Discorso di fine anno del Presidente, da politica plausi e pochi distinguo

Pubblicato il 02 gennaio 2016 da redazione

Foto Roberto Monaldo / LaPresse 05-06-2014 Roma Cronaca Celebrazione del 200° anniversario di fondazione dell'Arma dei Carabinieri Nella foto Piero Grasso, Matteo Renzi, Sergio Mattarella, Angelino Alfano

Foto Roberto Monaldo / LaPresse
05-06-2014 Roma
Cronaca
Celebrazione del 200° anniversario di fondazione dell’Arma dei Carabinieri
Nella foto Piero Grasso, Matteo Renzi, Sergio Mattarella, Angelino Alfano

ROMA. – Un discorso diretto al “cuore degli italiani” e segnato da un realismo mirato, per toccare i veri problemi degli italiani: il mondo della politica plaude al primo messaggio di fine anno del presidente della Repubblica Sergio Mattarella che, oltre ad incassare le congratulazioni di tutte le forze di maggioranza, ‘buca’ anche il fronte dell’opposizione che vede, nel passaggio sui migranti, anche un “monito” al governo.

Il primo a complimentarsi, pochi minuti dopo la fine del messaggio, è stato il presidente emerito Giorgio Napolitano. Subito dopo, invece, è stato il premier Matteo Renzi a telefonare al Colle, congratulandosi per un “discorso diretto al cuore degli italiani, e pieno di amore dell’Italia”.

Al premier ha “colpito”, in particolare, “la sottolineatura della lotta contro il pregiudizio e la diffidenza nella vita quotidiana dei bambini, con un occhio partecipe sul tema delle migrazioni e della necessaria integrazione”. Temi che, nel 2015, hanno segnato una delle battaglie più accese dell’Europa a Bruxelles.

E se la presidente della Camera Laura Boldrini osserva come il “mettere al centro le difficoltà e le speranze della vita quotidiana delle persone” abbia “profondo significato politico”, il presidente del Senato, Pietro Grasso, cita il capo dello Stato e ricorda che “siamo tutti chiamati ad aver cura della Repubblica”.

Unanime è il plauso di Pd e Ap, con il ministro dell’Interno Angelino Alfano che rimarca i “meriti riconosciuti di chi si è impegnato per la sicurezza”. Per il presidente del Pd, Matteo Orfini, quello di Mattarella è stato “un discorso forte e autorevole” mentre l’ex segretario Dem Pierluigi Bersani, su twitter, osserva: “Il presidente è uscito dal Palazzo, ha parlato con semplicità e senza politicismi, è andato al cuore dei problemi veri degli italiani. Davvero un bell’esordio”.

E, rispetto all’ultimo discorso di Giorgio Napolitano, ben meno agguerrita è la trincea delle opposizioni. L’unico, vero, attacco frontale arriva da Beppe Grillo che nel suo contro-messaggio definisce Mattarella “un ologramma dell’ologramma”, presidente di un Paese tacciato anch’esso di essere “un ologramma”.

Silenzio invece, dal M5S, sul messaggio del presidente laddove la Lega, con Matteo Salvini, attacca Mattarella per aver “difeso la legge Fornero”, ma, sul tema dei migranti, esulta: “persino lui ci dà regione”. L’accoglienza e il rigore, richiamati dal Capo dello Stato come priorità nelle politiche sull’ìmmigrazione piace anche a Fdi e a FI, con il capogruppo al Senato Paolo Romani che osserva come, anche su lavoro e Sud, dal Colle arrivi un forte “monito” al governo.

Netto anche l’apprezzamento di Sinistra Italiana (“è un discorso nel quale ci riconosciamo pienamente”) laddove Cisl e Uil ringraziano Mattarella per il “richiamo ai valori del lavori”. Di tutt’altro tenore, infine, il commento di Marco Pannella. “Ha espresso il nulla che è quello che in Italia ci dà un regime, e non uno Stato”, è lo strale lanciato dal leader radicale, secondo il quale Mattarella ha ignorato le “violazioni del diritto” per cui l’Italia “è formalmente condannata”.

(di Michele Esposito/ANSA)

Ultima ora

01:19Calcio: 3-2 al Bologna, Inter ai quarti di Coppa Italia

(ANSA) - ROMA, 17 GEN - L'Inter vola ai quarti di finale di Coppa Italia, battendo il Bologna 3-2 a San Siro. Ma la squadra di Pioli ha avuto bisogno dei tempi supplementari per eliminare i rossoblù che, sotto 2-0, erano riusciti a mettere a segno la rimonta: l'Inter passa in vantaggio al 34' grazie al gol-capolavoro di Murillo. Il colombiano, sul corner di Joao Mario, batte Da Costa con una rovesciata spettacolare. Cinque minuti più tardi arriva il raddoppio con Palacio. Ma il Bologna trova la forza per reagire e al 43' riapre il match con il gol di Dzemaili. Nella ripresa arriva il pari, grazie alla rete di Donsah al 28'. Rimonta completata per la squadra di Donadoni che costringe così Pioli ai tempi supplementari. All'8 del primo extra time però l'Inter si riporta in vantaggio con Candreva che decide così la sfida e manda i nerazzurri avanti.

