Ius soli e unioni civili, Renzi lancia la battaglia dei diritti

Pubblicato il 27 dicembre 2015 da redazione

Bambini figli di immigrati nati in Italia

Bambini figli di immigrati nati in Italia

ROMA. – Tra missioni europee, riforma costituzionale da approvare e riforma della scuola da attuare, nell’agenda di Matteo Renzi gennaio è un mese già pieno di impegni. Ma tra le priorità del governo, ce ne sono due che il premier non vuole assolutamente rinviare, anche se il tempo stringe: il sì definitivo alla legge sulle unioni civili e alla legge sulla cittadinanza per i figli degli immigrati.

Il premier lo spiega nella sua Enews quando parla delle cose da fare all’inizio del prossimo anno: “Siamo ancora in pista per i diritti civili: ius soli, civil partnership, servizio civile e terzo settore”.

Il problema, e Renzi lo sa bene, è che sulle unioni civili i parlamentari del Nuovo Centrodestra di Alfano, hanno idee che non collimano con le sue. Il tema dell’adozione per i gay, per dirne una, vede i Dem e i centristi schierati su fronti opposti. Quelli del Pd non vogliono togliere dalla legge la cosiddetta “stepchild adoption” (in pratica se uno dei due componenti della coppia omosessuale ha già un figlio naturale, questo potrà essere adottato anche dall’altro partner), mentre il Nuovo Centrodestra non vuol sentir parlare di adozioni perché, nascosta nelle pieghe del disegno di legge Cirinnà, intravede la legittimazione dell’utero in affitto, pratica che in Italia è tassativamente vietata.

L’argomento è spinoso e la polemica si è accentuata dopo che una parte del mondo femminista ha sposato la posizione degli alfaniani contro la maternità surrogata. Che succederà, si chiedono i centristi, se un membro della coppia (ovviamente si parla di unioni formate da due uomini) va all’estero e ottiene un figlio facendo inseminare una donna che accetta di cedere il bambino al termine della gravidanza?

Il bambino potrà essere adottato da tutti e due i partner della coppia gay? Secondo i centristi sì, in barba alla legge italiana e alle convinzioni morali della parte che rappresentano. Per i Dem, invece, il pericolo non sussiste. Su questo scoglio la legge si è arenata al Senato, dove a gennaio ripartirà il dibattito in un clima non sereno.

A nome dei centristi il senatore Maurizio Sacconi annuncia già ora battaglia: “Anche i neocentristi sono in pista per il diritto dei bambini ad avere un padre e una madre. I diritti non devono mai essere confusi con i desideri”. La questione si complica ulteriormente, perché nel Pd alcuni cattolici guidati da Beppe Fioroni sono freddi sull’adozione e chiedono modifiche (se ne parlerà prima del 22 gennaio, giorno in cui scade il termine per la presentazione degli emendamenti).

Ma le voci che girano in Parlamento danno per molto probabile un accordo della maggioranza del Pd con i cinque stelle per far passare la legge e archiviare la partita.

L’altro tema spinoso è quello dello Ius soli, ossia della legge sulla cittadinanza per i figli degli immigrati. Il disegno di legge è anch’esso all’esame del Senato, e non convince del tutto i centristi, che lo giudicano troppo “generoso” verso i futuri “nuovi italiani”. Ma su questo disegno di legge l’accordo con l’Ncd sembra più a portata di mano.

(di Marco Dell’Omo/ANSA)

Ultima ora

10:08Russia: sondaggio, 61% russi pronti a votare Putin

(ANSA) - MOSCA, 13 DIC - Vladimir Putin si avvia verso una vittoria a man bassa alle presidenziali russe del prossimo 18 marzo. Secondo un sondaggio del centro demoscopico Levada, il 61% dei russi è pronto a votare per l'attuale leader del Cremlino e la quota sale addirittura al 75% tra coloro che sono sicuri o quasi di recarsi alle urne. Gli altri candidati seguono Putin a notevole distanza: il leader nazionalista del partito liberaldemocratico Vladimir Zhirinovski ha l'8% delle preferenze (10% tra chi intende votare), il comunista Ghennadi Ziuganov il 6% (7% tra chi intende votare), Serghiei Mironov di Russia Giusta il 2%, Grigori Iavlinski l'1% e Ksenia Sobchak un altro 1%. Stando al sondaggio - condotto dall'1 al 5 dicembre su 1.600 persone in 48 regioni della Russia - il 28% dei russi sostiene che andrà sicuramente a votare, il 30% che ci andrà con grande probabilità, il 20% è indeciso e il 19% non intende votare.

09:54Scuola: prof milanese tra 50 finalisti Global Teacher Prize

(ANSA) - ROMA, 13 DIC - C'è un'insegnante di Milano, Lorella Carimali, prof di matematica al Liceo Scientifico Statale Vittorio Veneto, tra i 50 finalisti del Global Teacher Prize 2018 della Varkey Foundation, che mette in palio un milione di dollari. I suoi metodi innovativi prevedono la combinazione di classi di studenti e discipline diverse, includendo, a volte, le materie più svariate, come il teatro, affinché gli studenti di livello diverso possano interagire e realizzare una crescita collettiva. Uno dei risultati di queste tecniche è il miglioramento dei loro voti. I 50 finalisti prescelti saranno ridotti a 10 dal Prize Commitee, e i risultati di questa ulteriore selezione saranno annunciati nel febbraio 2018. Tra i 10 finalisti, la Global Teacher Prize Academy sceglierà poi il vincitore. Tutti e dieci i finalisti saranno invitati a Dubai dove il 18 marzo del prossimo anno sarà annunciato il vincitore.

