Il “Tavolo dell’Unità” potrebbe incrementare il numero dei Magistrati della Corte Suprema

Pubblicato il 27 dicembre 2015 da redazione

Colectivos en marcha

Colectivos en marcha

CARACAS – Non si sa se il destino finale del corteo convocato dai Colectivos “Trabajadores Hijos e Hijas de la Revolución”, “Resistencia Antimperialista”, “Foro Energético”, “Terepaima”, “Vive”; dai movimenti “Corriente Revolucionaria Bolívar y Zamora” e dal partito “Patria Para Todos”, sarà la sede del Parlamento.

Ma certamente l’annuncio di una grande manifestazione “a sostegno della Rivoluzione e in difesa delle conquiste della classe popolare”, il giorno dell’insediamento del nuovo Parlamento composto in maggioranza con le forze di opposizione, suona come una minaccia e non contribuisce a creare il clima sereno post-elettorale che in epoca natalizia vorrebbero tutti i venezuelani.

E’ ancor meno rassicurante che la “grande manifestazione” sia stata convocata dai Colectivos che (non tutti fortunatamente) sono considerati il “braccio armato” del Psuv e alla vigilia e all’indomani delle elezioni parlamentari, hanno seminato il panico un po’ ovunque con le loro scorribande.

Il 2015 pare destinato a spegnersi lentamente in un contesto politico di aspro confronto ravvivato dalla decisione dell’attuale Assemblea Nazionale di nominare 13 Magistrati e 21 Supplenti della Corte Suprema di Giustizia. Un’elezione atipica, realizzata apparentemente in gran fretta dal Parlamento ancora controllato dal Psuv, per assicurarsi la maggioranza filo-governativa nella Magistratura.

La decisione polemica è stata immediatamente analizzata e deplorata dai deputati della nuova maggioranza parlamentare, che assumerà le funzioni il 5 gennaio, e il segretario Esecutivo del “Tavolo dell’Unità” ha già dichiarato che, se necessario, la nuova maggioranza parlamentare potrebbe seguire l’esempio del Psuv e, come fatto anni fa dall’AN a maggioranza “chavista” provvedere alla riforma della Magistratura e all’incremento del numero degli integranti della Corte Suprema così da assicurare all’organismo indipendenza e autonomia.

Politica nazionale, quindi, in fibrillazione. E il paese, complice anche l’acuta crisi economica, sull’orlo del baratro. Analisti ed esperti nei fenomeni sociali avvertono circa il pericolo che la rabbia e l’impotenza delle classi popolari, ormai alla fame, possano sfociare in manifestazioni di intolleranza politica; espressioni di malcontento di tale violenza da obbligare l’intervento risolutivo delle Forze dell’Ordine e, chissà, come già accaduto in passato, l’azione dell’Esercito e la decisione di decretare il “coprifuoco a livello nazionale”.

Ad aggravare la congiuntura politica, l’aspra polemica aperta dal partito di Leopoldo López (il leader radicale condannato a quasi 14 anni di carcere). Voluntad Popular, in questi giorni ha sferrato un attaccato a fondo contro l’ex candidato alla presidenza della Repubblica e Governatore dello Stato Miranda, Henrique Capriles Radonski, reo di essersi detto contrario alla “Salida”, la proposta di Leopoldo López e dei suoi simpatizzanti.

Mentre Carlos Vecchio, ha accusato il leader dell’ala moderata dell’opposizione di non aver avuto il coraggio di difendere il suo trionfo, nelle scorse elezioni presidenziali; Leopoldo López Gil, padre di Leopoldo López, ha attaccato duramente Capriles Radonski “ringraziando il cielo”, in un twitt, “che Capriles sia solo Governatore”.

La polemica corre il rischio di dividere la già debole opposizione tra “falchi” e “colombe”, tra simpatizzanti della linea dura, difesa dall’ala radicale della Mud, quella più moderata, sostenuta dai maggiori partiti dell’Opposizione.

Dal canto suo, Ismael García, neo-deputato all’AN, non ha dato grande importanza all’elezione dei nuovi magistrati, definendola “un’azione disperata” e ha ribadito che tra le prime leggi approvate dal Parlamento vi dovrà essere quella che consegni definitivamente il titolo di proprietà delle case della “Misión Vivienda” ai venezuelani.

