Un intenso 2016 per il Papa, tanti progetti da completare

Pubblicato il 27 dicembre 2015 da redazione

Roma 14/02/2014 Festa di San Valentino Papa Francesco riceve in udienza in Piazza San Pietro coppie di fidanzati Ph: Cristian Gennari/Siciliani

Roma 14/02/2014
Festa di San Valentino
Papa Francesco riceve in udienza in Piazza San Pietro coppie di fidanzati
Ph: Cristian Gennari/Siciliani

CITTA’ DEL VATICANO. – E’ come se, dopo tre anni di pontificato, il 2016 rappresentasse l’anno in cui raccogliere finalmente i risultati nei tanti terreni dove papa Francesco ha seminato. E’ un altro anno cruciale quello che attende il Pontefice argentino, ed ancor più importante perché dalla fase della progettualità messa in campo in tanti settori, si deve passare ora a quella della maturazione e della raccolta dei frutti. E su questo Bergoglio, che 10 giorni fa ha compiuto 79 anni, non ha mai nascosto una certa, operosissima fretta.

Dal Giubileo che ora procede spedito – nonostante la coincidenza con l’escalation terroristica su scala globale ne abbia un po’ fiaccato le attese numeriche in termini di pellegrini – alle fila da tirare dei due Sinodi dei Vescovi sulla famiglia, dalla riforma della Curia da condurre in porto alle strategie nei campi della diplomazia e delle azioni di pace: molti sono i fronti che vedono impegnati Bergoglio e la Santa Sede, proprio in un anno, tra l’altro, in cui la “terza guerra mondiale a pezzi” così battezzata dal Pontefice fa sentire sempre più le sue ombre minacciose, accentuate dalle paure e dagli orrori sparsi dal terrorismo islamista, giunti fin nel cuore dell’Europa, e non solo.

Proprio col Giubileo straordinario papa Francesco ha posto la sua Chiesa e il suo pontificato sotto l’insegna della “misericordia”, di un cristianesimo fondato sul perdono, l’accoglienza del diverso, la tenerezza, la comprensione dell’altro, in contrasto con una fede che altri vogliono arcigna, fatta di giudizi e di condanne, che dice più ‘no’ che ‘sì’.

E non è un caso che proprio nell’Anno giubilare, con tutta probabilità questo febbraio, Bergoglio pubblicherà l’esortazione che scaturisce dal doppio Sinodo sulla famiglia: e anche qui la misericordia sarà protagonista, in particolare verso le situazioni delle famiglie “irregolari”, come anche verso i divorziati risposati, per il cui ritorno ai sacramenti è stata studiata la soluzione del “caso per caso”, in un’ottica “penitenziale”, da affidare alla valutazione del confessore sotto l’egida del vescovo diocesano.

Nel 2016, proprio per i tanti impegni del Giubileo, Francesco limiterà il numero dei viaggi: per ora sono in programma il Messico dal 12 al 18 febbraio (una “costola” di quello dello scorso settembre a Cuba e negli Usa) e la Polonia il prossimo luglio per la Gmg di Cracovia, anche questo un evento dell’Anno Santo, in quanto “Giubileo dei giovani”.

Rinviata al 2017, invece (quando il cardinale arcivescovo Angelo Scola avrà già compiuto 75 anni), la visita che era stata fissata per il 7 maggio a Milano. E altre in Italia per ora non sono in vista. Un grande evento giubilare sarà anche la canonizzazione di Madre Teresa, prevista per il prossimo 4 settembre nell’anniversario della morte: i vescovi indiani hanno chiesto che si faccia a Calcutta, e si vedrà cosa deciderà il Papa.

Sempre nel nuovo anno prenderà forma pressoché definitiva la riforma della Curia, anche se sessioni del “Consiglio dei nove cardinali” (C9) sono state programmate fino a tutto dicembre 2016: dopo le già costituite Segreterie per l’Economia e per le Comunicazioni (in quest’ultimo campo ci saranno avvicendamenti, come quello già annunciato del giornalista ex-Fox News Greg Burke al posto di padre Ciro Benedettini alla vice-direzione della Sala stampa vaticana), vedranno la luce due nuovi dicasteri, il “laici, famiglia e vita”, con l’accorpamento dei rispettivi Pontifici Consigli e Accademia, e il “giustizia, pace e migrazioni”, anch’esso frutto di fusioni di attuali Consigli.

