Assalto alla Banca Etruria, la rabbia dei risparmiatori ad Arezzo

Pubblicato il 28 dicembre 2015 da redazione

Banche: protesta risparmiatori Etruria, 'rivogliamo soldi rubati'

AREZZO. – “Ladri, ladri. Rivogliamo i nostri soldi rubati”: la rabbia dei risparmiatori che si ritengono danneggiati da Banca Etruria è esplosa di nuovo davanti alla sede centrale dell’istituto di credito ad Arezzo. Una cinquantina di persone è arrivata alla spicciolata, sfidando il freddo e la nebbia, ed è rimasta per diverse ore davanti alla banca.

Molti i volti noti, quelli stessi che hanno già manifestato prima davanti a Montecitorio, poi in occasione della convention della Leopolda con il premier e davanti a Bankitalia. Ripetono le loro storie fatte di disperazione e sconforto dopo aver saputo che tutti i loro risparmi erano andati in fumo, se la prendono con il governo, con il premier, con Bankitalia, Consob, con il vecchio management della banca ma anche con la Nuova Banca dell’Etruria.

Anche se i nuovi istituti ‘ripuliti’ sarebbero disposti a dialogare sulla posizione degli obbligazionisti più colpiti, ma al momento non è arrivata alcuna richiesta formale in tal senso.

Durante la manifestazione non sono mancati momenti di tensione soprattutto quando un gruppo ha cercato di entrare nella sede della banca, qualcuno ha preso a pungi la porta a vetri d’ingresso, hanno guadagnato l’atrio, ma poi sono stati bloccati prima di raggiungere la seconda porta d’ingresso. C’è stato anche il lancio di qualche uovo, ma la protesta, seguita dalle forze dell’ordine, è rimasta sempre pacifica. Per un po’ di tempo il traffico è rimasto paralizzato in due strade della città.

“Questo governo avrà salvato seimila posti di lavoro – ha detto un manifestante proveniente da Città di Castello – ma ha gettato sul lastrico 130mila risparmiatori. Ho tolto tutti i conti che avevo dalle banche italiane, troppo inaffidabili”. “Aiutateci – ha aggiunto una donna di Empoli -, dateci una mano a recuperare ciò che è nostro”.

All’uscita dal lavoro alcuni dipendenti della banca si sono soffermati con chi contestava, esponendo tutto il loro disagio per quanto sta accadendo. La maggior parte degli impiegati ha seguito quanto accadeva chiuso dentro gli uffici, in qualche caso alla finestra.

Intanto il Codacons, che ha appoggiato la manifestazione e ne ha annunciate altre per i prossimi giorni, ha fatto sapere che si stanno definendo le prime cause risarcitorie. “Le nostre iniziative a tutela dei risparmiatori non si fermano però alle proteste di piazza – ha spiegato il presidente Carlo Rienzi -.

Stiamo infatti definendo le prime cause risarcitorie che partiranno a inizio 2016, attraverso le quali gli investitori che hanno visto azzerati i propri risparmi chiedono il rimborso integrale delle obbligazioni subordinate, vendute in modo truffaldino senza adeguate informazioni sui rischi e in mancanza di avvisi alla clientela circa lo stato di dissesto degli istituti emittenti”.

Ultima ora

00:11Calcio: Torino-Milan 2-2

(ANSA) - ROMA, 16 GEN - Torino-Milan 2-2 (2-0) nell'ultimo posticipo della 20/a giornata della Serie A. A segno per i granata Belotti (21' pt) e Benassi (26' pt). Per i rossoneri in gol Bertolacci all'11' st (rete convalidata da Tagliavento grazie all'ausilio della gol-line technology) e Bacca su rigore al 15' st. Nel primo tempo Ljajic fallisce un calcio di rigore.

23:44Juve:Agnelli, disappunto per ko, ma obiettivo leggenda

(ANSA) - MILANO, 16 GEN - "Il risultato di ieri è un motivo di disappunto, ma dobbiamo restare concentrati sull'obiettivo finale: questa stagione ci può e deve portare nella leggenda". Così il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, questa sera al Museo delle Scienze e della Tecnologia di Milano dove presenta il nuovo logo del club.

