Venezuela: per il nuovo ministro dell’Economia l’inflazione non esiste

Luis Salas, nuevo ministro venezolano de la economia

CARACAS. – L’inflazione al di sopra del 200% e una scarsità cronica di prodotti di prima necessità in Venezuela sono viste dagli analisti come i principali motivi della dura sconfitta del governo nelle politiche dello scorso 6 dicembre, ma per Luis Salas, il sociologo 39enne scelto da Nicolás Maduro come nuovo ministro dell’Economia, semplicemente non esistono.

“Non ha molto senso continuare a parlare di inflazione e scarsità dei prodotti, quando si dovrebbe parlare di speculazione, usura e accumulazione dei prodotti”, ha scritto Salas, responsabile del centro di economia politica dell’Università Bolivariana del Venezuela, in uno dei numerosi saggi pubblicati sul suo blog.

Secondo il giovane sociologo – la cui promozione a ministro è stato il primo segnale di quello che Maduro ha battezzato “la battaglia finale contro la guerra economica” – la colpa della grave crisi che attraversa il paese appartiene esclusivamente alla “classe degli imprenditori, parassitaria e maleducata, che è diventata un tumore economico che vive della rendita del petrolio e di quanto rubano dallo stipendio dei lavoratori, attraverso la speculazione”.