Il “Tavolo dell’Unità” potrebbe incrementare il numero dei Magistrati della Corte Suprema

Pubblicato il 27 dicembre 2015 da redazione

Colectivos en marcha

Colectivos en marcha

CARACAS – Non si sa se il destino finale del corteo convocato dai Colectivos “Trabajadores Hijos e Hijas de la Revolución”, “Resistencia Antimperialista”, “Foro Energético”, “Terepaima”, “Vive”; dai movimenti “Corriente Revolucionaria Bolívar y Zamora” e dal partito “Patria Para Todos”, sarà la sede del Parlamento.

Ma certamente l’annuncio di una grande manifestazione “a sostegno della Rivoluzione e in difesa delle conquiste della classe popolare”, il giorno dell’insediamento del nuovo Parlamento composto in maggioranza con le forze di opposizione, suona come una minaccia e non contribuisce a creare il clima sereno post-elettorale che in epoca natalizia vorrebbero tutti i venezuelani.

E’ ancor meno rassicurante che la “grande manifestazione” sia stata convocata dai Colectivos che (non tutti fortunatamente) sono considerati il “braccio armato” del Psuv e alla vigilia e all’indomani delle elezioni parlamentari, hanno seminato il panico un po’ ovunque con le loro scorribande.

Il 2015 pare destinato a spegnersi lentamente in un contesto politico di aspro confronto ravvivato dalla decisione dell’attuale Assemblea Nazionale di nominare 13 Magistrati e 21 Supplenti della Corte Suprema di Giustizia. Un’elezione atipica, realizzata apparentemente in gran fretta dal Parlamento ancora controllato dal Psuv, per assicurarsi la maggioranza filo-governativa nella Magistratura.

La decisione polemica è stata immediatamente analizzata e deplorata dai deputati della nuova maggioranza parlamentare, che assumerà le funzioni il 5 gennaio, e il segretario Esecutivo del “Tavolo dell’Unità” ha già dichiarato che, se necessario, la nuova maggioranza parlamentare potrebbe seguire l’esempio del Psuv e, come fatto anni fa dall’AN a maggioranza “chavista” provvedere alla riforma della Magistratura e all’incremento del numero degli integranti della Corte Suprema così da assicurare all’organismo indipendenza e autonomia.

Politica nazionale, quindi, in fibrillazione. E il paese, complice anche l’acuta crisi economica, sull’orlo del baratro. Analisti ed esperti nei fenomeni sociali avvertono circa il pericolo che la rabbia e l’impotenza delle classi popolari, ormai alla fame, possano sfociare in manifestazioni di intolleranza politica; espressioni di malcontento di tale violenza da obbligare l’intervento risolutivo delle Forze dell’Ordine e, chissà, come già accaduto in passato, l’azione dell’Esercito e la decisione di decretare il “coprifuoco a livello nazionale”.

Ad aggravare la congiuntura politica, l’aspra polemica aperta dal partito di Leopoldo López (il leader radicale condannato a quasi 14 anni di carcere). Voluntad Popular, in questi giorni ha sferrato un attaccato a fondo contro l’ex candidato alla presidenza della Repubblica e Governatore dello Stato Miranda, Henrique Capriles Radonski, reo di essersi detto contrario alla “Salida”, la proposta di Leopoldo López e dei suoi simpatizzanti.

Mentre Carlos Vecchio, ha accusato il leader dell’ala moderata dell’opposizione di non aver avuto il coraggio di difendere il suo trionfo, nelle scorse elezioni presidenziali; Leopoldo López Gil, padre di Leopoldo López, ha attaccato duramente Capriles Radonski “ringraziando il cielo”, in un twitt, “che Capriles sia solo Governatore”.

La polemica corre il rischio di dividere la già debole opposizione tra “falchi” e “colombe”, tra simpatizzanti della linea dura, difesa dall’ala radicale della Mud, quella più moderata, sostenuta dai maggiori partiti dell’Opposizione.

Dal canto suo, Ismael García, neo-deputato all’AN, non ha dato grande importanza all’elezione dei nuovi magistrati, definendola “un’azione disperata” e ha ribadito che tra le prime leggi approvate dal Parlamento vi dovrà essere quella che consegni definitivamente il titolo di proprietà delle case della “Misión Vivienda” ai venezuelani.

