Olandese combatté l’Isis in Siria, sotto processo in patria

Pubblicato il 16 gennaio 2016 da ansa

(ANSA) – BRUXELLES, 16 GEN – Un ex soldato olandese che era andato in Siria a combattere contro l’Isis è stato arrestato al suo ritorno in patria e ora rischia di finire in prigione con l’accusa di aver ucciso dei miliziani perché la legge olandese vieta ai suoi cittadini di usare la violenza anche all’estero. Secondo quanto riporta il sito Dutch News, la procura ha spiegato che Jitse A. è stato arrestato nella cittadina olandese di Arnhem per il suo ruolo nell’uccisione di jihadisti islamici mentre si trovava in Siria a combattere con i curdi del YPG. L’uomo, 47 anni, è stato arrestato mercoledì scorso ed è comparso in Tribunale venerdì. I magistrati lo hanno rilasciato ma gli è stato sequestrato il passaporto ed ha l’obbligo di firma ogni settimana. “La legge olandese non consente ai cittadini di usare la violenza, a parte in circostanze estreme. Uccidere un combattente dell’Isis può quindi portare ad una incriminazione per omicidio”, ha detto il dipartimento del procuratore.

I commenti sono chiusi.

Ultima ora

07:28Trump: Mattis e Kelly giurano, sono in carica

NEW YORK - L'ex generale James Mattis e il generale in congedo John Kelly hanno giurato, entrando ufficialmente in carica nell'amministrazione Trump. Mattis e' il nuovo capo del Pentagono. Kelly il ministro degli Interni.

07:25Trump in Studio Ovale, firma decreto su Obamacare

NEW YORK - Donald Trump, nel suo primo atto nello Studio Ovale, firma un decreto esecutivo diretto alle agenzie governative per ridurre il peso dell'Obamacare. Lo afferma il portavoce della Casa Bianca, Sean Spicer.

07:19Trump, bene conferme Mattis e Kelly, subito al lavoro

NEW YORK - ''Sono soddisfatto della conferma dei generali Mattis e Kelly''. Lo afferma il presidente americano Donald Trump, commentando la loro conferma in Senato. ''Sono due leader qualificati che inizieranno subito a lavorare per difendere il nostro paese e mettere al sicuro i nostri confini''.

07:01Trump: Senato conferma Kelly ministro dell’interno

WASHINGTON - Il Senato americano ha confermato il generale in congedo John Kelly come segretario dell'Homeland Security Department, corrispondente al ministero dell'interno. Poche ore fa il Senato ha confermato anche la nomina dell'ex generale James Mattis a segretario della difesa.

04:28Bus ungherese si incendia in A4, 4 morti e alcuni feriti

VENEZIA - Sarebbero 4, secondo le prime informazioni, le persone decedute nell'incidente avvenuto poco prima di mezzanotte lungo la A4, a Verona est che ha coinvolto un autobus di nazionalità ungherese, pare con a bordo diversi ragazzi tra i 14 e i 18 anni. Ci sarebbero anche alcuni feriti. Secondo una prima ricostruzione, l'autobus ha preso fuoco dopo essere finito contro un pilone dell'autostrada. Sul posto sono intervenuti gli agenti della polizia stradale e i vigili del fuoco. Al momento il tratto autostradale é stato chiuso in direzione Venezia con uscita obbligatoria a Verona Sud.

02:19Trump e Melania entrano alla Casa Bianca

(ANSA) - NEW YORK, 21 GEN - Donald Trump e Melania entrano alla Casa Bianca con tutta la famiglia Trump al completo. La coppia uscirà a breve per partecipare ai balli in loro onore.

02:17Trump: polizia, 217 arresti in scontri a Washington

(ANSA) - WASHINGTON, 21 GEN - Sono 217 gli arresti effettuati a Washington durante le proteste nel corso dell'Inauguration Day. Lo ha reso noto la Polizia della capitale americana, riferendo inoltre che sei poliziotti sono rimasti feriti in maniera lieve negli scontri con i manifestanti.

Archivio Ultima ora