Ferrari: un mito tra passato, presente e futuro

Pubblicato il 04 gennaio 2016 da redazione

ferrari

ROMA. – Per la Ferrari il 4 gennaio 2015 rappresenta una data storica. Per importanza la quotazione a Piazza Affari segue momenti determinanti dell’epopea avviata dal grande ‘Drake’, Enzo Ferrari, quali l’apertura della Scuderia nel 1929, la nascita dell’Auto Avio Costruzioni nel 1939, la Fondazione della stessa Ferrari nel 1947, il passaggio del Cavallino Rampante al gruppo Fiat nel 1969, sino alla sua scomparsa nel 1988.

L’avventura del Cavallino Rampante iniziò ufficialmente nel 1947, quando uscì dallo stabilimento di Maranello la prima vettura con il marchio Ferrari, quella stessa 125 S portata al Palazzo della Borsa di Milano per celebrare l’avvio delle quotazioni. Dalla 166 Inter del ’48 alla 250 GT del 1950, dalla 400 Superamerica del 1960 alla Dino del 1973, dalla prima vera supercar, la GTO del 1984 all’incredibile F40 del 1987, dalla F50 del 1992 alla Enzo del 2002, tanto per citare un modello per decennio, fare una carrellata delle Ferrari più belle e significative è impresa ardua.

Il rischio è, pur scrivendo pagine intere, di fare torto a splendidi gioielli su ruote che hanno imprese uniche da raccontare. Tanto più che il nome Ferrari e la popolarità dei suoi modelli sono indissolubilmente legati alle corse. Una per tutte si ricordi la 500 F2, la prima a vincere il Mondiale di Formula 1 con Alberto Ascari.

Una storia che è passione ma è anche ”business”, almeno a giudicare dalle quotazioni raggiunte alle recenti aste dai modelli di Maranello: 28,44 milioni di euro nel 2014 per una 250 GTO, 25,6 milioni di euro poche settimane per la 290 MM all’epoca guidata da Juan Manuel Fangio, ma anche 3 milioni di euro per una recente Enzo, con il solo ”plus” di essere appartenuta a una celebrità della boxe, o i 295.000 euro strappati da una ”comune” Testarossa del 1991, sono cifre in grado di attirare chi è alla ricerca di investimenti proficui.

Trasformata nel 1960 in società per azioni, la Ferrari ha sempre avuto una sua identità unica, sottolineata da ultimo nel 2010 dalla creazione di un Centro Stile interno, indipendente da quello del gruppo.

Oggi, a parte la FF sviluppata in collaborazione con la Pininfarina e ormai prossima al restyling, tutte le Rosse in vendita sono il frutto della creatività del team guidato dall’architetto Flavio Manzoni, a cui si devono anche le incredibili forme della superlativa LaFerrari.

Ultimo gioiello sfornato in ordine di tempo in terra d’Emilia è la F12TDF, una serie speciale di 799 esemplari derivata dalla F12 berlinetta, dotata di numerose raffinatezze tecnologiche tra cui le ruote posteriori sterzanti. Le altrettanto recenti 388 GTB e Spider, ma anche la nuova California T, sono il simbolo di un rinnovamento che, come annunciato più volte, porterà a breve a un aumento della produzione da 7.000 a quota 10.000 unità/anno.

Numeri più importanti ma comunque compatibili con una esclusività che è nel Dna del marchio e che, a dispetto delle congiunture economiche, genera vendite che non conoscono flessioni, neppure in Italia.

Nel Belpaese, infatti, nel 2015 sono state vendute 249 Ferrari, con un incremento del 9,69% sul 2014 (227 unità), anno che a sua volta aveva fatto registrare un +20,11% sul 2013 (189 esemplari).

A testimonianza che i veri miti non conoscono crisi.

(di Damiano Bolognini Cobianchi/ANSA)

Ultima ora

13:44Maltempo: Regione Marche diffida l’Enel

(ANSA) - ANCONA, 24 GEN - ''Presenteremo una diffida alla procura della repubblica per interruzione di pubblico servizio da parte dell'Enel. Sono ancora 150 le utenze interrotte nell'Ascolano. La situazione non è più sostenibile. La popolazione è allo stremo delle forze dopo giorni e giorni senza corrente elettrica e riscaldamento. A nulla sono valsi i ripetuti appelli rivolti all'Enel per risolvere il problema''. Lo afferma l'assessore alla Protezione civile delle Marche Angelo Sciapichetti, che segue costantemente la situazione dell'emergenza neve, aggravata dalle ultime scosse sismiche.

