Riforme: Cuperlo, no a plebiscito o voto non scontato

(ANSA) – ROMA, 11 GEN – “Sarebbe uno strappo gravissimo” rendere il referendum sulla riforma “un plebiscito personale o comunque un voto estraneo al merito. Per quanto mi riguarda lo sbocco finale di questo percorso non è scontato finché non saranno chiari caratteri e qualità della democrazia destinata a uscire da questa stagione di riforme”. Lo dice Gianni Cuperlo.

Condividi: