Venezuela, l’Opposizione assume il controllo del Parlamento

Pubblicato il 05 gennaio 2016 da redazione

Il Venezuela volta pagina: debutta il Parlamento in mano all'opposizione

Il Venezuela volta pagina: debutta il Parlamento in mano all’opposizione

CARACAS – L’opposizione venezuelana ha assunto il controllo dell’Assemblea Nazionale – dove dispone della maggioranza assoluta dei seggi, dopo le elezioni dello scorso 6 dicembre – in una seduta tumultuosa che ha segnato la fine di oltre tre lustri di egemonia parlamentare chavista e dalla quale si sono ritirati i deputati filogovernativi.

Henry Ramos Allup, leader del partito “Azione Democratica”, è stato eletto presidente dell’organismo e altri dirigenti antichavisti sono stati nominati per gli altri incarichi della presidenza del Parlamento, unicamerale grazie alla comoda maggioranza di seggi controllati dall’opposizione.

Il cambiamento politico, però, è stato già visibile prima che iniziasse formalmente la seduta: sono sparite le gigantografie di Hugo Chávez e Simón Bolívar che campeggiavano sul palco dell’assemblea (ritirate presuntamente dalla maggioranza uscente) e i giornalisti sono tornati nella tribuna stampa dalla quale erano stati esclusi dalla maggioranza precedente.

Presenti per l’occasione anche le mogli di tre più noti dirigenti d’opposizione attualmente in carcere – Leopoldo López, Daniel Ceballos e il connazionale Antonio Ledezma -, il nunzio apostolico Aldo Giordano, l’ex presidente colombiano Andrés Pastrana e Maria Corina Machado, l’ex deputata antichavista espulsa dal Parlamento dalla maggioranza chavista due anni fa.

Dopo l’entrata in carica delle nuove autorità dell’assemblea, il gruppo parlamentare chavista si è ritirato dall’emiciclo, denunciando che Ramos Allup ha concesso la parola al deputato Julio Borges (di un partito che si oppone al governo) per presentare i principali punti del programma della nuova maggioranza parlamentare.

Secondo il presidente uscente dell’assemblea, Diosdado Cabello, questo ha costituito una “violazione flagrante” del regolamento. Cabello, considerato il numero due del governo chavista, ha spiegato che in una seduta di insediamento della legislatura non è ammesso pronunciare discorsi programmatici.

L’intera seduta è stata segnata comunque da un clima di tensione: “Non ci siete più!”, gridavano gli oppositori, “Fascisti, imperialisti e assassini”, rispondevano i chavisti, mentre nei brevi interventi di dibattito sulle candidature i due blocchi si sono scambiati accuse di tradimento, violenza e corruzione.

Al di là dell’asprezza dei toni, però, l’opposizione ha dimostrato la propria volontà di non radicalizzare immediatamente lo scontro politico accettando che prendano possesso dei loro seggi solo 109 dei suoi deputati invece di 112, in applicazione di una dichiarazione del Tribunale Supremo di Giustizia (Tsj) che ha sospeso la proclamazione dei risultati elettorali nello stato meridionale di Amazonas.

Il Tsj è considerato un’appendice del governo di Nicolás Maduro, e vari dirigenti dell’opposizione avevano promesso che avrebbero giurato tutti i 112 deputati eletti. Ramos Allup non ha voluto accelerare lo scontro: è in gioco la maggioranza qualificata di tre quarti dei seggi (in totale, 167), con la quale l’antichavismo potrebbe perfino promuovere l’impeachment del presidente Maduro.

Ultima ora

01:14Calcio: Liverpool battuto dall’ultima in classifica

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - Una settimana dopo aver inflitto al Manchester City, dominatore della Premier League, la sua prima sconfitta in campionato, il Liverpool è riuscito nell'impresa di andare a perdere (1-0) sul campo dello Swansea, ultima in classifica, nel posticipo del 24/o turno. Si è così interrotta la striscia di 18 risultati utili consecutivi della formazione allenata da mister Jurgen Klopp, tra tutte le competizioni. La rete di Alfie Mawson, al 40', ha siglato uno dei risultati più inattesi della stagione e lasciato il Liverpool in quarta posizione, a -3 dal Chelsea.

