Università: a Torino laboratorio per futuri fundraiser

(ANSA) – TORINO, 13 GEN – Torino all’avanguardia in materia di fundraising: per la prima volta una Università (la Statale di Torino) entra in partnership con un ente privato (la Fondazione Crt) per proporre gratuitamente un corso-laboratorio per giovani fundraiser. Il corso (dal 21 gennaio) è riservato a ricercatori, studenti e neolaureati under 30 che abbiano conseguito un titolo di studio in un Ateneo del Piemonte o della Valle d’Aosta. “In Italia ci sono circa 300mila ong, ma solo il 20-30%% fa fundraising – ha spiegato il segretario generale di Fondazione Crt, Massimo Lapucci -. Bisogna puntare al coinvolgimento del restante 70%. In questo settore l’improvvisazione paga poco, ci vogliono professionisti. Puntiamo a formare fundraiser ‘made in Torino’, avere più professionisti e più ordine per fare emergere le eccellenze del territorio”. “Con questa iniziativa intendiamo come Università affrontare il discorso della responsabilità sociale”, ha sottolineato il rettore, Gianmaria Tajani. “E’ un mutamento epocale: non ci si occupa più e solo della formazione, ma anche delle ricadute concrete che Cultura e Ricerca possono avere sul territorio”. “Se questa iniziativa sia la prima in Italia oppure no ci interessa relativamente – ha aggiunto -. Ci interessa però che le cose vengano fatte bene”. (ANSA).

Condividi: