Marò: venerdì scade la licenza di Latorre, ma non torna in India

Pubblicato il 12 gennaio 2016 da redazione

maro

ROMA. – Il presidente della Commissione Difesa del Senato Nicola Latorre non ha dubbi: il marò Massimiliano Latorre “non tornerà in India e, anzi, si stanno approfondendo le possibilità per chiedere che anche Salvatore Girone rientri in Italia”. Com’è noto Massimiliano Latorre si trova in Italia per curarsi dopo l’ictus che lo ha colpito nel 2014, mentre Girone è tuttora in India, alloggiato presso l’ambasciata italiana a Delhi.

E’ atteso un pronunciamento della Corte Suprema indiana, nell’imminenza della scadenza, venerdì, della licenza di 6 mesi concessa a Latorre. E anche questa volta verrà chiesto al rappresentante del governo indiano se intende opporsi alla volontà italiana di prorogare la permanenza di Latorre in Italia, per ragione umanitarie. Finora Delhi non si è opposta. Il governo italiano mantiene sulla vicenda il più stretto riserbo in queste ore.

Il silenzio è doveroso vista anche l’ordinanza del tribunale del mare di Amburgo che ha imposto a India e Italia di “sospendere ogni iniziativa giudiziaria” in attesa dell’arbitrato. Fonti solitamente bene informate insistono sul fatto che la posizione del senatore Latorre “è stata presa a titolo personale” e che il governo italiano “presenterà ed articolerà la propria posizione nel corso dell’udienza della Corte Suprema”.

La dichiarazione del senatore è rimbalzata immediata in India, dove le reti radio e tv all news, con evidente preoccupazione, hanno ipotizzato una nuova ed intransigente posizione del governo italiano, confondendo in realtà Palazzo Madama con Palazzo Chigi. “Speriamo davvero che la parole del senatore Latorre sulla permanenza in Italia di Massimiliano Latorre e sul rientro di Salvatore Girone si realizzino”, ha commentato la deputata di Forza Italia Annagrazia Calabria.

“Sul caso dei marò siamo perfettamente d’accordo con il senatore Latorre”, le ha fatto eco il segretario nazionale dell’Italia dei Valori Ignazio Messina, chiedendo una linea dura. Sulla vicenda interverrà in aula al question time il ministro della Difesa Roberta Pinotti giovedì pomeriggio, ha annunciato Elio Vito, capogruppo di Forza Italia in Commissione Difesa a Montecitorio. La Corte Suprema indiana intanto ha precisato che l’udienza di domani riguarderà tre diversi fascicoli, sui quali dovrebbe limitarsi a confermare l’impossibilità al momento di procedere.

Il primo è la causa-madre con la richiesta italiana di rimuovere dall’indagine la polizia antiterrorismo Nia, vista l’esclusione dal processo della legge indiana per la repressione del terrorismo marittimo (SUA Act). Il secondo è un’istanza in cui Latorre e Girone sollevano un’eccezione di giurisdizione per il loro caso. Il terzo infine è un ricorso firmato da un membro dell’equipaggio di nome Kilsariyan in cui si chiede di reintrodurre nel processo “le principali disposizioni” del SUA Act e dell’Admiralty offences (Colonial Act).

Sul caso di Latorre l’Italia dovrebbe presentare una documentazione per attestare l’impossibilità, data la sua salute ancora carente, di un suo ritorno in India. Si dovrà infine valutare il fatto che 13 luglio 2014, prima dello stop imposto ai due Paesi dal Tribunale di Amburgo, la Corte Suprema indiana concesse la nuova estensione della permanenza in Italia di Latorre con l’accordo del rappresentante del governo di Delhi e sulla base di un affidavit di garanzia di rispetto dei termini della licenza firmato dall’ambasciatore d’Italia.

Ultima ora

09:40F1: Australia, ultimo Gp vinto da Ferrari a Singapore 2015

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - La Ferrari non vinceva un Gran Premio di Formula 1 dal 20 settembre 2015 quando sul circuito di Singapore Sebastian Vettel vinse la sua terza gara al volante della Rossa. Nel 2016 la Rossa non aveva vinto nessun Gran Premio.

