Renzi pronto a sfidare sfiducia. Boschi, non lascio

Pubblicato il 11 gennaio 2016 da redazione

Il Ministro delle Riforme Maria Elena Boschi e Andrea Orlando (d) alla Camera in occasione della votazione finale del disegno di legge sulle riforme costituzionali, Roma, 11 Gennaio 2016. ANSA/ GIUSEPPE LAMI

Il Ministro delle Riforme Maria Elena Boschi e Andrea Orlando (d) alla Camera in occasione della votazione finale del disegno di legge sulle riforme costituzionali, Roma, 11 Gennaio 2016. ANSA/ GIUSEPPE LAMI

ROMA.- Matteo Renzi ha preferito restare a Palazzo Chigi mentre alla Camera i suoi festeggiavano il via libera alla riforma costituzionale. Ci metterà la faccia, invece, martedì prossimo il premier presentandosi a Montecitorio dove si voterà la mozione di sfiducia presentata dal centrodestra contro il governo sul caso banche. Vicenda sulla quale torna il ministro Maria Elena Boschi, al rientro sulla scena mediatica per dimostrare ai critici di non avere nulla da nascondere: “Le opposizioni fanno il loro gioco politico ma il governo è intervenuto non per salvare una banca ma i correntisti di 4 banche”.

La mozione di sfiducia, che vede uniti Fi, Lega e Fdi, sarà l’occasione per far tornare al centro della polemica politica la vicenda del salvataggio delle quattro banche e del conflitto d’interessi che le opposizioni imputano al governo. A quanto si apprende, infatti, sembra sfumare la commissione parlamentare d’inchiesta che lo stesso Renzi aveva auspicato per fare luce sugli ultimi dieci anni di intrecci tra politica e banche. La motivazione che, spiegano esponenti di maggioranza, spingerebbe a rinviare la costituzione della commissione parlamentare sarebbe quella di non intralciare il lavoro della magistratura.

Boschi chiarisce che sulla commissione di inchiesta “il governo non ha assunto alcuna iniziativa, è un’iniziativa parlamentare di maggioranza e opposizione e vedremo nei prossimi mesi – dice – con quali poteri”.

In vista della mozione di sfiducia, il premier si prepara alla sfida: “parlerò con molta chiarezza e determinazione”, assicura. Renzi rivendicherà il decreto salva-banche e la correttezza del governo. D’altra parte lo stesso ministro Boschi ha chiarito in tv che un eventuale avviso di garanzia al padre non avrebbe “impatto” sulla sua carriera politica: “La responsabilità penale è personale”. E sottolinea “il fatto paradossale che in una vicenda che vive il sistema bancario italiano e coinvolge altre banche, si continui a parlare solo ed esclusivamente di Banca Etruria”.

Come dimostra il voto sulle riforme, anche la sfiducia al governo non sarà a livello numerico un’impasse per l’esecutivo. Ma il premier sfrutterà l’appuntamento per rivendicare quanto fatto dal governo. E per indicare i traguardi del 2016, il referendum sul ddl Boschi in primis, l’attuazione della riforma della P.A con i primi decreti attuativi venerdì in cdm. Ma anche il pressing sull’Europa per allargare le maglie della flessibilità e dimostrare che è ora di invertire la rotta rispetto all’austerità.

“E’ finito il tempo dei compiti a casa – ha ribadito ancora Renzi – l’Italia chiede rispetto e che le regole valgano per tutti. Dalla politica energetica agli aiuti di stato, noi chiediamo regole uguali per tutti”.

Anche sul sistema bancario il premier non ha rinunciato all’idea di far sentire la voce dell’Italia in Ue per chiedere parità di trattamento rispetto ad altri paesi. Nel frattempo, proprio per dimostrare che il governo va avanti nelle riforme, resta confermato entro gennaio l’arrivo in consiglio dei ministri della riforma, via decreto, delle banche di credito cooperativo.

(di Cristina Ferrulli/ANSA)

Ultima ora

15:49Calcio: Icardi, voglio restare all’Inter per sempre

(ANSA) - MILANO, 29 MAR - "Sono tifoso dell'Inter e voglio stare qui per sempre. Mi vedo bene con la maglia nerazzurra e sono capitano di questa grande squadra. Sto bene a Milano con la mia famiglia e voglio stare sempre all'Inter": lo dice l'attaccante dell'Inter Mauro Icardi rispondendo alle domande dei tifosi nerazzurri sul profilo Facebook del club. "Il mio obiettivo è arrivare a giocare ad alti livelli con l'Inter. Champions? Intanto speriamo di arrivarci. La voglio giocare con questa squadra e questo resta uno dei nostri obiettivi".

