Mattarella, dalle principali difficoltà alle principali speranze di ogni giorno

Pubblicato il 02 gennaio 2016 da redazione

Italian President Sergio Mattarella during the year-end speech to Italians at Quirinale Palace in Rome, Italy, 31 December 2015. ANSA/QUIRINALE PRESS OFFICE/FRANCESCO AMMENDOLA

Italian President Sergio Mattarella during the year-end speech to Italians at Quirinale Palace in Rome, Italy, 31 December 2015.
ANSA/QUIRINALE PRESS OFFICE/FRANCESCO AMMENDOLA

ROMA. – Niente politichese per la “prima” di Sergio Mattarella a reti unificate. Il presidente sorprende tutti mostrando una spinta ambientalista che le forze politiche sembrano aver perso da tempo. Ma soprattutto parla della gente, dei problemi dei troppi italiani in difficoltà, delle fasce più deboli, i giovani e le donne, gli anziani e i disabili e riapre la grande questione meridionale.

Il presidente della Repubblica ha scelto di pronunciare il suo messaggio di fine anno rivolgendosi ai cittadini dal salotto del suo appartamento al Quirinale. E subito sgombra il campo da eventuali equivoci: “stasera dedicherò questi minuti con voi alle principali difficoltà e alle principali speranze della vita di ogni giorno”, premette seduto in poltrona con alle spalle un presepe napoletano.

E parte subito, duro, dalle incertezze che rimangono in un Paese che eppur si muove. Per prima l’inaccettabile disoccupazione che affligge soprattutto il Mezzogiorno: “L’occupazione è tornata a crescere. Ma questo dato positivo, che pure dà fiducia, l’uscita dalla recessione economica e la ripresa non pongono ancora termine alle difficoltà quotidiane di tante persone e di tante famiglie.

Il lavoro manca ancora a troppi dei nostri giovani”, scandisce agli italiani riuniti per brindare a un nuovo anno ancora troppo gravido di incognite. In un mix bilanciato di realismo e carica energizzante il capo dello Stato non nasconde che “la condizione economica dell’Italia va migliorando e che le prospettive per il 2016 appaiono favorevoli”.

Ma nessuno può crogiolarsi su dati ancora incerti, né le forze politiche, né i cittadini. Sì, perché il discorso del presidente non è asettico, non punta le nuvole ma chiama in causa anche il singolo, il cittadino e i suoi comportamenti, spesso virtuosi, a volte indegni di un Paese civile. Come l’inaccettabile evasione fiscale che, ricorda Sergio Mattarella, “vale ben 7,5 punti di Pil” e danneggia la crescita e “gli onesti”.

“Soltanto dimezzando l’evasione si potrebbero creare oltre 300.000 posti di lavoro” aggiunge spiegando che finalmente in Italia si respira un clima diverso e cresce la consapevolezza che “le tasse sarebbero decisamente più basse se tutti le pagassero”.

Questo nel messaggio: poi oggi torna a precisare ancora meglio le sue preoccupazioni per il disagio di molti italiani e le sue perplessità da cattolico riformatore sulla piega che sta prendendo il mondo. Serve una maggiore “educazione alla legalità e alla solidarietà”, per il presidente, che – in un messaggio a papa Francesco – richiama la politica a non abdicare su questi temi. Ci vuole “dunque l’impegno delle Istituzioni italiane per corrispondere con garanzie solide alle legittime aspettative delle componenti più fragili della nostra società”. Senza nascondere che proprio i più deboli pagano il prezzo di una “cultura dell’indifferenza e del consumismo edonistico”.

Ma Mattarella ha rotto gli schemi e ha presentato un profilo ambientalista, un inaspettato “green president” che affronta di petto nodi che da troppo tempo viaggiano sottotraccia. “In questi giorni avvertiamo allarme per l’inquinamento. Il problema dell’ambiente, che a molti e a lungo è apparso soltanto teorico, oggi si rivela concreto e centrale”, spiega il capo dello Stato forse notando l’assenza dei partiti sul tema.

E quindi l’unico vero affondo politico su un tema di strettissima attualità, quello dello smog che attanaglia le nostre città: serve “maggior impegno delle istituzioni, nazionali e locali” e non basta “chiedere ai cittadini di limitare l’uso delle auto private”. Bisogna fornire anche un “trasporto pubblico efficiente e purtroppo non dovunque è così”.