(Mauro Bafile/Voce)

Ultima ora

01:51Cnn, Pyongyang ‘diplomazia con Usa? Prima i missili’

(ANSA) - NEW YORK, 17 OTT - La Corea del Nord non è al momento interessata alla diplomazia con gli Stati Uniti: prima vuole centrare l'obiettivo di un missile intercontinentale in grado di raggiungere la costa orientale degli Usa. Lo riporta la Cnn citando alcune fonti di Pyongyang. "Prima di impegnarci in sforzi diplomatici con l'amministrazione Trump vogliamo inviare un chiaro messaggio sul fatto che abbiamo le capacità di rispondere a qualsiasi aggressione americana" dicono le fonti alla Cnn.

00:02Brexit: Juncker-May, serve accelerazione negoziati

(ANSA) - BRUXELLES, 16 OTT - Per il presidente della Commissione Jean Claude Juncker e per la premier Theresa May i negoziati "si devono accelerare nei mesi a venire". Lo fanno sapere in un comunicato congiunto al termine della cena che si è svolta "in un'atmosfera costruttiva e amichevole".

23:26Calcio: Verona batte Benevento 1-0

(ANSA) - VERONA, 16 OTT - Il Verona ha battuto il Benevento 1-0 nell'ultimo incontro dell'ottava giornata della serie A. Autore del gol partita Romulo nella ripresa. Il primo successo in campionato porta i gialloblù a 6 punti consentendogli di scavalcare in un sol colpo Genoa, Spal e Sassuolo. Il Benevento, che ha giocato in 10 dal 38' del primo tempo per l'espulsione di Antei (rosso diretto), resta a zero punti.

23:24Catalogna, arrestati due leader indipendentisti

(ANSA) - MADRID, 16 OTT - Un giudice spagnolo ha ordinato l'arresto dei presidenti delle due grandi organizzazioni indipendentiste della società civile catalana Anc e Omnium, Jordi Sanchez e Jordi Cuixart, accusati di "sedizione" per le manifestazioni pacifiche di Barcellona il 20 e il 21 settembre, riferisce Tv3. "La Spagna incarcera i leader della società civile della Catalogna per avere organizzato manifestazioni pacifiche. Purtroppo ci sono di nuovo prigionieri politici": così il presidente catalano Carles Puigdemont ha reagito su twitter all'arresto. Il vicepresidente della Anc Agustì Alcoberro ha condannato l'arresto e ha definito i due "ostaggi politici nelle mani del governo spagnolo". Alcoberro ha lanciato un appello alla mobilitazione del popolo della Catalogna.

21:03Gb: Kate balla con orso Paddington per evento beneficenza

(ANSA) - LONDRA, 16 OTT - Kate Middleton si è lanciata in un ballo improvvisato con tanto di piroette insieme al noto orso Paddington partecipando a un evento di beneficenza legato al secondo film sul celebre personaggio amato dai bambini. Con William ed Harry e il cast del film 'Paddington 2' ha festeggiato proprio nella stazione di Paddington, a Londra, che ha dato il nome al celebre 'bear' creato dallo scrittore Michael Bond. La duchessa di Cambridge sta meglio dopo le nausee che l'avevano colpita per la sua terza maternità anche se continua a soffrirne, secondo quanto ha affermato una portavoce di Kensington Palace. Come hanno notato i tabloid del Regno, Kate indossava un abito rosa dal quale inizia ad emergere una piccola pancia, segno della sua gravidanza.

20:50Champions: Sarri,’Calendario? In Lega sono inadatti’

(ANSA) - ROMA, 16 OTT - "Qualcuno in Lega ha sbagliato i criteri di formulazione dei calendari. È impossibile giocare sabato contro la Roma, a Manchester con il City tre giorni dopo e poi fra tre giorni contro l'Inter. Evidentemente, in questo momento in Lega sono inadatti a fare certe cose": così Maurizio Sarri alla vigilia del match di Champions con il City. "A dicembre - aggiunge - giocheremo l'ultima gara del girone col Feyenoord pochi giorni dopo Napoli-Juventus: per noi che dovremmo rappresentare l'Italia in Europa non è una bella cosa".

20:30Iraq: media, ‘Peshmerga decapitati a Kirkuk’

(ANSA) - ROMA, 16 OTT - Alcuni Peshmerga "sono stati decapitati" da elementi delle milizie filo-Iran a Kirkuk. Lo scrive la tv del Kurdistan Rudaw, citando un proprio reporter sul posto. I militari fedeli al governo di Erbil decapitati sarebbero "almeno 10".

Archivio Ultima ora