Calcio: no a tesseramento minore migrante, Figc condannata

(ANSA) – PALERMO, 26 DIC – La Figc è stata condannata per avere negato il tesseramento d’un minore originario del Mali e arrivato in Italia senza genitori. Secondo il giudice Michele Ruvolo del tribunale civile di Palermo il comportamento della Figc sarebbe “discriminatorio”. Il ragazzo vive a Palermo con una coppia di affidatari e la tutela dell’assessore alla cittadinanza sociale Agnese Ciulla. Una società di calcio non ha potuto tesserare A.T., decisione impugnata dall’assessore. Il giudice ha accolto il ricorso.

Condividi: