Usura: imprenditore edile ‘strozzato’ da debiti, due arresti

(ANSA) – ROMA, 16 GEN – Un imprenditore edile in difficoltà economiche aveva chiesto a due usurai un prestito di 12mila euro: nel tempo ha pagato quattro volte la cifra ma non è riuscito più a far fronte agli altissimi interessi mensili, pari ad oltre il 16%. I due dapprima si sono appropriati di un’auto di grossa cilindrata della moglie, poi di un autocarro con cui lavorava, quindi lo hanno minacciato e picchiato ed esortato a far prostituire la moglie fino all’estinzione del debito e per intimorirlo più volte si sono presentati anche davanti alla scuola dei figli minacciando la moglie. I due usurai sono stati arrestati dai carabinieri di Palestrina, comune a sud di Roma.

Condividi: