vedrà la presenza di 18 chef uomini e due donne, per un "interscambio" colturale e gastronomico tra i due Paesi. "Non è solo un festival gastronomico, ma anche un'occasione per i brasiliani di sperimentare lo stile di vita italiano, godendo del valore e della genuinità della dieta mediterranea, dell'alto livello della cucina e della qualità degli ingredienti di origine controllata", ha detto Erica Di Giovancarlo, direttrice generale per il Brasile dell'Italia Trade Agency, promotrice dell'evento.

18:04Esplosione in fabbrica fuochi artificio nel Foggiano

(ANSA) - SAN SEVERO (FOGGIA), 20 OTT - Una esplosione si è verificata in una fabbrica di fuochi d'artificio vicino San Severo, nel Foggiano. Sul posto stanno intervenendo i vigili del fuoco e le forze dell'ordine. Non si sa al momento se ci siano feriti.L'esplosione si è verificata nella fabbrica di fuochi d'artificio 'Piro Daunia', tra i territori di San Severo e San Paolo di Civitate. Carabinieri e vigili del fuoco stanno cercando di fare luce sulle cause dell'esplosione mentre si sta lavorando tra le macerie per capire se ci siano feriti o vittime. Sul posto ci sono due squadre dei vigili del fuoco con tre mezzi, carabinieri e personale del '118'.

Archivio Ultima ora