Ucciso il capo dei ribelli jihadisti in Siria

Pubblicato il 26 dicembre 2015 da redazione

Ucciso in un raid avvenuto alle porte di Damasco di Zahran Allush, capo della più importante formazione dell'opposizione islamista nella regione, il Jaysh al Islam

Ucciso in un raid avvenuto alle porte di Damasco di Zahran Allush, capo della più importante formazione dell’opposizione islamista nella regione, il Jaysh al Islam

BEIRUT. – Potrebbe portare un duro colpo ai nuovi negoziati di Ginevra sulla Siria, ancor prima del loro inizio il mese prossimo, l’uccisione in un raid avvenuto alle porte di Damasco di Zahran Allush, capo della più importante formazione dell’opposizione islamista nella regione, il Jaysh al Islam (Esercito dell’Islam).

Forte di 20 mila miliziani e sostenuto dall’Arabia Saudita, l’organizzazione è nemica dell’Isis, ma si ispira pur sempre ad un’ideologia fondamentalista ed è accusata di violenze contro gli alawiti, seguaci della stessa setta sciita del presidente Bashar al Assad. Tuttavia, alcune settimane fa, Allush aveva partecipato ad una riunione delle forze di opposizione a Riad per preparare la strategia in vista dell’avvio dei colloqui a gennaio con una delegazione governativa, sotto l’egida delle Nazioni Unite.

“L’attacco è un tentativo di far fallire gli sforzi dell’Onu per una soluzione politica”, ha affermato in un comunicato la Coalizione nazionale delle forze rivoluzionarie e dell’opposizione.

Allush è stato ucciso con 13 persone, tra cui altri cinque dirigenti del Jaysh al Islam, in un raid a Otaya, nella regione della Ghuta orientale. Il regime siriano, che considera l’Esercito dell’Islam un’organizzazione terroristica, si è assunto la paternità dell’azione, ma all’interno dell’opposizione diverse voci l’hanno attribuita ai russi.

Secondo la tv Al Manar del movimento sciita libanese Hezbollah, Allush aveva avuto un ruolo anche in una tregua per consentire la partenza di circa 2.000 jihadisti, compresi miliziani dell’Isis e del Fronte Al Nusra, assediati nel campo palestinese di Yarmuk, alla periferia di Damasco. E proprio la sua uccisione avrebbe ritardato le partenze, che sarebbero dovute cominciare già ieri. Dai colloqui di Ginevra, oltre all’Isis e ad Al Nusra, branca siriana di Al Qaida, saranno esclusi i gruppi ‘terroristi’.

Secondo l’agenzia russa Novosti, che cita il vice ministro degli Esteri Gennady Gatilov, Mosca e Washington hanno già trovato un’intesa sulle formazioni da elencare come tali in un’apposita lista, ma sulla sua composizione non sono state fornite indiscrezioni.

Nessun nome è stato fatto nemmeno dopo l’annuncio di Alexander Bortnikov, capo del Servizio di sicurezza federale russo, secondo il quale Mosca ha individuato i gruppi che hanno organizzato l’attentato contro l’aereo russo in Egitto, esploso in volo lo scorso ottobre con a bordo 224 persone.

Altri 25 cristiani di rito assiro, presi in ostaggio dall’Isis in Siria da oltre 10 mesi, sono intanto stati rilasciati. I prigionieri facevano parte di un gruppo di 230 cristiani catturati dai miliziani del Califfato che lo scorso febbraio nella valle del Khabur. Fino ad oggi 140 ne sono stati rilasciati dietro il pagamento di ingenti riscatti.

Ultima ora

02:19Trump e Melania entrano alla Casa Bianca

(ANSA) - NEW YORK, 21 GEN - Donald Trump e Melania entrano alla Casa Bianca con tutta la famiglia Trump al completo. La coppia uscirà a breve per partecipare ai balli in loro onore.

02:17Trump: polizia, 217 arresti in scontri a Washington

(ANSA) - WASHINGTON, 21 GEN - Sono 217 gli arresti effettuati a Washington durante le proteste nel corso dell'Inauguration Day. Lo ha reso noto la Polizia della capitale americana, riferendo inoltre che sei poliziotti sono rimasti feriti in maniera lieve negli scontri con i manifestanti.