00:50Calcio: Allegri, l’importante era restare in scia al Napoli

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - "L'importante era vincere. Alla fine c'è stata un po' di ansia perché ci mancavano un po' le gambe. Abbiamo alle spalle sei giorni di lavoro importante ed i ragazzi l'hanno sentito. Potevamo chiudere la partita già nel primo tempo ed ancora con un paio di occasioni nella ripresa. Non ci siamo riusciti e quindi complimenti al Genoa". Massimiliano Allegri sa che la Juventus non ha giocato una partita entusiasmante, ma si prende i 3 punti grazie all'1-0, rete di Douglas Costa. "E' importante che la squadra vinca anche se Higuain non segna" ha commentato. Lotta scudetto riservata a Napoli e Juventus? "Il campionato è ancora lungo tutti quelli che ci stanno dietro possono ancora rientrare - ammette Allegri - Ora davanti (di un punto, ndr) abbiamo il Napoli e quindi era importante restargli in scia".

00:23Calcio: Douglas Costa, vittoria difficile ma importante

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - "Sono contento del gol e di aver aiutato la squadra. Nel secondo tempo siamo un po' calati fisicamente, è stata difficile ma non abbiamo subito gol con grande sacrificio a parte di tutti: abbiamo portato a termine la partita in vantaggio e quello è l'importante". Le parole a caldo del giocatore juventino Douglas Costa dopo l'1-0 sul Genoa che ha riportato i bianconeri a -1 dal Napoli. "Mettere pressione al Napoli? Noi dobbiamo pensare solo a noi stessi e andare avanti senza guardare gli altri", ha aggiunto il centrocampista.

00:18Donna uccisa in agguato a Napoli, tre colpi al volto

(ANSA) - NAPOLI, 22 GEN - Una donna di 54 anni, Annamaria Palmieri, è stata uccisa in un agguato ed è stata trovata riversa in via del'Alveo Artificiale nel quartiere periferico di San Giovani a Teduccio a Napoli. Lo si apprende da fonti della Questura. Dai primi rilievi emerge che la donna è stata raggiunta da tre colpi di pistola al volto. La donna, rilevano le stesse fonti, aveva precedenti per reati contro il patrimonio, per droga e per associazione per delinquere. Agenti della Scientifica stanno operando nell'area del rinvenimento del corpo.

00:08Calcio: serie A, Juventus-Genoa 1-0

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - La Juventus con il minimo sforzo batte il Genoa nel posticipo della 21/a giornata si serie A e tiene il passo del Napoli, vittorioso ieri a Bergamo. Di Douglas Costa, al 16', l'unica rete della partita, alla quale il Genoa non ha saputo replicare. I bianconeri, alla quarta vittoria di fila, seguono ad una lunghezza il Napoli, che comanda a quota 54, e hanno 10 lunghezze di vantaggio sulla terza, la Lazio. Il Genoa, reduce da tre risultati utili consecutivi, è fermo a 21 punti, +5 dalla zona retrocessione.

22:32Calcio: Marotta, quella su Balotelli è una bufala

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - "Le voci su Balotelli? C'è affetto e stima per questo ragazzo, ma è una notizia da fantacalcio, una bufala. Quello di Balotelli è un profilo che non occorre alla Juventus". L'ad della Juventus, Giuseppe Marotta, prima di Juve-Genoa nega ogni interesse per l'attaccante del Nizza e anche per il giocatore della Lazio De Vrij: "non è un nostro obiettivo". Confermata invece la pista Emre Can. "L'interesse è chiaro - dice il dirigente a Premium Sport - vogliamo tentare di portarlo con noi, ma non è detto che ci riusciremo perché al momento ha un contratto con il Liverpool. Potrebbe rinnovarlo e oltretutto ci sono altre squadre su di lui".

22:21Calcio: Verona, presidente conferma la panchina a Pecchia

(ANSA) - VERONA, 22 GEN - Niente cambi sulla panchina del Verona. Fabio Pecchia resta in sella, e guiderà la squadra gialloblù anche nel prossimo impegno di campionato, in trasferta al Franchi, contro la Fiorentina. Lo ha deciso il presidente del club, Maurizio Setti. La squadra andrà intanto in ritiro. "Al termine di una giornata di riflessioni e confronti - spiega il Verona in una nota - il presidente dell'Hellas Verona, Maurizio Setti, ha deciso che la squadra andrà in ritiro fino a data da destinarsi. Il gruppo, in vista del match contro la Fiorentina, si allenerà ad Imola agli ordini di Fabio Pecchia e del suo staff, con il primo allenamento in programma per mercoledì 24 gennaio". La proprietà comunica inoltre di aver indetto il silenzio stampa, esteso "a tutti i propri tesserati".

Archivio Ultima ora