23:43Calcio: Coppa d’Africa, Mali-Egitto 0-0

(ANSA) - ROMA, 17 GEN - Esordio in Coppa d'Africa senza reti per l'Egitto di Hector Cuper e del giallorosso Salah. I Faraoni infatti sono stati fermati sullo 0-0 dal Mali, in un match valido per il girone D del torneo.

22:45Calcio:Ceferin in Russia’Uefa favorevole Mondiale allargato’

(ANSA) - ROMA, 17 GEN - ''Tutte le confederazioni sono nettamente a favore dell'espansione delle partecipanti alla Coppa del Mondo FIFA a 48 squadre a partire dal 2026. Di conseguenza, l'Uefa ha deciso di aderire nel sostenere il nuovo formato della competizione''. Parola del presidente dell'Uefa, Aleksander Ceferin in una intervista alla Tass nel suo primo viaggio pubblico in Russia da numero uno dell'organo che governa il calcio europeo. ''Siamo soddisfatti del fatto che la durata dei Mondiali non aumenterà, questione questa importante per i club preoccupati per il maggior impegno dei rispettivi giocatori''. Ceferin ha risposto così ad una domanda sul fatto che il calcio russo come gli altri sport abbia problemi di doping: ''L'Uefa sta facendo il massimo nella lotta contro il doping. Test rigorosi vengono effettuati sia in occasione dei match internazionali e che delle competizioni Uefa per club. A dicembre abbiamo deciso di mettere in atto un nuovo protocollo per quanto riguarda la conservazione dei campioni''

22:34Prete litiga con amante e le rompe un dito, condanna 2 mesi

(ANSA) - RAVENNA, 17 GEN - Un prete è stato condannato a due mesi di carcere per avere fratturato in canonica un dito a quella che era stata per cinque mesi la sua perpetua e amante. Ma è stato assolto dall'accusa di violenza sessuale (per induzione) perché la perizia psichiatrica disposta dal Tribunale di Ravenna ha stabilito che la giovane, pur segnata da gravi problematiche emotive, era consapevole delle sue azioni. Si è chiuso così il rito abbreviato condizionato a carico di don Alessio Baggetto, 43 anni, all'epoca dei fatti, nel 2013, parroco di Punta Marina Terme, sul litorale ravennate. Per lui la Procura aveva chiesto due anni e mezzo di reclusione. Mentre la difesa - avvocato Enrico Maria Saviotti - aveva chiesto l'assoluzione anche per le lesioni in quanto il prete si sarebbe semplicemente difeso dal lancio di una statuetta in gesso della Madonna. La ragazza - una 26enne dell'est europeo il cui amministratore di sostegno è l'avvocato Christian Biserni - nel frattempo si è sposata e vive a Roma.

22:27Concorsi pilotati: giudici Bari, rete nazionale di controllo

(ANSA) - BARI, 17 GEN - A pilotare i concorsi universitari di cardiologia fino al 2004 c'era "una vera e propria rete nazionale di controllo". Ne è convinto il tribunale di Bari che, tuttavia, nella sentenza dell'ottobre scorso di cui sono state depositate in questi giorni le motivazioni, ha dovuto dichiarare la prescrizione del reato di associazione per delinquere. Nel processo erano imputati il cardiologo barese Paolo Rizzon, arrestato nell'ambito di questa indagine nel 2004 e ritenuto tra i presunti capi dell'associazione, suo figlio Brian Peter e altri due docenti universitari. Con quella sentenza i giudici baresi avevano anche assolto nel merito Rizzon da cinque accuse di falso e tre di truffa. Con riferimento all'ipotesi di associazione per delinquere, i giudici scrivono che "l'istruttoria dibattimentale ha acclarato che gli imputati hanno agito all'interno di un accordo criminoso, destinato a durare nel tempo". Hanno dovuto però prendere atto della prescrizione.

21:57Calcio: Samp prolunga il contratto a Puggioni

(ANSA) - GENOVA, 17 GEN - La Sampdoria ufficializzerà nei prossimi giorni l'adeguamento dell'ingaggio e l'allungamento del contratto al portiere Christian Puggioni. Un premio per l'estremo difensore, che oggi compie 35 anni, anche alla luce dell'ottimo rendimento del giocatore che sta sostituendo il titolare Emiliano Viviano che si era infortunato ad ottobre. Il contratto di Puggioni scade il prossimo giugno, la Sampdoria vuole allungarlo di un'altra stagione.

21:54Calcio: Inter-Bologna, Gabigol esordio da titolare

(ANSA) - MILANO, 17 GEN - Gabigol per la prima volta titolare contro il Bologna in Coppa Italia. Il giovane attaccante brasiliano partirà dal primo minuto, al fianco di Joao Mario e Eder, con Palacio unica punta. Una chance importante per Barbosa che finora e' stato utilizzato solo nei minuti finali di tre partite di campionato. Una gestione che ha sollevato molte polemiche, soprattutto da parte dell'agente che aveva anche ipotizzato il trasferimento in prestito del giocatore. Gabigol, costato quasi 30 milioni di euro, questa sera negli ottavi di Coppa Italia avrà quindi la possibilità di dimostrare il suo valore. Torna anche Medel, che formera' la coppia di centrali con Murillo. Terzini D'Ambrosio e Ansaldi, mentre a centrocampo confermati Gagliardini e Kondogbia. In porta c'e' Carrizo al posto di Handanovic.

Archivio Ultima ora