Usura: imprenditore edile ‘strozzato’ da debiti, due arresti

Pubblicato il 16 gennaio 2016 da ansa

(ANSA) – ROMA, 16 GEN – Un imprenditore edile in difficoltà economiche aveva chiesto a due usurai un prestito di 12mila euro: nel tempo ha pagato quattro volte la cifra ma non è riuscito più a far fronte agli altissimi interessi mensili, pari ad oltre il 16%. I due dapprima si sono appropriati di un’auto di grossa cilindrata della moglie, poi di un autocarro con cui lavorava, quindi lo hanno minacciato e picchiato ed esortato a far prostituire la moglie fino all’estinzione del debito e per intimorirlo più volte si sono presentati anche davanti alla scuola dei figli minacciando la moglie. I due usurai sono stati arrestati dai carabinieri di Palestrina, comune a sud di Roma.

I commenti sono chiusi.

Ultima ora

14:37Catalogna: Torrent, Puigdemont candidato presidente

(ANSA) - MADRID, 22 GEN - Il presidente del parlamento catalano Roger Torrent ha annunciato che presenterà il nome di Carles Puigdemont come candidato presidente della Catalogna che sarà sottoposto all'investitura della plenaria a fine mese. Quello di Puigdemont, appoggiato dal fronte indipendentista che ha la maggioranza assoluta, è il solo nome emerso dal giro di consultazioni con i gruppi politici degli ultimi giorni, ha precisato. La sessione di investitura del nuovo presidente catalano è prevista entro il 31 gennaio.

14:37Calcio: Sun, Raiola porterà Balotelli alla Juve

(ANSA) - LONDRA, 22 GEN - Calciomercato o fantacalcio? L'ultima clamorosa voce arriva dall'Inghilterra: al centro Mario Balotelli e il suo agente Mino Raiola. Secondo il tabloid inglese Sun, l'attaccante sarebbe vicino a un clamoroso ritorno in Italia, per vestire la maglia della Juventus. Il giornale scrive di un contratto già pronto a Torino per l'attuale punta del Nizza che a fine stagione sarà svincolato per scadenza contratto. Balotelli ha giocato nelle ultime due stagioni con la maglia del Nizza e quest'anno ha già messo a segno 17 reti, stabilendo il nuovo record personale. Secondo le indiscrezioni provenienti dall'Inghilterra l'accordo, della durata di cinque anni, prevedrebbe per SuperMario un ruolo centrale nel progetto di Massimiliano Allegri, e non di semplice alternativa a Gonzalo Higuain.

14:23Tennis: Australia, Chung elimina Djokovic

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - Sorpresa agli Open d'Australia di tennis, dove Novak Djokovic è stato eliminato negli ottavi di finale. Il serbo, ex numero 1 del mondo e vincitore per sei volte a Melbourne, si è arreso al giovane sudcoreano Hyeon Chung, che si è imposto in tre set con il punteggio di 7-6, 7-6, 7-6. Chung, 21 anni, vincitore a novembre nelle Next gen Atp Finals a Milano, e autore al turno precedente dell'eliminazione del tedesco Alexander Zverev, incontrerà adesso lo statunitense Tennys Sandgren che ha sconfitto per 6-2, 4-6, 7-6 (4), 6-7 (7), 6-3 l'austriaco Dominic Thiem, numero 5 del seeding.

13:58Calcio: Cagliari, arrivano Lykogiannis e Ceter

(ANSA) - CAGLIARI, 22 GEN - Ora è ufficiale: il greco Charalampos Lykogiannis, classe 1993 e il colombiano Damir Ceter, classe 1997 sono due giocatori del Cagliari. Lykogiannis arriva dallo Sturm Graz e si trasferisce in rossoblù a titolo definitivo legandosi al club rossoblù sino al 2022. È un difensore che gioca abitualmente sulla fascia sinistra, bravo in fase di copertura ma anche nelle ripartenze. È cresciuto nell'Olympiakos e con la squadra greca ha vinto un campionato nazionale, due coppe e ha esordito in Champions League. Lo scorso settembre ha anche esordito in nazionale. Nelle ultime due stagioni ha giocato nel campionato austriaco: 81 presenze e sei gol. In rossoblù e con contratto sino al 2022 anche Ceter (FOTO): attaccante centrale alto e fisicamente ben piazzato è considerato uno dei nomi emergenti del calcio sudamericano. Nell'ultima stagione ha giocato con l'Independiente di Santa Fè: 12 presenze e due gol. Alle 15.30 nella sala stampa della Sardegna Arena, la presentazione ufficiale dell'attaccante.

13:55Truffa su accoglienza migranti, sigilli a immobili sacerdote

(ANSA) - ASTI, 22 GEN - La procura di Asti indaga su una presunta truffa sui fondi per l'accoglienza migranti. Al centro dell'inchiesta, sulla quale gli inquirenti mantengono il massimo riserbo, ci sarebbe il parroco di Piea, 600 abitanti in provincia di Asti. Polizia e guardia di finanza hanno eseguito il decreto di sequestro di tre immobili riconducibili al sacerdote che, attraverso il suo legale, nega ogni addebito. "Il parroco nega di essersi appropriato di denaro pubblico e o di avere riciclato risorse finanziarie", afferma in una nota l'avvocato Aldo Mirate, difensore del prete. "Chiederemo una immediata ricostruzione contabile dei flussi finanziari erogati dallo Stato e del loro effettivo utilizzo per il funzionamento del centro di accoglienza". (ANSA).

13:53Nfl: Patriots e Eagles al Super Bowl

(ANSA) - ROMA, 22 GEN - Saranno i New England Patriots e i Philadelphia Eagles a disputare domenica 4 febbraio a Minneapolis la 52/a edizione del Super Bowl, la finalissima del campionato di football americano. Nelle due finali di Conference i Patriots, campioni in carica e vincitori di due degli ultimi tre Super Bowl, hanno battuto i Jacksonville Jaguars per 24-20 mentre gli Eagles hanno nettamente avuto la meglio dei Minnesota Vikings per 38-7. Se i Patriots - guidati dal famoso quarterback Tom Brady - dovessero vincere, eguaglierebbero il record di 6 vittorie dei Pittsburgh Steelers.

13:49Maltempo: val Senales resta isolata, fino 3 metri di neve

(ANSA) - BOLZANO, 22 GEN - Almeno fino domani la parte alta della val Senales resta isolata a causa del pericolo valanghe elevato. La strada è attualmente chiusa tra Vernago e Maso Corto, dove appunto si trovano gli impianti di risalita e il maggior numero di alberghi. Alcune centinaia di turisti restano perciò bloccati nei loro alberghi. In alcuni punti si sono accumulati fino a tre metri di neve. I tecnici stanno effettuando in queste ore degli sopralluoghi per valutare un distacco pilotato delle valanghe. In Alto Adige, lungo la cresta di confine, il pericolo valanghe attualmente è forte (grado 4 di 5), in alcune zone del vicino Tirolo addirittura molto forte (grado 5 di 5). Il massimo livello di allerta è stato raggiunto nel Lechtal l'ultima volta nel 1999.

Archivio Ultima ora