Pentagono, forze speciali Usa in Iraq contro l’Isis

Pubblicato il 13 gennaio 2016 da redazione

pentagono

WASHINGTON. – Si rafforza la presenza di militari Usa in Medio Oriente per combattere l’Isis: dopo la Siria, forze speciali Usa, per ora 200 soldati, sono sbarcate in Iraq per dare la caccia ai leader e ai militanti del Califfato o per liberare ostaggi. Non sono ancora “boots on the ground” in larga scala, ma il Pentagono sta scommettendo sempre di più sulle operazioni di intelligence mirate, in collaborazione con le forze irachene e i Peshmerga curdi, anche per supportarle nella riconquista di roccaforti come Mosul.

L’annuncio è stato dato dal segretario alla difesa Usa Ashton Carter nella nella sede della 101/ma divisione aviotrasportata, di cui circa 500 uomini saranno inviati in Iraq alla fine di febbraio, mentre altri 1300 soldati del gruppo di combattimento della 2/a brigata verranno mandati in tarda primavera.

“Li uccideremo o cattureremo ovunque li troveremo”, ha detto Carter riferendosi ai miliziani dell’Isis. Ma la reazione del premier iracheno, Haider Al-Abadi, non è stata delle migliori: “non c’è necessità di truppe di terra straniere da combattimento”, ha precisato, sollecitando invece più armi, addestramento e sostegno all’esercito iracheno da parte dei partner internazionali di Baghdad.

Il capo del governo iracheno ha anche ammonito che qualsiasi operazione speciale contro l’Isis nel suo Paese richiede l’approvazione del governo e il coordinamento con le forze irachene, nel pieno rispetto della sovranità nazionale.

Il segretario di stato Usa John Kerry ha tentato di prevenire eventuali polemiche sostenendo che Baghdad era stata informata in anticipo dagli Usa e che Washington coopererà consultandosi sul tipo di forze inviate, sulla zona d’intervento e sulla natura delle missioni delle forze speciali americane.

I ‘Rambo’ Usa hanno già condotto operazioni analoghe nel Paese: nel 2006 hanno ucciso il leader di Al-Qaida in Iraq, Abu Musab al-Zarqawi, mentre più recentemente, insieme alle forze speciali irachene, hanno compiuto un raid in un compound del nord liberando circa 70 prigionieri iracheni che rischiavano di essere giustiziati: in quella occasione ha perso la vita un soldato Usa, il primo americano a cadere in Iraq da quando la Casa Bianca ha lanciato la sua campagna contro l’Isis nell’agosto del 2014.

La task force Usa potrà compiere operazioni unilaterali anche in Siria, ha riferito Carter, che la prossima settimana incontrerà a Parigi i colleghi di altri Paesi, principalmente europei, tra cui Italia, Germania, Francia, Olanda e Gran Bretagna.

“Ogni nazione ha un interesse significativo nel completare la distruzione di questa organizzazione malvagia, e dobbiamo includere tutte le capacità che possiamo portare in questo campo”, ha spiegato. Lo sbarco delle forze speciali, annunciato all’inizio di dicembre, segue il discorso alla nazione di Obama, secondo cui l’Isis non rappresenta una “minaccia esistenziale” per gli Usa ma mina e destabilizza i suoi alleati e quindi va combattuta e distrutta.

“Se il Congresso è serio nella sua decisione di vincere questa guerra, e vuole mandare un messaggio alla nostre truppe e al mondo – ha ammonito il presidente – autorizzi l’uso della forza militare contro l’Isis: votate”.

(di Claudio Salvalaggio/ANSA)

Ultima ora

00:58Medico, Trump assume farmaci per capelli

(ANSA) - WASHINGTON, 16 GEN - Tra i farmaci assunti da Trump figurano la Propecia (finasteride) contro la caduta dei capelli e il Crestor (rosuvastatina) per abbassare il colesterolo. Lo ha detto il contro ammiraglio Ronny L. Jackson, medico della Casa Bianca, aggiungendo che il presidente trarrebbe vantaggi da una dieta con meno grassi.

00:55Calcio: Var irrompe in Fa cup e regala un gol al Leicester

(ANSA) - LONDRA, 16 GEN - Svolta storica nel calcio inglese dove, per la prima volta, un gol è stato assegnato con l'ausilio della Var, sperimentata nella Fa cup nell'attesa della sua introduzione anche in Premier League. Durante la partita fra Leicester e Fleetwood Town (squadra di III Divisione), vinta dalle 'Foxes' 2-0 e valida per il terzo turno, l'arbitro ha fatto ricorso al sussidio tecnologico e, dopo avere annullato in un primo momento la rete del 2-0 firmata da Kelechi Iheanacho, dopo 70" di consultazione, ha ribaltato la propria decisione, concedendo il gol del raddoppio che era stato realizzato al 32' del secondo tempo. Una rivoluzione nella terra dove è nato il calcio. Un "grazie" con tanti punti esclamativi è apparso sull'account Twitter ufficiale del Leicester. (ANSA).