09:35F1:Australia,Vettel, oggi potevo guidare Ferrari per sempre

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - ''E' stato un Gp fantastico, è stato folle in senso positivo vedere tutte queste bandiere rosse, la macchina è divertente da guidare, è stata una giornata bellissima''. Parola di Sebastian Vettel sul podio di Melbourne tra una doccia di champagne, gli abbracci e le strette di mano con gli avversari. ''Noi ci siamo - ha detto il pilota tedesco della Ferrari - siamo qui per lottare. Abbiamo fatto un lavoro eccellente, la Ferrari ci permette di competere quest'anno, è molto divertente da guidare, oggi avrei potuto continuare a guidare per sempre''.

09:33Vettel esulta in italiano’grande Ferrari, è per noi’

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - ''Questa è per noi, grande Ferrari, grazie ragazzi''. Gioia ed esultanza targata Sebastian Vettel che appena tagliato il traguardo per primo del Gran Premio d'Australia si lascia andare parlando in italiano con il box ad una gioia irrefrenabile. Poi sceso dall'abitacolo salta come un grillo andando ad abbracciare i suoi meccanici dando il via alla festa della Rossa sul podio di Melbourne, nella prima gara della stagione di Formula 1.

09:32Usa: Pence, ‘lotta all’Obamacare continuerà’

(ANSA) - WASHINGTON, 26 MAR - La lotta all'Obamacare "proseguirà" per mettere fine a "un incubo e dare al popolo americano l'assistenza sanitaria che merita". E' quanto ha sottolineato il vicepresidente americano Mike Pence, intervenendo ad un incontro di imprenditori in West Virginia, all'indomani del fallimento del tentativo Gop di abrogare la legge di assistenza sanitaria voluta da Barack Obama che non è riuscito a raccogliere il sostegno repubblicano sufficiente per essere approvato alla Camera.

09:31Usa: si barrica su bus a Las Vegas e spara, un morto

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - Un uomo su un autobus a due piani nella zona dei casinò di Las Vegas, ha estratto una pistola e ha cominciato a sparare, uccidendo una persona e ferendone un'altra per poi barricarsi all'interno per diverse ore prima di arrendersi ed essere arrestato dalla polizia. Le due persone colpite sono state portate in ospedale ma per una di loro non c'era più niente a fare, ha fatto sapere una fonte del University Medical Centermorto. Per ore, i negoziatori, robot e veicoli blindati hanno circondato il bus con le autorità incerte se ci fossero altre vittime all'interno. Nel frattempo, gli ufficiali hanno fatto evacuare i casinò vicini, mettendo in guardia i turisti e i passanti di allontanarsi dalla zona.

09:31F1: Australia, Giovinazzi chiude suo primo Gp al 12/o posto

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - Il pilota italiano della Sauber Antonio Giovinazzi ha chiuso al dodicesimo posto il Gran Premio d'Australia, il primo della sua carriera in Formula 1. Dopo 6 anni di assenza, dai tempi di Jarno Trulli e Vitantonio Liuzzi l'Italia, l'Italia rivede un suo driver passare sotto la bandiera a scacchi di un Gp della massima serie. Chiude al quinto posto la Red Bull di Verstappen davanti alla Williams di Massa e alla Force India di Perez. Ottava posizione per la Toro Rosso di Sainz che ha preceduto il compagno di scuderia Kvyat e la Force India di Ocon. Ritirata l'altra Red Bull dell'idolo di casa Daniel Ricciardo e stessa sorte per la McLaren di Fernando Alonso.

09:26Usa: scontri tra pro e anti-Trump in California, 4 arresti

(ANSA) - ROMA, 26 MAR - Tafferugli tra i sostenitori e gli oppositori di Donald Trump su una popolare spiaggia della California del Sud. Il bilancio è di 4 arresti. Lo riferiscono i media statunitensi. Un gruppo di sostenitori di Trump ha improvvisato un corteo sulla spiaggia di Bolsa Chica. Un gruppetto di oppositori - tutti vestiti in nero - era nei pressi. Si è scatenata una battaglia a colpi di pugni e spray al peperoncino.

Archivio Ultima ora