15:32Terremoto: Zingaretti, 11 mln per sostenere economia

(ANSA) - RIETI, 29 MAR - "Siamo attenti alle richieste delle imprese, con misure concrete per scongiurare lo spopolamento produttivo in queste zone. L'obiettivo è riportare qui le produzioni. L'investimento globale sarà di 11 milioni di euro per sostenere l'economia con tre provvedimenti cumulabili". E' quanto ha detto il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, presentando il pacchetto di interventi e misure a favore delle popolazioni colpite dal sisma nel Reatino. "Come Regione - ha aggiunto - abbiamo voluto portare avanti due filoni. Una prima campagna di comunicazione che verrà promossa durante la Maratona di Roma, e una serie di campagne sui quotidiani nazionali per promuovere il territorio. Oltre a questo stiamo realizzando due guide turistiche che parleranno anche dei comuni del cratere".

15:31Calcio: Icardi, Inter con Suning può fare grandi cose

(ANSA) - MILANO, 29 MAR - "Mi aspetto molto dall'Inter, abbiamo qualità. Possiamo arrivare a fare grandi cose. La società sta sistemando tutto, la squadra e il club. Vuole puntare in alto". E' la certezza di Mauro Icardi, attaccante dell'Inter, che oggi risponde alle domande dei tifosi sul profilo Facebook del club nerazzurro. "Il nostro team manager - spiega l'argentino - è andato in Cina e ci ha raccontato tutte le cose incredibili che Suning ha e tutti i progetti che ha per far tornare grande l'Inter". Disegni ambiziosi? "E' la prima cosa che ci hanno trasmesso - risponde Icardi - l'Inter deve tornare dove è stata. E questo dà tanta fiducia a noi giocatori. Loro cercheranno di migliorare ogni anno, con il mercato, con giocatori esperti che possano dare un contributo alla squadra".

15:27Calcio: Bisceglie denuncia gioco violento, ora ci ritiriamo

(ANSA) - BISCEGLIE (BARLETTA ANDRIA TRANI), 29 MAR - Non falli, ma gioco violento nell'ultima gara di campionato disputata, che ha avuto quale conseguenza la perforazione di un timpano per un calciatore e la frattura di un dito di una mano per un suo compagno di squadra, entrambi militanti nella formazione del Don Uva Bisceglie, che disputa il campionato di Seconda categoria. A denunciarlo in una nota è il presidente della società del Bisceglie, Silvestro Carbotti, il quale annuncia di non voler più partecipare al campionato.

15:25Migranti: Austria, controlleremo tutti treni Brennero

(ANSA) - BOLZANO, 29 MAR - L'Austria controllerà tutti i treni al Brennero nella stazione di Brennersee, dove sarà realizzato un apposito binario per non intralciare il traffico internazionale. Lo ha annunciato il governatore tirolese Günther Platter. La situazione al valico italo-austriaco per il momento "è relativamente calma grazie ai controlli già in atto e alla buona collaborazione con le autorità italiane e tedesche". In caso di necessità la barriera "può comunque essere attivata in qualsiasi momento", ha detto Platter.

15:21Calcio:legale Dominello,curva Juve mai business ‘ndrangheta

(ANSA) - TORINO, 29 MAR - "Rocco Dominello non è mai stato associato alla 'ndrangheta, non ha mai avuto biglietti dalla Juventus in tale veste e non ha mai distribuito alcun utile né al padre né ad altra organizzazione criminale". Lo precisa all'ANSA l'avvocato Domenico Putrino, legale di Rocco Dominello e del padre Saverio, che nell'udienza preliminare del processo Alto Piemonte sulle infiltrazioni della criminalità organizzata al nord si è dissociato dalla 'ndrangheta. Nel corso della sua deposizione, Saverio Dominello - prosegue il legale - ha precisato che "non vi è mai stato interesse", da parte delle famiglie di Rosarno, sul business dei biglietti della Juventus e che "Agnelli non ha mai avuto contatti con la 'ndrangheta".

15:04Calcio: Juve, Pjaca, lesione a legamento crociato

(ANSA) - TORINO, 29 MAR - Rientrato da Tallin con la nazionale croata, Pjaca è stato sottoposto a risonanza magnetica questa mattina nella clinica privata Santa Katarina, specializzata in Ortopedia, a Zabok, a una trentina di chilometri da Zagabria. Gli specialisti e i medici della nazionale croata hanno aggiornato lo staff medico della Juventus. Claudio Marchisio fa coraggio al compagno di squadra: "Marko, tutti noi ti siamo vicino! Forza. Tornerai alla grande per dimostrare tutto il tuo talento!".

Archivio Ultima ora