23:26Investiti da treno nel Fiorentino, 1 morto e un ferito

(ANSA) - MONTELUPO (FIRENZE), 16 GEN - Una persona è morta, un'altra è rimasta ferita, sembra in modo non grave, in un incidente avvenuto, poco dopo le 21, alla stazione ferroviaria di Montelupo (Firenze). Secondo le prime informazioni le due persone sarebbero state investite dal treno regionale Pisa-Firenze. Ancora da chiarire la dinamica di quanto successo. Sul posto, oltre al 118, la polfer e i carabinieri. La linea ferroviaria è interrotta in entrambe le direzioni. (ANSA).

23:21Maltempo: Firenze, domani chiusi parchi, giardini e cimiteri

(ANSA) - FIRENZE, 16 GEN - Chiusi domani a Firenze parchi, giardini e cimiteri comunali. Lo ha deciso l'unità di crisi, presieduta dalla vicesindaca Giachi, che si è insediata alle 19 al centro operativo della Protezione civile all'Olmatello, a Firenze. In un nuovo alert system lanciato dalla protezione civile del Comune dopo che le nuove previsioni meteo hanno confermato, per domani, codice arancione per il vento forte, si invitano poi i cittadini a prestare la massima attenzione ed evitare, domani, spostamenti e attività all'aperto in particolare dalle 7 alle 13. Il centro coordinerà l'attività delle strutture operative per fronteggiare eventuali criticità. Al momento, però, non si registrano emergenze. (ANSA).

23:15Trasporti: riattivato traffico in Stazione Centrale a Milano

(ANSA) - MILANO, 16 GEN - E' stato pienamente riattivato alle 19.45 il traffico ferroviario nella stazione Milano Centrale, dopo che un guasto alla linea elettrica di alimentazione dei treni ha fortemente rallentato la circolazione ferroviaria dalle 17.05. Secondo quanto comunica RFI, i treni a lunga percorrenza e i regionali hanno registrato ritardi medi di circa un'ora, con un picco massimo di tre ore per due treni, oltre a limitazioni di percorso, deviazioni e cancellazioni. Sono in corso di accertamento le cause del guasto che ha interessato i binari dall'1 al 12. (ANSA).

23:02Donne uccise a Bergamo, esclusa ipotesi serial killer

(ANSA) - BERGAMO, 16 GEN - Perde definitivamente peso l'ipotesi di un killer seriale che si aggira nella Bergamasca dato che è stato accertato che non è stata la stessa mano a uccidere Gianna Del Gaudio e Daniela Roveri. Pur non trascurando nulla, il procuratore capo di Bergamo Walter Mapelli spegne quella che già dall'inizio per gli inquirenti era sembrata una ipotesi poco verosimile. La procura aveva comunque chiesto ai medici legali che hanno eseguito le autopsie delle due donne di comparare le ferite e verificare eventuali analogie. Dalla comparazione la conferma che i due omicidi non sono collegati né collegabili. Gianna è stata colpita più di una volta, Daniela solo una. Inoltre il taglio alla gola inferto a Daniela è orizzontale, mentre è diagonale quello che ha ucciso Gianna. Infine l'arma con cui è stata sgozzata Gianna ha scalfito anche la spina dorsale, quella che ha ucciso Daniela, invece, ha praticamente tranciato le vertebre della spina dorsale. (ANSA).

22:43Focara: accesa grande pira a Novoli su note della ‘pizzica’

(ANSA) - NOVOLI (LECCE), 16 GEN - Anche quest'anno la pioggia, che è caduta per quasi tutto il giorno su Novoli, non ha fermato la tradizionale accensione della Focara, il più grande falò del Mediterraneo, eretto in onore di Sant'Antonio Abate. Per la prima volta è stato il ritmo della 'pizzica' a scandire quello dei fuochi pirotecnici che hanno infiammato la gigantesca pira alta 25 metri e larga 20 metri. Sulle note del brano 'Fuecu' di Daniele Durante, il corpo di ballo de La Notte della Taranta ha danzato come una "comunità che attraverso il fuoco sprigiona energia e sentimento", ha sottolineato il coreografo Fabrizio Mainini. Una comunità di circa 70mila persone che il paese di 8.500 abitanti accoglierà fino al 18 gennaio. Prevista esibizione di Vinicio Capossela che eseguirà per la prima volta un brano scritto nel 2008, ispirato dal rito dell'enorme falò: 'Focara Focara'. Presenti anche il governatore della Puglia, Michele Emiliano, con il sindaco di Novoli e presidente della fondazione Focara, Gianmaria Greco.

Archivio Ultima ora