Dopo un invito a non sottovalutare l’importanza della raccolta differenziata dei rifiuti, il capo dello Stato si sposta sul tema dei diritti civili. E parte dalle donne alle quali invia un “pensiero di riconoscenza”. “Fanno fronte – ricorda – a impegni molteplici e tanti compiti, e devono fare ancora i conti con pregiudizi e arretratezze. Con una parità di diritti enunciata ma non sempre assicurata; a volte persino con soprusi o violenze”.

E non è un caso se quattro nomi citati nel suo discorso sono femminili: Fabiola Giannotti, che assume la direzione del Cern di Ginevra, l’astronauta Samantha Cristoforetti e l’atleta paralimpica Nicole Orlando. E non scorda un quarto nome, quello di Valeria Solesin, purtroppo uccisa dai terroristi fondamentalisti al Bataclan di Parigi.

L’orgoglio di essere italiani, quindi. E il coraggio di tornare alla “legalità”, anche all’interno di un tema caldo come quello dell’immigrazione. “Serve accoglienza, ma serve anche rigore”, premette il presidente. “Chi è in Italia deve rispettare le leggi e la cultura del nostro Paese. E quegli immigrati che commettono reati devono essere fermati e puniti, come del resto avviene per gli italiani che delinquono.

Quelli che sono pericolosi vanno espulsi”, aggiunge con chiarezza spiegando però che la gran parte dei cittadini stranieri si sono integrati “rispettando le nostre leggi e pagando le tasse”. Ma soprattutto, riconoscendo amaramente che “le migliaia di donne e uomini annegati nel Mediterraneo, i 700 bambini morti nella speranza di raggiungere un’esistenza serena, sono muti e sofferenti testimoni di un fallimento drammatico”.

Vi è poi un fenomeno molto italiano, quello “dell’illegalità, di chi corrompe e di chi si fa corrompere. Di chi ruba, di chi inquina, di chi sfrutta”. E questi sono comportamenti inaccettabili, da sradicare. Anche perché, ricorda, “la quasi totalità dei nostri concittadini crede nell’onestà e pretende correttezza”.

(di Fabrizio Finzi/ANSA)

Ultima ora

22:24Obama, la democrazia ha bisogno della stampa

(ANSA) - NEW YORK, 18 GEN - "Avere voi in questo edificio ci ha fatto lavorare tutti meglio, perché la stampa è l'occhio critico su quelli che hanno il potere": Così Obama nell'ultima conferenza stampa da presidente, sottolineando come "gli americani e la democrazia hanno bisogno della stampa. "Manning ha scontato una dura sentenza in carcere, la sua condanna era sproporzionata. Ho valutato il suo caso nei dettagli", ha aggiunto sottolineando di non prestare attenzione ai tweet di Assange. "Intrattenere rapporti costruttivi con la Russia è una priorità degli Usa ed è nell'interesse del mondo", ha detto aggiungendo però che con Putin c'è stata un'escalation del sentimento anti-americano." Poi ha invitato gli Usa a difendere la propria visione del mondo e a non perpetrare prepotenze nei confronti dei Paesi più piccoli, con un riferimento a Russia e Cina. "Cordiali" i rapporti con Trump. "Gli ho offerto i miei consigli, ha aggiunto, riferendo di aver detto al presidente eletto che il lavoro del presidente è "non lo si può fare da soli".

22:00Parigi sogna il vaporetto con linee di bus fluviali

(ANSA) - PARIGI, 18 GEN - "Il fiume deve essere parte integrante della nostra strategia di trasporto come le teleferiche o i veicoli autonomi. Dobbiamo esplorare tutte le possibilità tecnologiche sui corsi d'acqua, dalla Senna ai canali": ne è convinta Valérie Pécresse, presidente dell'Ile-de-France, la regione parigina, e del suo sindacato dei trasporti pubblici Stif, che lo ha spiegato a Le Monde. Il sogno di Parigi è di trasformare la Senna in uno dei mezzi di trasporto abituali: il trasporto fluviale è un sogno di cui si parla da anni ma che si è sempre scontrato con la realtà per diverse ragioni, spesso logistiche ed ambientali. Ma ora Pécresse vuole provare a fare sul serio.