Non rappresenterà un ostacolo per la riforma, anzi un incentivo ad andare avanti, come ha detto lo stesso Bergoglio, l’esito dello scandalo “Vatileaks 2”, con la conclusione del processo con cinque imputati, in procinto di riprendere a febbraio dopo gli accertamenti tecnici richiesti dalla difesa.

In attesa di un possibile Concistoro per la nomina di nuovi cardinali (nel 2016 ben dieci porporati compiranno gli 80 anni, portando il numero degli elettori a soli 107, ben al di sotto del ‘tetto’ di 120 fissato da Paolo VI e confermato da Giovanni Paolo II), per Bergoglio restano ferme sul tavolo di lavoro le priorità dei rapporti con le altre religioni, dell’azione diplomatica e della pace.

Il Giubileo ha tra i caposaldi anche quello del dialogo con ebrei e musulmani, e se il 17 gennaio il Papa andrà in visita alla Sinagoga di Roma, terzo Pontefice nella storia, non è escluso anche un gesto altamente simbolico verso l’Islam.

Nella diplomazia, in cui la Santa Sede è tornata fortemente attiva – un anno fa veniva annunciato lo storico disgelo tra Cuba e Stati Uniti cui il Vaticano ha ampiamente contribuito -, c’è un dossier che per papa Francesco è fondamentale: la Cina. Il dialogo con Pechino è ripreso dopo anni di gelo, ed è possibile che importanti novità maturino.

(di Fausto Gasparroni/ANSA)

Ultima ora

13:30Video sindaco Cerignola su Fb a malavitosi,’siate maledetti’

(ANSA) - CERIGNOLA (FOGGIA), 20 GEN - Il sindaco di Cerignola, Franco Metta, ha postato sulla pagina Facebook personale e di primo cittadino un video in cui attacca duramente la malavita locale che negli ultimi tempi ha compiuto numerose intimidazioni, soprattutto a scopo estorsivo. "Siate maledetti - dice Metta parlando dal suo ufficio di sindaco e rivolgendosi ai malavitosi - uscite di notte come gli scarafaggi e come i topi per colpire la povera gente che lavora, la povera gente che fa i sacrifici per buttare nel panico questa comunità che sta facendo di tutto per risollevarsi. Siate maledetti, siete quattro vigliacchi. Noi non vi lasceremo questa città, combatteremo fino alla fine per Cerignola. Siate stramaledetti". Il video sta diventando virale sul web.

13:19Sci: Cdm,in libera Kitzbuehel Innerhofer cade ma senza danni

(ANSA) - KITZBUEHEL (AUSTRIA), 20 GEN - Christoph Innerhofer, pettorale 2 e primo azzurro in pista nella discesa sulla Streif a Kitzbuehel, è caduto spettacolarmente, ma senza danni. L'incidente - mentre aveva un buon tempo - è stato in parte simile a quello di Sofia Goggia nella discesa di Cortina. E' accaduto sul dente che immette sullo Schuss finale dopo la lunga traversa della Hausbergkante. Innerhofer è stato sbilanciato e lo sci sinistro si è alzato in alto con la punta verso il cielo. L'azzurro è scivolato sulla neve per parecchi metri, ma poi si è rialzato senza problemi.

13:02Sci: Goggia, ho sbagliato nel salto ma adesso riparto

(ANSA) - CORTINA D'AMPEZZO (BELLUNO), 20 GEN - E' stato fortunatamente più spettacolare che altro il presentat'arm - con le punte degli sci paralleli rivolte al cielo - che Sofia Goggia ha fatto sul lungo e ripido salto che immette sullo Schuss delle Tofane. E' atterrata in un tratto ancora in forte pendenza e la sua schiena per alcuni metri, in una nube di neve, ha toccato il fondo pista. Poi, però, con un colpo di reni e uno sci che ha preso la giusta inclinazione, si è rialzata indenne. "Ho sbagliato all'attacco del dente sopra il salto. Non ero nella giusta posizione per il salto, ma ancora troppo arretrata. Sono però riuscita a controllare la caduta e tutto è andato bene", ha raccontato l'azzurra. "Per il SuperG di domani nessun problema. Ora resetto tutto - ha annunciato l'azzurra - e si riparte da zero: andare e via".