06:52Usa: elezioni Alabama, vince democratico Jones

(ANSA) - WASHINGTON, 13 DIC - Doug Jones vince le elezioni in Alabama per un seggio al Senato americano. La vittoria del democratico e' uno schiaffo per il presidente Donald Trump, che aveva appoggiato il candidato Roy Moore nonostante la controversia sollevata dalle accuse di molestie sessuali. Duro colpo anche per il partito repubblicano che perde un prezioso voto al Senato, dove deteneva una maggioranza gia' limitata a 52 seggi su 100. "Il popolo dell'Alabama ha piu' in comune di cio' che lo divide. Abbiamo mostrato non solo all'Alabama ma al Paese che possiamo essere uniti", ha dichiarato Jones dopo la vittoria. Trump reagisce su Twitter all'esito del voto, mostrando fair play e congratulandosi con Jones: "I repubblicani avranno un'altra chance per questo seggio molto presto. Non finisce mai!".

22:58Calcio: Buffon, Juve sta bene nel mucchio selvaggio in testa

(ANSA) - MILANO, 12 DIC - La Juventus "sta bene nel mucchio selvaggio" in testa al campionato, e "non deve sottovalutare" il Tottenham in Champions League. Gianluigi Buffon analizza la doppia corsa, sottolineando che per i bianconeri "è un bel momento". "Pur non vincendo una gara importante contro l'Inter, i risultati delle altre ci hanno dato una grossa mano a vedere il bicchiere mezzo pieno e a far sì che si sia creato questo mucchio selvaggio in testa alla classifica. È chiaro che diventa un campionato più avvincente e noi secondo me ci sentiamo meglio in una posizione così ravvicinata alla testa della classifica", ha notato il capitano juventino a margine dei Gazzetta Sports Awards. "Il Tottenham è una squadra da prendere con le molle, ha tanta fisicità in quasi tutti i singoli e grande tecnica in cinque o sei elementi. Di solito impone alla gara un ritmo forsennato, di conseguenza sulle due gare è un avversario veramente temibile e da non sottovalutare".

22:44Donna dell’Agrigentino festeggia 106 anni con sorella di 112

(ANSA) - CANICATTI' (AGRIGENTO), 12 DIC - Altro compleanno ultracentenario a Canicattì (Ag) in casa Cammalleri. Attorniata dai familiari, tra cui la sorella Diega "Deddè" di 112 anni e la cognata di 94, ha festeggiato le sue 106 primavere Fifì Cammalleri, nata il 12 dicembre 1911. Le due sorelle vivono nella stessa casa. Nell'ottobre dello scorso anno, per i suoi 111 anni, Diega, che è stata a lungo insegnante, ricevette una medaglia d'oro dall'allora ministro dell'Istruzione Stefania Giannini. In quell'occasione l'interessata disse di non aver mai punito i suoi alunni "ma se necessario li ho solo corretti". Ai festeggiamenti di oggi erano presenti i numerosi nipoti delle due sorelle, anche loro avanti in età. (ANSA).

22:39Tap: Emiliano, Governo incosciente, presenteremo esposto

(ANSA) - BARI, 12 DIC - "I fatti accaduti in Austria hanno dimostrato che le preoccupazioni della Regione Puglia hanno un fondamento evidente che ci obbligherà nei prossimi giorni a sottoporre alla Procura della Repubblica competente un esposto che mira a salvaguardare l'incolumità pubblica dalla incosciente decisione del Governo di ritenere non assoggettabile alle direttive Seveso l'impianto Tap". In una nota, il presidente della Puglia, Michele Emiliano, replica al ministro dello Sviluppo Carlo Calenda, che aveva criticato le rimostranze della regione sul gasdotto Tap. Per Emiliano, "di incoscienza collettiva evidentemente si tratta se è vero che il Ministro Calenda dalle notizie della vittima e dei 21 feriti in Austria trae lo spunto solo per ribadire che il TAP è necessario proprio per sopperire alla temporanea carenza di gas distribuita nel Nord Europa ove dovessero ripetersi incidenti analoghi a quello accaduto oggi". "Si tratta con ogni evidenza - rimarca Emiliano - di un caso di strabismo politico".

22:06Calcio: Mondiale club, 1-0 al Pachuca dts, Gremio in finale

(ANSA) - ROMA, 12 DIC - I brasiliani del Gremio si sono qualificati alla finalissima del Mondiale per club battendo 1-0 i messicani del Pachuca dopo i tempi supplementari del match giocato ad Al Ain, stadio Hazza bin Zayed, negli Emirati Arabi Uniti. Decisivo il gol di Everton al 5' del primo tempo supplementare dopo che i 90' regolamentari si erano conclusi a reti inviolate. La squadra allenata dall'ex romanista Renato affronterà la vincente dell'altra semifinale tra Real Madrid e l'Al-Jazira in programma domani.

Archivio Ultima ora