Ius soli e unioni civili, Renzi lancia la battaglia dei diritti

Pubblicato il 27 dicembre 2015 da redazione

Bambini figli di immigrati nati in Italia

Bambini figli di immigrati nati in Italia

ROMA. – Tra missioni europee, riforma costituzionale da approvare e riforma della scuola da attuare, nell’agenda di Matteo Renzi gennaio è un mese già pieno di impegni. Ma tra le priorità del governo, ce ne sono due che il premier non vuole assolutamente rinviare, anche se il tempo stringe: il sì definitivo alla legge sulle unioni civili e alla legge sulla cittadinanza per i figli degli immigrati.

Il premier lo spiega nella sua Enews quando parla delle cose da fare all’inizio del prossimo anno: “Siamo ancora in pista per i diritti civili: ius soli, civil partnership, servizio civile e terzo settore”.

Il problema, e Renzi lo sa bene, è che sulle unioni civili i parlamentari del Nuovo Centrodestra di Alfano, hanno idee che non collimano con le sue. Il tema dell’adozione per i gay, per dirne una, vede i Dem e i centristi schierati su fronti opposti. Quelli del Pd non vogliono togliere dalla legge la cosiddetta “stepchild adoption” (in pratica se uno dei due componenti della coppia omosessuale ha già un figlio naturale, questo potrà essere adottato anche dall’altro partner), mentre il Nuovo Centrodestra non vuol sentir parlare di adozioni perché, nascosta nelle pieghe del disegno di legge Cirinnà, intravede la legittimazione dell’utero in affitto, pratica che in Italia è tassativamente vietata.

L’argomento è spinoso e la polemica si è accentuata dopo che una parte del mondo femminista ha sposato la posizione degli alfaniani contro la maternità surrogata. Che succederà, si chiedono i centristi, se un membro della coppia (ovviamente si parla di unioni formate da due uomini) va all’estero e ottiene un figlio facendo inseminare una donna che accetta di cedere il bambino al termine della gravidanza?

Il bambino potrà essere adottato da tutti e due i partner della coppia gay? Secondo i centristi sì, in barba alla legge italiana e alle convinzioni morali della parte che rappresentano. Per i Dem, invece, il pericolo non sussiste. Su questo scoglio la legge si è arenata al Senato, dove a gennaio ripartirà il dibattito in un clima non sereno.

A nome dei centristi il senatore Maurizio Sacconi annuncia già ora battaglia: “Anche i neocentristi sono in pista per il diritto dei bambini ad avere un padre e una madre. I diritti non devono mai essere confusi con i desideri”. La questione si complica ulteriormente, perché nel Pd alcuni cattolici guidati da Beppe Fioroni sono freddi sull’adozione e chiedono modifiche (se ne parlerà prima del 22 gennaio, giorno in cui scade il termine per la presentazione degli emendamenti).

Ma le voci che girano in Parlamento danno per molto probabile un accordo della maggioranza del Pd con i cinque stelle per far passare la legge e archiviare la partita.

L’altro tema spinoso è quello dello Ius soli, ossia della legge sulla cittadinanza per i figli degli immigrati. Il disegno di legge è anch’esso all’esame del Senato, e non convince del tutto i centristi, che lo giudicano troppo “generoso” verso i futuri “nuovi italiani”. Ma su questo disegno di legge l’accordo con l’Ncd sembra più a portata di mano.

(di Marco Dell’Omo/ANSA)

Ultima ora

15:46Tav:rapporti con recluso No Tav,ricorso contro licenziamento

(ANSA) - TORINO, 25 MAG - Una educatrice torinese di una cooperativa che opera nella casa circondariale 'Lorusso e Cutugno' è stata sospesa dall'incarico per avere intrattenuto rapporti con alcuni attivisti nell'area anarco-insurrezionalista e per aver pubblicato su Facebook foto di alcuni No Tav arrestati in segno di solidarietà. Il legale, l'avvocato Roberto Lamacchia, ha chiesto ai giudici del Tar la revoca del divieto di lavorare nel carcere delle Vallette. "Per tre anni lei ha svolto la sua attività nel padiglione dei tossicodipendenti, che nulla hanno a che fare con il Movimento No Tav, e l'ha fatto con buoni risultati - ha spiegato il legale - Tutto questo non determina l'esistenza di ragioni di sicurezza tali da allontanarla dal carcere". "Voglio riavere il mio lavoro - commenta Angela - Non mi è stato nemmeno permesso di salutare i ragazzi che seguivo". Alcuni autonomi hanno organizzato un presidio di solidarietà davanti agli uffici del Tar.