01:00Calcio: rientro Balotelli non basta, Nizza fa 1-1 con Bastia

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Il ritorno di Mario Balotelli, al rientro dopo aver scontato due giornate di squalifica, non è bastato al Nizza per vincere sul campo dei 'rivali storici' del Bastia nell'anticipo di oggi della Ligue 1. Al vantaggio della squadra della Corsica con Oniangué ha risposto per il Nizza il difensore Souquet. Così adesso per il Nizza sono trascorsi 32 giorni dall'ultima vittoria, quella del 18 dicembre in casa per 2-1 contro il Digione, con doppietta di Balotelli (oggi poco assistito dai compagni). Da quel giorno la squadra rossonera ha ottenuto tre pareggi in campionato e una sconfitta in Coppa di Francia. E ora il Nizza, che è in vetta con 46 punti con + 1 sul Monaco, rischia di perdere il primato ed essere staccato dalla squadra del Principato, in campo domenica contro il Lorient penultimo.

00:42Rugby: 6 Nazioni, lunedì 23 allenamento azzurri è aperto

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - La nazionale italiana di rugby apre subito le porte al proprio pubblico in vista dell'esordio nel 6 Nazioni 2017 fissato per domenica 5 febbraio all'Olimpico di Roma contro il Galles. Parisse e compagni si raduneranno al Centro di Preparazione Olimpica "Giulio Onesti" di Roma nella serata di domenica 22 gennaio, per una tre giorni di raduno in vista delle prime due gare del torneo (l'11 febbraio, sempre a Roma, è in calendario il secondo turno contro l'Irlanda). Lunedì 23 alle ore 14.30 svolgeranno sul prato dell'Onesti la prima sessione di allenamento, interamente aperta ai sostenitori azzurri. Per i tifosi ci sarà la possibilità di incontrare i giocatori, dopo il lavoro sul campo, per foto e autografi di rito.

00:24Atletica: Tamberi ha problemi, venerdì 27 consulto medico

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Su richiesta di Gianmarco Tamberi e del padre allenatore Marco, il medico della Fidal Andrea Billi ha disposto un consulto per definire la natura dei problemi alla caviglia di stacco (operata nel luglio scorso) ancora avvertiti dall'azzurro. Il consulto si terrà venerdì 27 gennaio a Roma, presso l'Istituto di Medicina dello sport, alla presenza degli specialisti in chirurgia artroscopica della caviglia Francesco Allegra, Francesco Lioi, e Raul Zini, oltre che del Direttore dell'Istituto, prof. Antonio Spataro. Tamberi, che ha affrontato un primo periodo di preparazione in Sudafrica, a Stellebosch, a cavallo dei mesi di dicembre e gennaio, è rientrato in Italia da una settimana. L'obiettivo del campione del mondo indoor dell'alto, grande assente dell'Olimpiade di Rio de Janeiro a causa dell'infortunio patito al meeting Diamond League di Montecarlo del 15 luglio scorso, è quello di rientrare alle gare nel corso della stagione estiva. "Ma potrei tornare di nuovo in sala operatoria", commentato l'azzurro.

00:21Calcio: Coppa Africa, Marocco-Togo 3-1

(ANSA) - LIBREVILLE, 20 GEN - Il Marocco ha battuto il Togo per 3-1 in una partita del gruppo C della Coppa d'Africa. Togolesi in vantaggio al 5' pt con Dossevi, poi le reti dei marocchini di capitan Benatia con Bouhaddouz (15' pt) Saiss (21' pt) ed En Nesyri (27' st). Quest'ultimo era entrato al 15' st al posto del napoletano El Kaddouri. Questa del Marocco è una vittoria molto importante, visto che riapre il discorso qualificazione: ora la nazionale del ct Renard se la giocherà contro la Costa d'Avorio. Il Togo, invece, è praticamente fuori dal torneo continentale.

23:01Rigopiano:estratti vivi ultimi 3 bambini

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Tra gli ultimi tre bambini estratti vivi dalle macerie dell'hotel Rigopiano c'é anche Ludovica Parete, figlia del cuoco, Giampiero, sopravvissuto fin dal primo momento alla tragedia e che aveva dato l'allarme del crollo dell'albergo. Questa mattina erano stati estratti vivi la moglie di Parete Adriana e l'altro figlio, Gianfilippo: la famiglia si è così ricomposta. Ci sono ancora superstiti sotto le macerie dell'hotel Rigopiano spazzato via da una slavina. Tre bambini, su quattro salvati, sono stati estratti vivi dai vigili del Fuoco nel tardo pomeriggio dopo oltre 40 ore. L'ultimo salvato è Edoardo Di Carlo, che era nell'albergo con i genitori Sebastiano e Nadia (finora dispersi).

Archivio Ultima ora