21:51Sindaco Montegallo, 5 frazioni isolate,40 sfollati

(ANSA) - MONTEGALLO (ASCOLI PICENO), 18 GEN - ''Abbiamo 5 frazioni isolate sotto 2 metri e 30 cm di neve, con una trentina di persone, non abbiamo energia elettrica, la situazione è critica, e intanto continua a nevicare''. Lo dice all'ANSA il sindaco di Montegallo (Ascoli Piceno) Sergio Fabiani. ''Per fortuna, ad ora, non abbiamo malati o anziani gravi da assistere''. Gli sfollati del nuovo sisma, ''non per i crolli ma per la neve e la paura'', sono 40. Già da questa sera troveranno accoglienza negli hotel di Grottammare. ''Vengono da alcune delle 23 frazioni del comprensorio. Hanno timore a restare in casa, li capisco''. In paese sono al lavoro i carabinieri, i vigili urbani del contingente messo a disposizione dalla Regione Emilia-Romagna, una squadra dei vigili del fuoco, ma mancano mezzi spartineve e pale gommate che possano aprire un varco per raggiungere le frazioni. ''La Provincia di Ascoli - spiega Fabiani, che è al suo posto nonostante 38 di febbre - ha promesso che domani ci manderà dei mezzi in più''.

21:43Cannes, rapina da 15 mln in gioielleria Harry Winston

(ANSA) - PARIGI, 18 GEN - Un uomo a volto scoperto è entrato nella gioielleria Harry Winston sul celebre boulevard della Croisette di Cannes e si è impadronito di 26 parure di gioielli, essenzialmente di diamanti per un valore di circa 15 milioni di euro. Il ladro aveva una pistola e una granata, non si sa ancora se vera o finta, riporta il quotidiano Le Figaro. L'uomo si è presentato intorno alle 11 del mattino, da solo, nella gioielleria come un semplice cliente. Aveva il volto coperto soltanto da un paio di occhiali da sole e "ha chiesto di vedere delle parure di diamanti per conto di un acquirente. La commessa si è insospettita e gli ha mostrato un catalogo", riporta ancora il quotidiano. L'uomo, allora, ha tirato fuori le armi per farsi aprire le vetrine dalle 2 commesse presenti e facendo stendere a terra la guardia di sicurezza. Si è impadronito dei gioielli e, senza sparare nessun colpo, è riuscito a uscire dalla boutique indisturbato, a piedi come era venuto, senza lasciare traccia.

21:27M5s: Forello candidato per comunali Palermo

(ANSA) - PALERMO, 18 GEN - E' l'avvocato Ugo Forello il candidato sindaco dei 5stelle a Palermo, dove si voterà in primavera per le amministrative. Lo hanno deciso gli iscritti al movimento che hanno votato sulla piattaforma Rousseau. Sconfitto il poliziotto Igor Gelarda, l'altro candidato.

21:16Legale Assange fa dietrofront, ‘non si consegna a Usa’

(ANSA) - ROMA, 18 GEN - La decisione del presidente Usa Barack Obama di ridurre la pena per Chelsea Manning, la 'talpa' di Wikileaks che verrà scarcerata il 17 maggio, non è sufficiente perché Julian Assange si consegni alle autorità Usa come promesso. A The Hill, uno dei legali di Assange, Barry Pollack, ha detto che Assange accoglie positivamente la decisione di Obama "ma è meno di quanto volesse: aveva chiesto la grazia e la scarcerazione immediata".

21:07F1: via libera Fia a vendita diritti Circus a Liberty Media

(ANSA) - ROMA, 18 GEN - Il Consiglio Mondiale dello sport della Fia ha approvato la vendita di Delta Topco e dei diritti commerciali del Campionato Mondiale di Formula Uno FIA all'americana Liberty Media Corporation. Nel corso di una riunione straordinaria tenutasi oggi a Ginevra il Consiglio Mondiale dello sport ha approvato all'unanimità il cambio di controllo di Delta Topco Limited (holding del gruppo che detiene i diritti commerciali della F1) che passa da CVC Capital Partners a Liberty media Corporation. L'operazione comporta il trasferimento del 100% delle azioni di Delta Topco a Liberty Media Group, una delle società di Liberty Media Corporation. Nel corso della riunione, i rappresentanti del futuro proprietario della Formula 1 hanno spiegato in dettaglio la loro strategia. La decisione conferma la convinzione della Fia ''che Liberty Media Group abbia le necessarie competenze nello sport nel settore del divertimento e sia ben posizionata per garantire il continuo sviluppo di questo campionato''

Archivio Ultima ora