13:39Italicum: presidente Corte Costituzionale chiede ‘brevità’

(ANSA) - ROMA, 24 GEN - Procede l'udienza a Palazzo della Consulta sul giudizio di legittimità costituzionale dell' Italicum. Dopo una breve camera di consiglio, i giudici hanno escluso le istanze di costituzione avanzate dal Codacons e da altri cittadini elettori. La giornata è iniziata con gli interventi dei legali che chiedevano di essere ammessi come parti del giudizio. Interventi punteggiati dalle raccomandazioni del presidente della Corte, Paolo Grossi, che ha suggerito "brevità" e di "attenersi ai ricorsi". La parola è passata ora agli avvocati anti-Italicum. Da Grossi è arrivata la preghiera di concludere per "non esasperare la Corte", infine il rimprovero: "sta abusando della nostra pazienza". Così il presidente della Corte, Grossi, in un acceso scambio con il primo degli avvocati anti-Italicum, Vincenzo Palumbo, ha ammonito anche gli altri legali che si apprestano a prendere la parola. Grossi ha fatto due raccomandazioni: essere sintetici nelle esposizioni delle ragioni di ricorso e non riproporre le stesse argomentazioni.

13:20Sci: gigante San Vigilio con 7 azzurre in 2/a manche

(ANSA) - San Vigilio di Marebbe-Plan de Corones (Bolzano), 24 gen - Sono ben sette le azzurre classificatesi tra le migliori trenta nella 1/a manche dello slalom gigante di cdm di San Vigilio di Marebbe-Plan de Corones ed ammesse pertanto alla 2/a decisiva manche alle ore 12,30. Sono Federica Brignone 1/a, Marta Bassino 3/a, Sofia Goggia 7/a, Elena Curtoni 14/a, Francesca Marsaglia 15/a, Manuela Moelgg 17/a e Irene Curtoni 18/a.

13:12Tennis: sarà “derby” svizzero Federer-Wawrinka

ANSA) - ROMA, 24 GEN - "Derby" svizzero nelle semifinali maschili degli Australian Open di tennis, con la sfida fra Roger Federer e Stanislas Wawrinka, in campo giovedì. "Derby" che va ad aggiungersi a quello nel torneo femminile fra le statunitensi Venus Williams e Coco Vandeweghe. Il numero 17 del mondo e del tabellone ha sconfitto il tedesco Mischa Zverev, n. 50, per 6-1, 7-5, 6-2; Wawrinka, n. 4, ha prevalso sul francese Jo-Wilfried Tsonga, n. 12, per 7-6, 6-4, 6-3. Sarà il 22/o confronto fra i due campioni elvetici, con Federer avanti 18-3.

13:11Terremoto: Cantone e Errani a Palazzo Chigi

(ANSA) - ROMA, 24 GEN - Il presidente dell'Anac Raffaele Cantone è a Palazzo Chigi per incontrare il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni. Nella sede del governo è giunto anche il commissario per il terremoto Vasco Errani.

13:07Terremoto: Marche, solo 2 stalle in 5 mesi su 370 necessarie

(ANSA) - ANCONA, 24 GEN - A cinque mesi dal sisma sono due le stalle mobili completate sulle 370 necessarie per gli allevatori terremotati delle Marche, ovvero lo 0,5 per cento del totale, mentre mancano ancora 150 moduli fienile, necessari per stoccare il foraggio per gli animali. Lo denuncia la Coldiretti regionale, nel tracciare un bilancio dei danni nelle campagne colpite dal terremoto iniziato il 24 agosto scorso, sulla base dei dati forniti dalla Regione Marche. Ai danni materiali e alla perdita di vite umane si somma ''una vera e propria strage di bestiame in una situazione in cui solo nelle Marche, denuncia la Coldiretti, si contano 600 mucche e 5 mila pecore al freddo nelle neve senza ripari, per i ritardi accumulati, aggravati dal maltempo''. "Davanti ad un disastro annunciato ci muoveremo per individuare le responsabilità e agire di conseguenza insieme ai nostri allevatori''.

13:04Terremoto: ad Arquata centro con fondi consiglieri M5S

(ANSA) - ROMA, 24 GEN - Un centro polifunzionale destinato alla popolazione del Comune di Arquata del Tronto sarà allestita con i 100 mila euro raccolti dai consiglieri regionali marchigiani del M5S attraverso il taglio dei loro stipendi. Lo comunicano i deputati M5S eletti nelle marche Andrea Cecconi, Donatella Agostinelli e Patrizia Terzoni. "Un luogo pubblico destinato a primo ricovero e punto di ritrovo in caso di sisma, a centro culturale e a luogo di ricovero delle opere d'arte che fanno parte di questo nostro territorio. La delibera della giunta del Comune ha appena stabilito che i 100 mila euro raccolti dai consiglieri regionali del M5S attraverso il taglio dei loro stipendi, saranno destinati alla realizzazione di un centro polifunzionale. Ringraziamo i nostri cittadini portavoce per questo gesto di attenzione e solidarietà nei confronti della comunità marchigiana che ha pagato il maggior tributo di sangue al terremoto che ha colpito il centro Italia il 24 agosto scorso", si legge nella nota.(ANSA).

Archivio Ultima ora