Discorso di fine anno del Presidente, da politica plausi e pochi distinguo

Pubblicato il 02 gennaio 2016 da redazione

Foto Roberto Monaldo / LaPresse 05-06-2014 Roma Cronaca Celebrazione del 200° anniversario di fondazione dell'Arma dei Carabinieri Nella foto Piero Grasso, Matteo Renzi, Sergio Mattarella, Angelino Alfano

Foto Roberto Monaldo / LaPresse
05-06-2014 Roma
Cronaca
Celebrazione del 200° anniversario di fondazione dell’Arma dei Carabinieri
Nella foto Piero Grasso, Matteo Renzi, Sergio Mattarella, Angelino Alfano

ROMA. – Un discorso diretto al “cuore degli italiani” e segnato da un realismo mirato, per toccare i veri problemi degli italiani: il mondo della politica plaude al primo messaggio di fine anno del presidente della Repubblica Sergio Mattarella che, oltre ad incassare le congratulazioni di tutte le forze di maggioranza, ‘buca’ anche il fronte dell’opposizione che vede, nel passaggio sui migranti, anche un “monito” al governo.

Il primo a complimentarsi, pochi minuti dopo la fine del messaggio, è stato il presidente emerito Giorgio Napolitano. Subito dopo, invece, è stato il premier Matteo Renzi a telefonare al Colle, congratulandosi per un “discorso diretto al cuore degli italiani, e pieno di amore dell’Italia”.

Al premier ha “colpito”, in particolare, “la sottolineatura della lotta contro il pregiudizio e la diffidenza nella vita quotidiana dei bambini, con un occhio partecipe sul tema delle migrazioni e della necessaria integrazione”. Temi che, nel 2015, hanno segnato una delle battaglie più accese dell’Europa a Bruxelles.

E se la presidente della Camera Laura Boldrini osserva come il “mettere al centro le difficoltà e le speranze della vita quotidiana delle persone” abbia “profondo significato politico”, il presidente del Senato, Pietro Grasso, cita il capo dello Stato e ricorda che “siamo tutti chiamati ad aver cura della Repubblica”.

Unanime è il plauso di Pd e Ap, con il ministro dell’Interno Angelino Alfano che rimarca i “meriti riconosciuti di chi si è impegnato per la sicurezza”. Per il presidente del Pd, Matteo Orfini, quello di Mattarella è stato “un discorso forte e autorevole” mentre l’ex segretario Dem Pierluigi Bersani, su twitter, osserva: “Il presidente è uscito dal Palazzo, ha parlato con semplicità e senza politicismi, è andato al cuore dei problemi veri degli italiani. Davvero un bell’esordio”.

E, rispetto all’ultimo discorso di Giorgio Napolitano, ben meno agguerrita è la trincea delle opposizioni. L’unico, vero, attacco frontale arriva da Beppe Grillo che nel suo contro-messaggio definisce Mattarella “un ologramma dell’ologramma”, presidente di un Paese tacciato anch’esso di essere “un ologramma”.

Silenzio invece, dal M5S, sul messaggio del presidente laddove la Lega, con Matteo Salvini, attacca Mattarella per aver “difeso la legge Fornero”, ma, sul tema dei migranti, esulta: “persino lui ci dà regione”. L’accoglienza e il rigore, richiamati dal Capo dello Stato come priorità nelle politiche sull’ìmmigrazione piace anche a Fdi e a FI, con il capogruppo al Senato Paolo Romani che osserva come, anche su lavoro e Sud, dal Colle arrivi un forte “monito” al governo.

Netto anche l’apprezzamento di Sinistra Italiana (“è un discorso nel quale ci riconosciamo pienamente”) laddove Cisl e Uil ringraziano Mattarella per il “richiamo ai valori del lavori”. Di tutt’altro tenore, infine, il commento di Marco Pannella. “Ha espresso il nulla che è quello che in Italia ci dà un regime, e non uno Stato”, è lo strale lanciato dal leader radicale, secondo il quale Mattarella ha ignorato le “violazioni del diritto” per cui l’Italia “è formalmente condannata”.

(di Michele Esposito/ANSA)

Ultima ora

11:36Calcio: Agnelli, plauso a Tavecchio commissario Lega

(ANSA) - TORINO, 24 OTT - Faccio un plauso al presidente della Federcalcio Tavecchio nella sua veste di commissario di Lega e ai sub commissari Uva e Nicoletti. Con estrema difficoltà abbiamo approvato un nuovo statuto che consente una governance più snella". Lo ha detto il presidente della Juventus Andrea Agnelli all'assemblea degli azionisti della società bianconera. "Ieri - ha aggiunto - (in Lega, ndr) c'è stato un incontro positivo, sono stati formati due gruppi lavoro e verosimilmente verrà affidata a una società di cacciatori di teste l'incarico di individuare il profilo privato dell'amministratore delegato. L'auspicio -ha aggiunto Agnelli- è quello di sviluppare il prodotto calcio".