00:51Medico, Trump assume farmaci per capelli

(ANSA) - WASHINGTON, 16 GEN - Tra i farmaci assunti da Trump figurano la Propecia (finasteride) contro la caduta dei capelli e il Crestor (rosuvastatina) per abbassare il colesterolo. Lo ha detto il contro ammiraglio Ronny L. Jackson, medico della Casa Bianca, aggiungendo che il presidente trarrebbe vantaggi da una dieta con meno grassi.

00:33Calcio: doppio Balo non basta, 2-2 in derby Costa Azzurra

(ANSA) - ROMA, 16 GEN - Una doppietta di Balotelli non basta al Nizza per aggiudicarsi in trasferta il derby della Costa Azzurra. Sul terreno del Louis II, a Montecarlo, finisce 2-2 con il Monaco, passato in vantaggio con Diakhaby (33'), ma raggiunto al 2' st e superato al 23' st dall'attaccante italiano, ora a quota 9 gol. Al 48' st Radamel Falcao mette tutti d'accordo e regala il definitivo 2-2 al Monaco. Nel tardo pomeriggio si erano disputate altre due partite della 21/a di Ligue 1: il Bordeaux è stato sconfitto in casa 2-0 dal Caen, in vantaggio al 44' st con Santini su rigore; il raddoppio è arrivato in pieno recupero, al 49', con Rodelin. Il Marsiglia, invece, ha sfruttato il fattore campo e superato 2-0 lo Strasburgo: gol di N'Jie al 34' st e Payet al 43' st. Nuova classifica: Paris Saint-Germain punti 53; Marsiglia 44; Monaco 43; Lione 42; Nantes; Nizza 31; Guincamp 39; Caen e Montpellier 27; Digione 25; Stade Rennais 25; Strasburgo 24; Bordeaux e Saint-Etienne 23; Lilla 22; Amiens e Troyes 21; Angers e Tolosa 19; Metz 12.(ANSA).

00:27Medico Casa Bianca, la salute di Trump è ottima

(ANSA) - WASHINGTON, 16 GEN - La salute di Donald Trump complessivamente è eccellente: lo ha detto il controammiraglio Ronny L. Jackson, medico della Casa Bianca, in un briefing sul primo checkup medico del presidente effettuato venerdì scorso. Anche la salute cardiaca è eccellente, ha aggiunto l'ufficiale medico, secondo cui Trump ha fortissime probabilità di completare il suo mandato senza problemi medici. Jackson ha fornito nel corso del briefing alcuni dati della visita: il presidente pesa 239 libbre (108,4 kg) mentre la sua pressione del sangue è 122/74. Donald Trump ha superato "estremamente bene" anche gli esami cognitivi (30 su 30), ha detto il medico. Se ci fosse stata la presenza dell'Alzheimer o di altri problemi mentali, ha aggiunto, i test lo avrebbero rivelato.

00:00Calcio: Ronaldinho si ritira, partita d’addio dopo Mondiali

(ANSA-AP) - SAN PAOLO (BRASILE), 16 GEN - Il fratello e agente del vincitore del Pallone d'Oro 2005, Roberto Assis, ha dichiarato che Ronaldinho lascia il calcio professionistico. Assis ha detto che la partita d'addio del fratello, che oggi ha 37 anni, molto probabilmente verrà disputata dopo la fine della Coppa del mondo in Russia, prevista il 15 luglio. Nel luglio dell'anno scorso, Ronaldinho, al termine di una partita-esibizione disputata in Cecenia, dichiarò che ormai si sentiva troppo vecchio per un certo tipo di calcio. 'Ronnie' aveva disputato l'ultima partita da professionista nel 2015, in Brasile, con la maglia del Fluminense. Nel corso della carriera ha vinto un titolo mondiale, nel 2002, una Champions con il Barcellona nel 2006 e il Pallone d'Oro. Ha pure giocato in Italia, con la maglia del Milan.

23:14Usa tagliano metà fondi all’agenzia Onu per i palestinesi

(ANSA) - WASHINGTON, 16 GEN - L'amministrazione Trump ha annunciato oggi di aver tagliato 65 dei 125 milioni di dollari destinati alla Unrwa, l'agenzia dell'Onu che assiste i profughi palestinesi. Lo rende noto il dipartimento di stato Usa in una lettera nella quale chiede all'agenzia un "riesame fondamentale" della sua attività. I restanti 60 milioni saranno erogati per impedire che l'Unrwa finisca il cash entro fine mese e chiuda. Era stato il presidente Donald Trump a minacciare il taglio dei fondi ai palestinesi se non fossero tornati al tavolo dei negoziati di pace con Israele.

Archivio Ultima ora