(Mauro Bafile/Voce)

Ultima ora

19:05Calcio: vento forte a Cagliari, ma gara col Milan si gioca

(ANSA) - CAGLIARI, 21 GEN - Fortissime raffiche di maestrale a Cagliari, ma la partita tra rossoblù e Milan si gioca lo stesso. Il primo ok è arrivato dopo il sopralluogo della questura per verificare la sussistenza delle condizioni di sicurezza per il pubblico della Sardegna Arena. Pochi minuti fa è arrivato anche il benestare tecnico della terna arbitrale. Anche perché il vento, che stamattina ha spazzato la città buttando giù anche diversi alberi, sta diminuendo di intensità.

19:05Di Maio, intercettazioni informatiche contro corruzione

(ANSA) - PESCARA, 21 GEN - "Riformiamo la prescrizione, con la sospensione dal primo grado di giudizio o dal rinvio a giudizio. Istituiamo il Daspo per corrotti: se sei corrotto non devi più avere a che fare con la Pubblica Amministrazione" e il M5S vuole inserire "agenti sotto copertura per i reati di corruzione e le intercettazioni informatiche con i virus trojan nei Pc e negli smartphone sempre per i reati di corruzione". Lo afferma il candidato premier M5S Luigi Di Maio parlando del programma di governo del movimento a Pescara.

18:58Di Maio, via Irap per Pmi, calo Irpef per ceto medio

(ANSA) - PESCARA, 21 GEN - "Eliminiamo i finanziamenti a pioggia alle Pmi che vanno sempre agli stessi e aboliamo l'Irap per loro". Lo afferma Luigi Di Maio presentando il punto sul fisco del programma del M5S. "Riduzione aliquote Irpef per ceto medio, no tax area fino a 10mila, manovra choc per Pmi con la riduzione del cuneo fiscale", sono altre priorità rimarcate da Di Maio che spiega: "il Made in Italy non potrà mai robotizzare i suoi artigiani. Se vogliamo salvare il Made in Italy va reso competitivo".

18:58Gentiloni, sì Spd per governo è passo avanti per futuro Ue

(ANSA) - ROMA, 21 GEN - "Passa a maggioranza la proposta di Martin Schulz per concludere un accordo di grande coalizione. Un passo avanti per il futuro dell'Europa". Lo scrive su twitter il premier Paolo Gentiloni commentando il sì della Spd alla grande coalizione con la Merkel.

18:56Calcio: serie B, Brescia Avellino 2-3

(ANSA) - BRESCIA, 21 GEN - Gran colpo dell'Avellino che nel posticipo della 22/a giornata di serie B espugna il campo di Brescia al termine di una gara con cinque gol e continui cambi di scenario: finisce 3-2 per la squadra di Novellino. L'Avellino passa in vantaggio al 16': cross da sinistra di Bidaoui sul secondo palo dove è appostato Molina che non sbaglia. Il Brescia ribalta però la partita in un minuto: tra il 27' e il 28' ecco la doppietta di Torregrossa con il primo gol di testa, il secondo di destro potente. Non è tutto perchè nella ripresa c'è un altro colpo di scena: l'Avellino prima fa il 2-2 (all'8') con Castaldo e poi trova il vantaggio al 15' con Bidaoui. In entrambe le circostanze, pasticci della difesa di casa. L'Avellino sale a quota 28 punti, il Brescia resta a 23.

18:51Shutdown, Trump suggerisce cambio regole voto Senato

(ANSA) - WASHINGTON, 21 GEN - Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump suggerisce che si cambino le regole di voto al Senato per superare l'impasse che ha portato allo shutdown dell'amministrazione federale. "Se l'impasse continua i repubblicani dovrebbero puntare al 51% (Opzione Nucleare) e votare per un vero e duraturo testo sul bilancio", ha scritto il presidente in un tweet. Le regole in vigore prevedono una 'supermaggioranza' di 60 voti su 100 al Senato per l'approvazione del provvedimento che finanzia il governo.

18:47Calcio: Spalletti, dispiace se Nainggolan va in Cina

(ANSA) - MILANO, 21 GEN - "Il calcio è fatto così. A Roma sanno cosa fare, negli ultimi anni sono sempre stati in alta classifica. Ora hanno passato il turno di Champions, hanno giocatori di altissimo livello, Di Francesco ha ottenuto ottimi risultati. Bisogna essere pronti a gestire queste situazioni". Dai microfoni di Premium Sport Luciano Spalletti, tecnico dell'Inter, commenta così, a poche ore dalla partita contro la Roma, l'eventuale cessione di Dzeko e Nainggolan da parte del club giallorosso. "Mi dispiacerebbe - dice - se Nainggolan finisse in Cina, è un alieno e per questo a volte fa anche delle cavolate ma è un giocatore fantastico".

Archivio Ultima ora