11:34Austria: Kurz invita Fpoe a consultazioni per governo

(ANSA) - BERLINO, 24 OTT - Il cancelliere austriaco in pectore Sebastian Kurz ha invitato alle consultazioni la destra oltranzista del Fpoe, per costituire il nuovo governo. L'Oevp, il partito popolare di Kurz, si è affermato in modo nettissimo alle elezioni del 15 ottobre, mentre l'Fpoe è arrivato al terzo posto.

11:31Calcio: Agnelli, 1/o obiettivo Juve vincere in Italia

(ANSA) - TORINO, 24 OTT - "Il primo obiettivo della Juventus deve essere quello di vincere in Italia, riconfermarsi conquistando il settimo scudetto". Così il presidente della Andrea Agnelli, all'assemblea degli azionisti. "Come definiremmo i giocatori con 7 scudetti consecutivi, è un tema che auspichiamo di potere discutere più avanti...".

11:15‘Smart city’, Milano città più avanzata d’Italia

(ANSA) - MILANO, 24 OTT - Milano è la 'smart City' più avanzata in Italia: si conferma al primo posto in Italia per il quarto anno consecutivo, staccando le altre città per crescita economica, mobilità sostenibile, ricerca/innovazione, trasformazione digitale, con ottimi risultati anche nella partecipazione dei cittadini. La conferma del primato arriva da 'ICity Rate 2017', il rapporto annuale realizzato da FPA per fotografare la situazione delle città italiane nel percorso per diventare 'smart', ovvero più vivibili e più vicine ai bisogni dei cittadini. Ma in questa edizione il distacco del capoluogo lombardo è quasi azzerato, per l'introduzione di variabili ambientali come il consumo di suolo (Milano è 97/a posto) e qualità dell'aria (98/a). Al secondo posto la tallona Bologna, che ha solo due punti di distanza dal vertice (erano oltre 50 del 2016), potendo vantare il primato nell'energia e nella governance. Firenze si riprende il terzo posto che aveva perso lo scorso anno.

11:05Calcio: Agnelli “per conti Juve utile storico 42,6 mln”

(ANSA) - TORINO, 24 OTT - "Dobbiamo essere estremamente orgogliosi anche dell'attività fuori dal campo: il fatturato di quest'anno, escludendo i trasferimenti, ha visto un ulteriore +20%, arrivando a 411 milioni; abbiamo segnato un utile storico, 42,6 milioni". Così il presidente della Juventus, Andrea Agnelli, aprendo l'assemblea degli azionisti del club bianconero. "Il focus per la Juventus è sempre stato, è e resterà il calcio giocato, ma per sviluppare la parte sportiva - ha spiegato Agnelli - è altrettanto importante quello che avviene fuori dal campo".

11:05Yemen: Bahai denunciano attacco da parte Houthi

(ANSAmed) - BEIRUT, 24 OTT - La comunità internazionale dei Bahai ha denunciato un attacco compiuto dai miliziani sciiti Houthi, alleati di Teheran, contro una riunione a Sanaa di seguaci di questa religione, nata da una riforma dell'Islam e messa al bando in Iran perché giudicata eretica. "Il 22 ottobre i miliziani hanno fatto irruzione in un incontro Bahai a Sanaa, aprendo il fuoco sul piccolo gruppo di persone riunite per commemorare il bicentenario della nascita di Bahaullah", ha detto la comunità Bahai, riferendosi al fondatore di questa confessione. L'attacco è avvenuto nella casa di un capo tribale, Walid Ayyash, che è stato rapito nel mese di aprile e di cui non si sa più nulla. Gli aggressori hanno arrestato il fratello di Ayyash, Akram. La comunità denuncia anche arresti di 19 propri membri avvenuti in Iran durante la festività del bicentenerio tra il 18 e il 21 ottobre a Teheran, Kermanshah e Birjand.

11:02Calcio: Milan non fa ricorso contro la squalifica di Bonucci

(ANSA) - MILANO, 24 OTT - Il Milan non presenterà ricorso contro la squalifica di due giornate a Leonardo Bonucci. Il club ha annunciato la propria decisione all'indomani del provvedimento del giudice sportivo, che costringe il difensore rossonero a saltare le partite con Chievo e Juventus, espulso domenica contro il Genoa per una gomitata al volto di Aleandro Rosi rilevata con la Var.

Archivio Ultima ora