13:02Volvo ocean race: scontro barca-peschereccio, un morto

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - E' davvero tragico l'epilogo della 4/a tappa della Volvo ocean race di vela, che ha portato le barche da Melbourne a Hong Kong ed è stata vinta da Sun Hung Kai/Scallywag. A poche miglia dal traguardo, Vestas 11th Hour racing dello skipper Charlie Enright è stata coinvolta in una collisione con un piccolo peschereccio che ha provocato un morto. La notizia è stata confermata dagli organizzatori della regata che manifestano "i più profondi sentimenti di cordoglio alla famiglia della vittima". L'incidente è avvenuto a circa 30 miglia dal traguardo della 4/a tappa, fuori dalle acque di Hong Kong. Fra i componenti il team Vestas 11th Hour racing non ci sono feriti: dall'imbarcazione - secondo quanto informano gli organizzatori - è partito il segnale di 'mayday' verso il Centro di coordinamento del soccorso in Mare di Hong Kong. Immediato l'intervento dei soccorritori che hanno potuto recuperare nove componenti dell'equipaggio, mentre il decimo è stato trasportato in ospedale con un elicottero, ma è spirato poco dopo.

12:58Sci: discesa Cortina, vittoria Vonn

(ANSA) - CORTINA D'AMPEZZO (BELLUNO), 20 GEN - Sofia Goggia ha sbagliato, facendo uno spettacolare e pericoloso presentat'arm sul salto che immette sullo Schuss delle Tofane e ha così lasciato strada libera al successo della statunitense Lindsey Vonn nella discesa di Cdm di Cortina. Vonn ha vinto in 1'36"48, lasciandosi alle spalle Tina Weirather del Liechtenstein in 1'37"40 e l'altra statunitense Jacqueline Wiles (1'37"46). Per Vonn è il 12/o successo a Cortina, il 79/o in Coppa del mondo. Fuori Goggia - che atterrando sul salto è finita con la schiena sulla neve, scivolando per alcuni metri, ma rialzandosi indenne con un formidabile colpo di reni - per l'Italia la migliore è stata Johanna Schnarf 9/a in 1'38"29. Più indietro, al momento 16/a, c'è Nicol Delago in 1'38"69: poi, Nadia Fanchini in 1'38"80, Federica Brignone in 1'38"81, Verena Stuffer in 1'38"95. Domani per Goggia e compagne ci sarà modo di rifarsi con il SuperG che chiude la tappa di Cortina.

12:55Tennis: Australia, Berdych agli ottavi e sfiderà Fognini

(ANSA) - ROMA, 20 GEN - Sarà Tomas Berdych l'avversario di Fabio Fognini, negli ottavi di finale degli Open d'Australia Il ceco, 19/a testa di serie, ha regolato per 6-3, 6-3, 6-2 l'argentino Juan Martin Del Potro, n. 12 del seeding. Esce a sorpresa il tedesco Alexander Zverev, testa di serie n. 4, battuto dal sudcoreano Hyeon Chung, vincitore a novembre delle Next Gen Atp Finals, che si è imposto in 5 set con il punteggio di 5-7, 7-6 (7-3), 2-6, 6-3, 6-0. Avanza l'austriaco Dominic Thiem, testa di serie n. 5, che ha superato per 6-4, 6-2, 7-5 il francese Adrien Mannarino (n. 26). Altri risultati Sandgren-Marterer 5-7, 6-3, 7-5, 7-6 (7-5); Fucsovics-Kicker 6-3, 6-3, 6-2.

12:53Giappone: Forze di autodifesa pronte a schierare caccia F-35

(ANSA) - TOKYO, 20 GEN - Le Forze di autodifesa in Giappone sono pronte a schierare il primo caccia di quinta generazione F-35s nella base aerea di Misawa, localizzata nella prefettura di Aomori a nord est dell'arcipelago. La prima consegna avrà luogo a fine mese, rende noto il ministero della Difesa, ed è parte di un ordine di 42 aerei multiruolo F-35s, commissionati agli Stati Uniti. Ogni caccia costa 135 milioni di dollari e verrà utilizzato con l'apporto dei missili aria-superficie Jsm di fabbricazione norvegese, trasportati nelle baie interne degli F-35s dotati di una gittata di 500 chilometri. Chi si oppone alla decisione fa notare che la composizione e la disponibilità di tali apparati sono contrari al principio della costituzione pacifista del Giappone, che tramite l'Articolo 9 non riconosce allo stato il diritto di belligeranza. Lo scorso dicembre il governo di Tokyo aveva ratificato il budget per la Difesa 2018 con un record di stanziamenti - 46 miliardi di dollari - e corrispondente al 5% del budget nazionale.

Archivio Ultima ora