15:29M5s: La Rocca, se rinviata a giudizio non mi ricandido

(ANSA) - PALERMO, 24 MAG - "Se sarò rinviata a giudizio non mi ricandiderò alle regionali, come ho già annunciato nei giorni scorsi". Lo dice Claudia La Rocca, deputata dei 5stelle che si è auto-sospesa dopo avere ricevuto l'avviso di garanzia nell'inchiesta firme false della Procura di Palermo con la quale ha collaborato ammettendo di essere stata presente nel giorno della ricopiatura degli autografi di chi aveva firmato a sostegno della lista per le comunali del 2012.

15:27Manchester: Bonino, dobbiamo resistere culturalmente

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - "Attentato a Manchester? La sicurezza al 100% rispetto ai lupi solitari è impossibile. Ci saranno stati sicuramente degli errori nella prevenzione. Non dobbiamo cedere alla paura. Non dobbiamo dargliela vinta. Dobbiamo resistere culturalmente". Queste le parole di Emma Bonino presente stamani all'Università Statale di Milano.

15:22L.elettorale: Gelmini, nessun inciucio ma accelerazione urne

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - "Nessun Nazareno bis, nessun inciucio. Silvio Berlusconi con Forza Italia è impegnato a garantire una legge elettorale in grado di portare rapidamente gli italiani alle urne. Il centrodestra non ha bisogno di continui distinguo ma di una forte azione comune che racconti agli italiani qual è il Paese che vogliamo costruire". Così Mariastella Gelmini, vice capogruppo vicario di Forza Italia alla Camera.

15:21Boldrini, bene Confindustria su coesione e crescita

(ANSA) - ROMA, 24 MAY - "Ho trovato molto interessante l'accento posto sulla coesione e sulla crescita, così come mi è piaciuta l'insistenza sull'importanza di investire di più sui giovani". Lo dice la presidente della Camera Laura Boldrini a margine dell'Assemblea di Confindustria. "Ho anche trovato importante la sottolineatura sulla necessità di rafforzare una casa comune in Europa per le aziende, che se non saranno capaci di stare insieme non avranno uno spazio in futuro", aggiunge.

15:18Calcio: serie B, una giornata a Vignali

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - Una giornata di squalifica a Vignali dello Spezia, espulso per doppia ammonizione nel primo turno dei playoff di Serie B. Il giocatore sconterà la squalifica nella prossima stagione, essendo stata la squadra ligure eliminata dal Benevento.

15:18Vaccini: Rosato, non c’era altra strada che obbligo

(ANSA) - ROMA, 24 MAG - "I vaccini sono farmaci efficaci e sicuri. Hanno permesso di sconfiggere malattie terribili di cui ormai non abbiamo più memoria, come il vaiolo cancellato dalla faccia della Terra solo alcuni decenni fa. Di altre malattie infettive abbiamo sentito parlare ma non le avvertiamo più come una minaccia, anche se circolano ancora nell'Europa dell'Est. Per anni siamo stati protetti dal progresso della scienza ma ultimamente c'è stata un'inversione di rotta, ingiustificata". Lo scrive il capogruppo del Pd alla Camera Ettore Rosato in un post su Facebook rispondendo alle preoccupazioni per l'obbligo delle vaccinazioni. "Il calo delle vaccinazioni, rispetto ad altri Paesi europei, è diventato preoccupante. Gli italiani si vaccinano sempre meno contro la poliomielite, il tetano, la difterite, la rosolia, il morbillo, con un trend in discesa. Occorreva invertire la tendenza prima che fosse troppo tardi. Per affrontare questa emergenza non c'era altra strada che rendere obbligatorie le vaccinazioni".

Archivio Ultima ora